Angel cake

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    40-45 min
  • Preparazione:
    15-20 min
  • Dosi per:
    8 persone
  • Costo:
    Basso

Cake alle albicocche

Angel cake

L’angel cake è una famosa torta americana che deve il suo nome all’estrema leggerezza sia della consistenza che degli ingredienti utilizzati. Già nota ai primi dell'Ottocento, viene trascritta per la prima volta solo alla fine del secolo.
La particolarità di questo dolce sono gli ingredienti: l’angel cake è preparata solo con albumi d’uovo, senza olio nè burro. Inoltre viene cotta in uno stampo specifico per angel cake e chiffon cake: un cilindro molto alto, con il fondo piatto ed estraibile.
Il risultato sarà un dolce morbidissimo, arioso e dal sapore delicato che potrete accompagnare o farcire con svariate creme, glassa o frutta fresca!

Ingredienti per uno stampo da chiffon
Farina tipo 00 160 gr
Sale 4 gr
Zucchero semolato 270 gr
Mandorle 1 cucchiaino di estratto di mandorle amare
Uova albumi 480 gr (circa 12 uova)
Vaniglia i semi di 1 bacca o una bustina di vanillina
Cremor tartaro 6 gr (oppure la stessa dose di lievito chimico in polvere per preparazioni dolci)

Preparazione

Angel cake
Per preparare l'angel cake assicuratevi che gli strumenti per montare gli albumi siano perfettamente puliti, privi di ogni traccia di grasso. Procedete con la cottura degli albumi in un pentolino per bagnomaria oppure versando dell'acqua in un tegame capiente e sovrapponendo un pentolino più piccolo (in questo caso l'acqua non dovrà arrivare a toccare il fondo del pentolino). Separate gli albumi dai tuorli (questi ultimi potete conservarli al fresco coperti con pellicola a contatto ed usarli per preparare la crema pasticcera al cioccolato); versate gi albumi nel pentolino (1), accendete il fuoco dolce e inserite il termometro da cucina perchè la temperatura dovrà raggiungere i 45°; mescolate delicatamente gli albumi con una frusta mentre si scaldano (2) (in alternativa potete usare albumi a temperatura ambiente oppure scaldarli al mocroonde alla massima potenza 5-6 secondi alla volta). Una volta raggiunta la temperatura, versate gli albumi nella ciotola di una planetaria e sbatteteli con le fruste (3);
Angel cake
quando inizieranno a diventare bianchi, aggiungete l'estratto di mandorle amare (4), il cremor tartaro setacciato (5) e poi dopo un paio di minuti i semi della bacca di vaniglia (o una bustina di vanillina) (6).
Angel cake
Mentre continuate a lavorare gli albumi versate lo zucchero non tutto insieme ma in tre volte (7). Quando anche lo zucchero si sarà incorporato e gli albumi saranno spumosi e omogenei (8) , spegnete la planetaria (9).
Angel cake
Trasferite il tutto in una ciotola apiente e aggiungete la farina e il sale setacciati (10). Con una spatola mescolate con delicatezza dall'alto verso il basso per evitare che il composto si smonti (11). Ora non vi resta che versare il composto nel classico stampo da angel cake o chiffon (18 cm di diametro del fondo, 23 cm in superficie e 10 cm di altezza) senza imburrarlo o infarinarlo (potete anche usare uno stampo per il pan di spagna imburrato e infarinato): versate il composto a mano a mano nello stampo senza batterlo per uniformare il composto, ma distribuendolo delicatamente con la spatola o il cucchiaio (12).  Cuocete la angel cake in forno statico preriscaldato a 190° per 30-35 minuti (se forno ventilato 170° per 25-30 minuti).
Angel cake
Trascorso il tempo indicato, provate a punzecchiare l’angel cake con uno stecchino da spiedino e se uscirà asciutto, potete sfornare il dolce, altrimenti cuocetelo per qualche altro minuto. Sfornate l’angel cake (13) e capovolgetela su un tagliere poggiandola sugli appositi piedini (14): in questo modo il dolce si raffredderà senza sgonfiarsi o inumidirsi. Una volta che sarà completamente freddo, sformatelo e con la lama di un coltello staccate delicatamente la base dello stampo. Servite la vostra angel cake semplice (15), accompagnata da una ricca crema pasticcera al cioccolato, oppure con un coulis di frutta o ancora ricoperta di glassa!

Conservazione

Potete conservare la angel cake sotto una campana di vetro per 1-2 giorni. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio di Sonia

Per i più golosi, questa soffice torta si può accompagnare con una golosa crema pasticcera da realizzare con i tuorli avanzati! Se preferite rimanere sullo stesso tono del bianco che ne dite di una crema al latte? Sarà sicuramente deliziosa anche con una coulis di frutta!

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 530 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


530
Nikita ha scritto: Venerdì 18 Aprile 2014  |  Rispondi »
Ciao, ma si può fare senza l'estratto di mandorle amare? Perché non lo trovo proprio. Posso sostituirlo con qualcos'altro?
Grazie
529
Daniela ha scritto: Mercoledì 16 Aprile 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia volevo chiederti se è possibile usare l'impasto dell` angel cake per fare dei cup cake,in tel caso vorrei sapere quale glassa o copertura posso usare.
528
Fabio ha scritto: Lunedì 07 Aprile 2014  |  Rispondi »
secondo me se la cuocete alla temperatura indicata non crescerà mai.
190 gradi sono troppi.
527
Fabio ha scritto: Sabato 05 Aprile 2014  |  Rispondi »
Ciao a tutti, secondo me é sbagliato cuocere questa torta ad una temperatura così elevata(190 gradi) come indicato dalla ricetta. Un dolce del genere ha bisogno di cuocere a temperature più basse(120/140) e per molto tempo(60') Vorrei sapere come avete fatto a farlo cuocendolo a 190 gradi!!!!!!
526
Martina ha scritto: Martedì 01 Aprile 2014  |  Rispondi »
L ho fatta questa sera ed è davvero strepitosa, morbidissima, ho aggiunto qualche goccia di cioccolato.
Dato che la tortiera era più piccola, ho ricavato qualche muffin e anche loro sono venuti bene.
Un ottimo modo di recuperare gli albumi.
Ma se volessi farla ancora più light e diminuire lo zucchero, dovrei aumentare la farina?
525
Daniela ha scritto: Sabato 29 Marzo 2014  |  Rispondi »
Cara Sonia non è la prima volta che lo faccio e viene sempre bene- oggi però mi sembrava sì scurisse troppo in fretta nel forno e l'ho semicoperto con un po' di stagnola e abbassato un pò il forno, era già nel ripiano più basso... Poco dopo ha iniziato ad abbassarsi.... Ho tolto la stagnola e spento il forno, dopo un pò l'ho tirato fuori e capovolto lo stampo... Dopo un minuto la torta si è staccata dallo stampo.... Da sola.... L'ho sistemata su un piatto perchè finisse di raffreddarsi ma si sta inesorabilmente abbassando! Come mai si è staccata dallo stampo? Non era né imburrato nè coperto di carta forno !
grazie,
524
Francesca ha scritto: Domenica 23 Marzo 2014  |  Rispondi »
@Sonia-Gz: grazie mille, proverò!
523
Sonia-Gz ha scritto: Domenica 23 Marzo 2014  |  Rispondi »
@Francesca: Ciao, puoi provare ma dovrai regolarti per la cottura perchè con il silicone i dolci si cuociono prima.
522
Francesca ha scritto: Domenica 23 Marzo 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia, si può usare uno stampo in silicone o va a modificare il sapore?
521
Ket ha scritto: Lunedì 10 Marzo 2014  |  Rispondi »
American angel cake strepitosa, un mio carissimo amico americano mi aveva suggerito di decorarla e servirla con fragole fresche..è stato un successone!
10 di 530 commenti visualizzati

Lascia un Commento