Speciale Buon appetito America!

Angel cake

Dolci e Desserts
Angel cake
657 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Angel cake

L’angel cake è una famosa torta americana che deve il suo nome alla sua estrema sofficità e leggerezza, proprio per queste sue caratteristiche è stato definito “il cibo degli angeli”. Già nota ai primi dell’800 venne trascritta solo alla fine del secolo, per divenire poi molto popolare verso la fine del XIX secolo . Secondo una legenda veniva realizzata dagli schiavi afro-americani, proprio perché per montare gli albumi a neve fermissima servivano braccia forti e resistenti. La particolarità di questo dolce sono proprio gli ingredienti: l’angel cake è preparata solo con albumi d’uovo, cremor tartaro, zucchero e aromi senza né olio né burro. Inoltre la cottura avviene in uno stampo particolare specifico per angel e chiffon cake che non necessita di essere imburrato. Questo è composto da un cilindro molto alto, con il fondo estraibile e da tre piedini posizionati lungo il bordo che permettono di lasciar raffreddare la torta capovolta, in questo modo il dolce non tenderà ad abbassarsi e resterà alto e voluminoso. La angel cake è un dessert molto versatile, che potrete accompagnare con svariate creme, glasse e frutta fresca.

Ingredienti per uno stampo da chiffon
Farina tipo 00 160 g
Uova albumi (circa 12 uova) 480 g
Cremor tartaro (oppure la stessa dose di lievito chimico in polvere per preparazioni dolci) 6 g
Zucchero semolato 300 g
Sale 4 g
Mandorle estratto di mandorle amare 1 cucchiaino
Vaniglia i semi di 1 bacca

Preparazione

Angel cake

Per preparare l'angel cake assicuratevi che gli strumenti per montare gli albumi siano perfettamente puliti, privi di ogni traccia di grasso. Procedete con la cottura degli albumi in un pentolino per bagnomaria oppure versando dell'acqua in un tegame capiente e sovrapponendo un pentolino più piccolo (in questo caso l'acqua non dovrà arrivare a toccare il fondo del pentolino). Separate gli albumi dai tuorli (questi ultimi potete conservarli al fresco coperti con pellicola a contatto ed usarli per preparare la crema pasticcera al cioccolato) (1) . Versate gli albumi nel pentolino, accendete il fuoco dolce e inserite il termometro da cucina perché la temperatura dovrà raggiungere i 45° (2). Mescolate delicatamente gli albumi con una frusta mentre si scaldano (in alternativa potete usare albumi a temperatura ambiente oppure scaldarli al microonde alla massima potenza 5-6 secondi alla volta). Una volta raggiunta la temperatura, versate gli albumi nella ciotola di una planetaria . Azionate la planetaria a velocità media e non appena gli albumi inizieranno a diventare bianchi, aggiungete una parte dello zucchero(200 grammi), mentre la restante parte verrà aggiunta successivamente (3) .

Angel cake

A questo punto versate l'estratto di mandorle amare (4) e lasciate incorporare, quindi aggiungete anche il cremor tartaro setacciato (5). Dopo un paio di minuti unite in ultimo i semi della bacca di vaniglia (6).

Angel cake

Non appena gli albumi saranno gonfi e spumosi spegnete la planetaria (7). A parte in una ciotola setacciate la farina (8).Quindi sempre nella stessa ciotola versate la parte restante dello zucchero e il sale (9).

Angel cake

A questo punto trasferitevi gli albumi e incorporateli alle polveri molto delicatamente, mescolando dall'alto verso il basso con una spatolina per evitare che il composto si smonti (10-11). Ora non vi resta che versare il composto nel classico stampo da angel cake o chiffon (18 cm di diametro del fondo, 23 cm in superficie e 10 cm di altezza) senza imburrarlo o infarinarlo (se non ne siete in possesso potete anche usare uno stampo per il pan di spagna imburrato e infarinato). Versate il composto a mano a mano nello stampo senza batterlo per uniformare, ma distribuendolo delicatamente con una spatola o con un cucchiaio (12). Cuocete la angel cake in forno statico preriscaldato a 190° per 30-35 minuti (se forno ventilato 170° per 25-30 minuti).

Angel cake

Trascorso il tempo indicato, provate a punzecchiare l’angel cake con uno stecchino da spiedino e se uscirà asciutto, potete sfornare il dolce, altrimenti cuocetelo per qualche altro minuto. Sfornate l’angel cake (13) e capovolgetela su un tagliere poggiandola sugli appositi piedini (14): in questo modo il dolce si raffredderà senza sgonfiarsi o inumidirsi. Una volta che sarà completamente freddo, sformatelo e con la lama di un coltello staccate delicatamente la base dello stampo. Servite la vostra angel cake semplice (15), accompagnata da una ricca crema pasticcera al cioccolato, oppure con un coulis di frutta o ancora ricoperta di glassa!

Conservazione

Potete conservare la angel cake sotto una campana di vetro per 1-2 giorni. Si sconsiglia la congelazione.

Il consiglio di Sonia

Per i più golosi, questa soffice torta si può accompagnare con una golosa crema pasticcera da realizzare con i tuorli avanzati! Se preferite rimanere sullo stesso tono del bianco che ne dite di una crema al latte? Sarà sicuramente deliziosa anche con una coulis di frutta!

Altre ricette

I commenti (657)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Matisse ha scritto: giovedì 27 agosto 2015

    @Sonia-Gz: Cara Sonia, le misure sono 25 centimetri di diametro e 10 di altezza. Devo fare una volta e mezza le dosi indicate? Posso fare lo stesso anche per la chiffon cake del tuo sito?

  • Matisse ha scritto: lunedì 24 agosto 2015

    Ciao Sonia se ho uno stampo da chiffon di 25 cm di diametro come mi devo regolare con le dosi?

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 25 agosto 2015

    @Matisse: Ciao, per risponderti bisognerebbe essere precisi sullo stampo quindi diametro, altezza e superficie. Potresti provare a fare una dose e mezzo ma fai attenzione che non sia eccedente la capacità dello stampo. Un saluto!

  • Samuele ha scritto: mercoledì 15 luglio 2015

    Ciao Sonia, si può omettere il sale?

  • Ari ha scritto: mercoledì 17 giugno 2015

    Secondo me bisogna aggiungere delle uova, non sono abbastanza

  • martina ha scritto: giovedì 28 maggio 2015

    Salve volevo sapere (dato che non ho la planetaria né il termometro ) se potevo usare un comune sbattitore elettrico e se potevo omettere l'uso del termometro

  • Agnese ha scritto: martedì 26 maggio 2015

    Ciao Sonia! Finalmente sono riuscita a fare anche io la Angel Cake! Dico finalmente perché ho lo stampo da Natale e l'ho fatta solo ora per la prima volta! E' venuta molto bene dal punto di vista consistenza e forma quindi sono molto soddisfatta. Però, è davvero troppo, troppo dolce per me! Secondo te è possibile ridurre la quantità di zucchero di almeno 50g senza compromettere la riuscita dell'Angel Cake? Ho paura che riducendo lo zucchero la meringa non venga, secondo te? Grazie mille per le tue magnifiche ricette, Agnese

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 26 maggio 2015

    @Agnese: Ciao Agnese, bene mi fa molto piacere che sei riuscita a provarla! Non posso garantirti la riuscita del dolce eliminando parte dello zucchero, poiché comprometteresti la riuscita, mi spiace. Un saluto smiley

  • giovanni ha scritto: lunedì 25 maggio 2015

    @miria: io l'ho comprato alla Rinascente a Firenze. Prezzo 17 euro

  • giovanni ha scritto: lunedì 25 maggio 2015

    L'ho fatto, seguendo alla lettera la ricetta. L'unica variante è stata quella di aggiungere farina, zucchero e sale sopra, non sotto, gli albumi montati, ed è andata bene...ho risparmiato una ciotola imbrattata. Commenti al risultato: aspetto bellissimo, consistenza perfetta. L'aroma di mandorla la prossima volta lo ometterò perché dà al dolce un gusto artificiale. Secondo me meglio scorza d'arancia o di limone, che fra l'altro si abbina meglio alla salsa di frutta che ho usato come accompagnamento. Credo comunque che questo dolce di persé non abbia una gran personalità: lo proverei ad usare come base per altre preparazioni, un po' come si fa con il pandi spagna.

  • Cristiano ha scritto: domenica 17 maggio 2015

    Ciao, ho provato a fare la torta, ho seguito tutto alla lettera, gli albumi si sono montati a dovere, ho utilizzato uno stampo da pan di spagna tondo largo 24 con bordi da 6, in forno si era gonfiato parecchio, ma poi con il proseguire della cottura si è sgonfiato ed in più è gommoso, dove ho sbagliato? Dovevo dimezzare le dosi per uno stampo del genere? O errore di cottura?

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 26 maggio 2015

    @Cristiano: Ciao Cristiano! Avevi per caso imburrato lo stampo? smiley

  • giovanna ha scritto: venerdì 15 maggio 2015

    per Teresa 10 maggio 2015. Ho usato anch'io confezione 500 gr albumi a temperatura ambiente ed e'' venuto ok. Penso vada bene anche frullatore.

10 di 657 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento