Angel cake

Dolci e Desserts
Angel cake
604 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Angel cake

L’angel cake è una famosa torta americana che deve il suo nome all’estrema leggerezza sia della consistenza che degli ingredienti utilizzati. Già nota ai primi dell'Ottocento, viene trascritta per la prima volta solo alla fine del secolo.
La particolarità di questo dolce sono gli ingredienti: l’angel cake è preparata solo con albumi d’uovo, senza olio nè burro. Inoltre viene cotta in uno stampo specifico per angel cake e chiffon cake: un cilindro molto alto, con il fondo piatto ed estraibile.
Il risultato sarà un dolce morbidissimo, arioso e dal sapore delicato che potrete accompagnare o farcire con svariate creme, glassa o frutta fresca!

Ingredienti per uno stampo da chiffon
Farina tipo 00 160 gr
Sale 4 g
Zucchero semolato 270 gr
Mandorle 1 cucchiaino di estratto di mandorle amare
Uova albumi 480 gr (circa 12 uova)
Vaniglia i semi di 1 bacca o una bustina di vanillina
Cremor tartaro 6 gr (oppure la stessa dose di lievito chimico in polvere per preparazioni dolci)

Preparazione

Angel cake

Per preparare l'angel cake assicuratevi che gli strumenti per montare gli albumi siano perfettamente puliti, privi di ogni traccia di grasso. Procedete con la cottura degli albumi in un pentolino per bagnomaria oppure versando dell'acqua in un tegame capiente e sovrapponendo un pentolino più piccolo (in questo caso l'acqua non dovrà arrivare a toccare il fondo del pentolino). Separate gli albumi dai tuorli (questi ultimi potete conservarli al fresco coperti con pellicola a contatto ed usarli per preparare la crema pasticcera al cioccolato); versate gi albumi nel pentolino (1), accendete il fuoco dolce e inserite il termometro da cucina perchè la temperatura dovrà raggiungere i 45°; mescolate delicatamente gli albumi con una frusta mentre si scaldano (2) (in alternativa potete usare albumi a temperatura ambiente oppure scaldarli al mocroonde alla massima potenza 5-6 secondi alla volta). Una volta raggiunta la temperatura, versate gli albumi nella ciotola di una planetaria e sbatteteli con le fruste (3);

Angel cake

quando inizieranno a diventare bianchi, aggiungete l'estratto di mandorle amare (4), il cremor tartaro setacciato (5) e poi dopo un paio di minuti i semi della bacca di vaniglia (o una bustina di vanillina) (6).

Angel cake

Mentre continuate a lavorare gli albumi versate lo zucchero non tutto insieme ma in tre volte (7). Quando anche lo zucchero si sarà incorporato e gli albumi saranno spumosi e omogenei (8) , spegnete la planetaria (9).

Angel cake

Trasferite il tutto in una ciotola apiente e aggiungete la farina e il sale setacciati (10). Con una spatola mescolate con delicatezza dall'alto verso il basso per evitare che il composto si smonti (11). Ora non vi resta che versare il composto nel classico stampo da angel cake o chiffon (18 cm di diametro del fondo, 23 cm in superficie e 10 cm di altezza) senza imburrarlo o infarinarlo (potete anche usare uno stampo per il pan di spagna imburrato e infarinato): versate il composto a mano a mano nello stampo senza batterlo per uniformare il composto, ma distribuendolo delicatamente con la spatola o il cucchiaio (12).  Cuocete la angel cake in forno statico preriscaldato a 190° per 30-35 minuti (se forno ventilato 170° per 25-30 minuti).

Angel cake

Trascorso il tempo indicato, provate a punzecchiare l’angel cake con uno stecchino da spiedino e se uscirà asciutto, potete sfornare il dolce, altrimenti cuocetelo per qualche altro minuto. Sfornate l’angel cake (13) e capovolgetela su un tagliere poggiandola sugli appositi piedini (14): in questo modo il dolce si raffredderà senza sgonfiarsi o inumidirsi. Una volta che sarà completamente freddo, sformatelo e con la lama di un coltello staccate delicatamente la base dello stampo. Servite la vostra angel cake semplice (15), accompagnata da una ricca crema pasticcera al cioccolato, oppure con un coulis di frutta o ancora ricoperta di glassa!

Conservazione

Potete conservare la angel cake sotto una campana di vetro per 1-2 giorni. Si sconsiglia la congelazione.

Il consiglio di Sonia

Per i più golosi, questa soffice torta si può accompagnare con una golosa crema pasticcera da realizzare con i tuorli avanzati! Se preferite rimanere sullo stesso tono del bianco che ne dite di una crema al latte? Sarà sicuramente deliziosa anche con una coulis di frutta!

Altre ricette

I commenti (604)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • loredana ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    @Sonia-Gz: l'ho preparato ieri,quando l'ho messa nello stampo l'impasto era bello gonfio e invece a pochi minuti dalla fine della cottura si è un pò sgonfiata!poi l'ho lasciata raffreddare ed è venuta spungosa!dove ho sbagliato?!!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 18 dicembre 2014

    @loredana:Ciao loredana! La cottura di questo dolce è molto insidiosa, prova a lasciatrla un pò in forno spento per evitare uno sbalzo di temperatura. la consistenza gommosa simile ai marshmallow è tipica smiley

  • Vicky ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    ciao l'ho fatto sabato es è uscito perfetto, poi sopra ci ho fatto anche una colata di glassa all'acqua. squisita! pensavo venisse più alta visto che i bianchi avevano riempito la planetaria....ma è venuta come nella tua foto. ll gusto della mandorla amara gli dà un tocco in più!

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    @Vicky:Sono contenta del tuo risultato smiley

  • Katia ha scritto: lunedì 15 dicembre 2014

    l'ho fatta ieri sera seguendo la ricetta ... Fantastica ! Soffice, delicata ... Impasto perfetto Ho usato uno stampo da ciambella e l'ho ricoperta di panna montata finendola con scaglie di cioccolato fondente e ciliegie candite Gnam gnam

  • maria ha scritto: lunedì 15 dicembre 2014

    buongiorno sono Maria non capisco perchè a me è uscito liquido l'impasto

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    @maria:Ciao Maria! Probabilmente ti si sono smontati gli albumi quando hai incorporato la farina oppure li hai montati eccessivamente separando le proteine contenute nell'albume. Questa fase è molto delicata, ci si deve fermare al momento giusto e mescolare gli ingredienti dal basso verso l'alto e delicatamente smiley

  • nunzia ha scritto: sabato 13 dicembre 2014

    Vorrei sapere come posso sostituire il credo tartaro

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 19 dicembre 2014

    @nunzia:Ciao Nunzia! Puoi sostituirlo con il lievito chimico in polvere smiley

  • chantal ha scritto: mercoledì 03 dicembre 2014

    potrei avere per favore la ricetta della crema al latte'? GRAZIE

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 05 dicembre 2014

    @chantal:Ciao Chantal! Eccola (considera solo la crema): crema al latte

  • bellini Maria cristina ha scritto: lunedì 01 dicembre 2014

    Vorrei sapere su quale sito è possibile ordinare lo stampo per angel case grazie!

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 04 dicembre 2014

    @bellini Maria cristina:Ciao Maria Cristina! Lo stampo della Angel Cake è facilmente reperibile online smiley poco importa il sito di provenienza!

  • mari ha scritto: mercoledì 26 novembre 2014

    ciao posso farla Nelli stampo a ciambella normale perché nn ho quello chiffon

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 05 dicembre 2014

    @mari :Ciao Mari! Potresti usare anche un normale stampo a ciambella ma sarà complicato estrarre il dolce per la tipica consistenza elastica smiley

  • Filippo ha scritto: giovedì 20 novembre 2014

    Ciao a tutti. Volevo portare la mia esperienza. Ho provato passo passo come dice la ricetta ed effettivamente l'impasto dopo la prima montata è venuto liquido. Per ovviare a questo problema ho messo gli albumi lo zucchero il cremor tartaro e il sale gia tutto all'inizio e dopo 5 minuti nella planetaria l'impasto è venuto spumoso e resistente alla mescolatura della farina. Per quanto riguarda lo stampo è meglio avere quello originale (io l'ho trovto all'auchan), questo perchè l'impasto se raggiunge l'intensità giusta, riempie la planetaria e in uno stampo normale non ci sta, senza calcolare che in forno cresce ancora. La misura anche se più grande non importa. Una volta in forno non abbiate paura deve raggiungere un colore marroncino e d infine fuori dal forno copovolgere e lasciare raffreddare. P.S. Non ho messo le mandorle. Grazie per l'attenzione....... Ciao

  • sara ha scritto: mercoledì 19 novembre 2014

    Ciao ho provato a fare questa torta più volte e nonostante le mille accortezze mentre é in forno ls vedo crescere. Appena spengo il forno, lasciandola qualche minuto in più per non farla abbassare ottengo proprio l'effetto contrario. Potresti spiegarmi dove sbaglio???? Devi toglierla subito e girarla? Grazie mille Sara

10 di 604 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento