Amaretti

Dolci e Desserts
Amaretti
65 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 35 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 50 pezzi
  • Costo: basso
  • Nota: + 1 notte di riposo dell'impasto in frigorifero

Presentazione

Gli amaretti sono piccoli biscotti molto amati e diffusi in tante regioni Italiane. Da nord a sud si contano diverse varianti, a pasta morbida, cosparsi con zucchero e granella oppure croccanti, come quelli che vi proponiamo in questa ricetta. Il gusto intenso degli amaretti è ottenuto grazie alla combinazione di mandorle pelate dolci e mandorle armelline,  ricavate dai noccioli delle albicocche e delle pesche ed usate nelle preparazioni di pasticceria in piccole dosi. La lavorazione degli amaretti non è complessa: le mandorle, lo zucchero a velo e semolato vengono tritati insieme finemente e mescolati agli albumi. Ma una volta formato l'impasto necessità di riposare in frigorifero per tutta la notte per ottenere la giusta consistenza. Gli amaretti sono i biscotti giusti per una pausa dolce o per accompagnare il momento del tè!

Ingredienti per 50 amaretti
Mandorle pelate 200 gr
Zucchero semolato 140 gr
Zucchero a velo 125 gr
Uova albume 50 gr
Ammoniaca per dolci 3 g
Mandorle armelline 15 gr più estratto di mandorle amare facoltativo)

Preparazione

Amaretti

Per preparare gli amaretti, tostate le mandorle pelate per alcuni minuti in forno statico preriscaldato a 200° (1). Poi versatele nel mixer con le mandorle armelline, lo zucchero semolato e quello a velo (2) e tritate il tutto (3).

Amaretti

Quindi setacciate il composto (4) prima di versarlo nuovamente nel mixer per tritarlo ancora più finemente (5). Setacciatelo ancora in una ciotola capiente (6).

Amaretti

Ora aggiungete l'ammoniaca per dolci (7), gli albumi (8) e qualche goccia di estratto di mandorle amare (facoltativo). Mescolate con una spatola per amalgamare gli ingredienti e ottenere un impasto morbido e omogeneo (9).

Amaretti

Copritelo con un canovaccio pulito (10) e riponete l'impasto in frigorifero per una notte intera. Il giorno seguente riprendete l'impasto che si sarà solidificato (11) e ricavate circa 50 palline (12).

Amaretti

Potete cuocere in due infornate, diponendo 25 palline alla volta distanziate tra loro su una leccarda foderata con carta da forno. Schiacciatele leggermente al centro con le dita (13)  e infornate in forno statico preriscaldato a 170° per circa 20 minuti (150° per 10-15 minuti se forno ventilato). Passato il tempo necessario, sformate gli amaretti (14) e lasciateli raffreddare su una gratella prima di offrirli (15).

Conservazione

Potete conservare gli amaretti per 2-3 giorni in un barattolo di vetro o di latta, oppure in un sacchetto gelo.
L'impasto si può congelare poi scongelare in frigorifero all'occorrenza prima di formare gli amaretti.

Consiglio

Potete utilizzare il bicarbonato al posto dell'ammoniaca per dolci nelle stesse dosi. Se non volete utilizzare le mandorle armelline, potete sostituire la stessa dose con le mandorle pelate. Potete acquistare l'estratto di mandorle amare in erboristeria.

Altre ricette

I commenti (65)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • alessia ha scritto: venerdì 12 febbraio 2016

    se sostituisco le mandorle con la farina di mandorle cambiano le dosi?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 28 aprile 2016

    @alessia:Ciao Alessia, le dosi restano invariate smiley

  • sole1970 ha scritto: giovedì 28 gennaio 2016

    ciao Giallo Zafferano posso sostituire l ammoniaca con il cremor tartaro ? se si ,nella stessa quantità ? grazie ciao

  • miriam ha scritto: venerdì 22 gennaio 2016

    Li ho appena fatti, ho seguito la ricetta alla lettera e sono venuti buonissimi. Avevo paura che si sciogliessero visti i commenti precedenti. Secondo me il segreto sta nel tenerli tutta la notte nel frigo, poi fare le palline velocemente ed infornare. Grazie per la ricetta!!!

  • Tommaso ha scritto: domenica 27 dicembre 2015

    Fatti! Sono venuti buoni ma, non appena li ho infornati si sono sciolti.Cosa posso fare?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 08 gennaio 2016

    @Tommaso:Ciao Tommaso! Ti consigliamo di ricavare i biscotti da poco impasto freddo alla volta, lavorando molto velocemente e lasciando il resto in frigorifero.

  • Lorenzo ha scritto: venerdì 18 dicembre 2015

    Ciao giallo zafferano , volevo sapere perche dopo che ho fatto le palline ed infornate si sono appiattite , cosa puo essere ?? Grazie da lorenzo

  • Flescio ha scritto: lunedì 12 ottobre 2015

    Si ponno fare riposare solo un paio di ore?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 13 ottobre 2015

    @Flescio: Ciao! Facendo riposare l'impasto solo un paio d'ore rischieresti di ottenere degli amaretti troppo piatti! Ti consigliamo di lasciarlo riposare una notte intera!

  • patrizia ha scritto: mercoledì 07 ottobre 2015

    Gli albumi vanno montati a neve? Grazie 1000 per la risposta

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 07 ottobre 2015

    @patrizia: ciao Patrizia! Non è necessario! 

  • Mary ha scritto: sabato 26 settembre 2015

    Anche io gli ho fatto l' impasto era buono gli ho fatti riposare tutta la notte ma quando gli ho messi a cuocere si sono sciolti perché?

  • letiziaaifornelli ha scritto: venerdì 21 agosto 2015

    belli mi piacciono tanto li devo proprio fare. Grazie alla prossima.

  • Bea ha scritto: giovedì 13 agosto 2015

    Ho provato questa ricetta stasera, utilizzando però la farina di mandorle. Il risultato è stato molto soddisfacente, che buoni!!! Non ho avuto nessun prolema con l'impasto. Grazie Sonia per la ricetta!

10 di 65 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI