Anelli di cipolla in pastella

Antipasti
Anelli di cipolla in pastella
88 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 30 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + 30 minuti di riposo

Presentazione

Gli anelli di cipolla in pastella formano una pietanza rustica e stuzzicante: possono essere serviti come stuzzichini durante un aperitivo, come accompagnamento ad un piatto di carne oppure in abbinamento ad un un piatto di formaggi e salumi. Gli anelli di cipolla vengono immersi in una pastella piuttosto densa e poi fritti in olio di semi bollente: sono ottimi sia caldi che freddi. Molto diffusi nei paesi anglosassoni, gli anelli di cipolla sono un piatto tipico da fast food che viene servito con salsa barbecue, mostarda o ketchup. Gustosi e croccanti sono un contorno ideale per le grigliate tra amici.

Ingredienti per 50 anelli
Cipolle grandi e tonde 2 da 120 gr
Ingredienti per la pastella
Farina 90 g
Lievito chimico in polvere 1/2 cucchiaino
Uova 1
Latte 100 ml
Olio di oliva 1 cucchiaio
Sale q.b.
Ingredienti per friggere
Olio di semi q.b.

Preparazione

Anelli di cipolla in pastella

Per preparare gli anelli di cipolla in pastella  per prima cosa preparate la pastella: setacciate in una ciotola la farina e il lievito in polvere (1), aggiungete l’uovo (2), il latte (3)

Anelli di cipolla in pastella

e l’olio di oliva (4); lavorate con una frusta fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Coprite con della pellicola per alimenti (5) e lasciate riposare per 30 minuti. Nel frattempo sbucciate le cipolle e, con un coltello, tagliate nel senso della larghezza delle fette di cipolla spesse mezzo cm circa (6).

Anelli di cipolla in pastella

Dividete, facendo attenzione a non romperli, gli anelli di ogni fetta (7). Scaldate, in una padella antiaderente, abbondante olio di semi; prendete la pastella e salatela; passate gli anelli di cipolla nella pastella (8)  e quando l'olio avrà raggiunto i 180° immergete gli anelli (9).

Anelli di cipolla in pastella

Friggete gli anelli (10) fino a quando saranno dorati (11), poi fateli scolare su della carta assorbente (12) e, se occorre, aggiustate di sale. Servite gli anelli di cipolla in pastella ben caldi.

Conservazione

Consigliamo di consumare gli anelli di cipolla in pastella in pastella appena pronti.

Consiglio

Se lo desiderate, dopo aver fatto riposare la pastella, potete insaporirla aggiungendo della paprika o del coriandolo (oppure prezzemolo) tritato.

Curiosità

Le origini degli anelli di cipolla non sono conosciute, la prima traccia di questa preparazione risale agli anni trenta quando, sul quotidiano statunitense New York Times, apparve per la prima volta la ricetta di questi anelli fritti in pastella. Conosciuti come onion rings, si trovano comunemente negli USA, Canada, Regno Unito, Australia, Irlanda, e in alcuni paesi asiatici.

Altre ricette

I commenti (88)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Ilenia ha scritto: sabato 25 giugno 2016

    Quale la cipolla ideale visto che c'è sono diverse? grazie????

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 27 giugno 2016

    @Ilenia: Ciao Ilenia, sicuramente il tipo che preferisci di più! Noi abbiamo scelto la rossa di Tropea, che è molto più dolce rispetto alle altre smiley un saluto!

  • cuocacarmen ha scritto: mercoledì 22 giugno 2016

    Ciaooo volevo sapere se le cipolle vanno prima sbollentate al volo.....visto che rimangono sempre un po crude !come posso fare?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 23 giugno 2016

    @cuocacarmen: Ciao Carmen, se le facessi sbollentare poi potresti avere qualche problema a pastellarle... Se ti sembra che restino troppo crude puoi tagliarle un po' meno spesse. Un saluto! smiley

  • Clara cento ha scritto: mercoledì 15 giugno 2016

    Sonia non ho il latte posso mettere panna da cucina?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 16 giugno 2016

    @Clara cento: Ciao! Non è esattamente la stessa cosa ma puoi provare! Altrimenti potresti utilizzare dell'acqua! 

  • caterina ha scritto: giovedì 26 maggio 2016

    Tutto buono

  • Maria D ha scritto: domenica 17 aprile 2016

    Non ho il lievito chimico.se nn lo metto il risultato sarà lo stesso?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 18 aprile 2016

    @Maria D : Ciao! sostituisci il lievito con un pizzico di bicarbonato! 

  • vale ha scritto: mercoledì 06 aprile 2016

    buonissimi da leccarsi le labbra

  • #16As ha scritto: mercoledì 03 febbraio 2016

    Domani ci provo, spero vada tutto bene visto che ogni volta che faccio qualcosa fritta non riesco mai a farli croccanti...

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 03 febbraio 2016

    @#16As: ciao! Presta attenzione alla temperatura dell'olio e vedrai che andrà bene smiley

  • Francy ha scritto: mercoledì 27 gennaio 2016

    Si possono cuocere al forno?

  • Roberto ha scritto: venerdì 27 novembre 2015

    Ciao, volevo sapere cosa dovevo fare con le cipolle, cioè una volta tagliate bisogna lavarle o altro per togliergli l'acidità da esse?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 27 novembre 2015

    @Roberto: Ciao Roberto, prova ad utilizzare delle cipolle rosse di Tropea che sono molto più dolce e poco acide rispetto alle altre. Immergerle in acqua potrebbe compromettere il risultato perché la pastella potrebbe far fatica ad attaccarsi alle rondelle smiley un saluto!

  • antonietta ha scritto: domenica 13 settembre 2015

    ciao sonia che bonta le verdure in pastella ,ma le piu buone tra tutte per me sono le cipole......sai ieri sabato 12 set ti ho vista qui dove abito..,, in una villa dove tu hai tenuto una rapresentazione culinaria ..sono rimasta sorpresa subito non capivo bove ti avevo vista... non ho avuto il tempo di scambiare un saluto e lo faccio ora,... brava ciao

10 di 88 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy