Arrosto di vitello al forno con patate

Secondi piatti
Arrosto di vitello al forno con patate
232 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 70 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: elevato

Presentazione

Arrosto di vitello al forno con patate

L’arrosto di vitello al forno con patate è il classico secondo piatto delle feste, da preparare quando si ha un po’ di tempo da dedicare alla cucina e voglia di qualcosa di speciale.

Per preparare l’arrosto di vitello al forno, i tagli di carne migliori sono la sottofesa, lo scamone, il carrè, la spalla arrotolata o la noce; mettete in preventivo di perdere almeno due ore di tempo per poter seguire la cottura al forno dell’arrosto e delle patate che lo accompagneranno.
State sicuri che il risultato finale vi ripagherà abbondantemente della vostra fatica!

Ingredienti per l'arrosto
Carne bovina sottofesa di vitello 1 kg
Vino bianco 1/2 bicchiere
Sale q.b.
Aglio 3 spicchi
Salvia 12 foglie
Olio di oliva extravergine q.b.
Brodo di carne (o vegetale) q.b.
Pepe macinato q.b.
Rosmarino qualche rametto
Patate 1,5 kg

Preparazione

Arrosto di vitello al forno con patate

Per preparare l'arrosto di vitello al forno con patate, iniziate accendendo il forno a 180 gradi. Prendete il pezzo di carne scelto per fare l’arrosto, quindi  legatelo (vedi qui come fare); infilate sotto alla legatura delle foglie di salvia  e due rametti di rosmarino, quindi massaggiate tutta la sua superficie con del sale fino da cucina in modo che sciogliendosi penetri nella carne, quindi pepatelo (1); ponete l'arrosto legato in un tegame contenente dell'olio di oliva (2) (e un pezzetto di burro se vi piace) e rosolatelo su tutti i suoi lati (3).

Arrosto di vitello al forno con patate

Nel frattempo, sbucciate le patate, e tagliatele a tocchetti (4) (affinchè si cuociano tagliate le patate a pezzi non troppo grandi);  ponete l'arrosto rosolato al centro di una teglia capiente (in modo che anche le patate, una volta poste al suo interno non si sovrappongano) irroratelo con il fondo di rosolatura, e unite le patate a pezzetti che cospargerete con sale, pepe, gli spicchi d'aglio, un trito di aghi di rosmarino e foglie di salvia.
Cospargete l'arrosto con il vino bianco e bagnate il tutto con un po' di brodo (5) e con dell'olio extravergine di oliva (6). Infornate in forno già caldo a 180°.
Trascorsi i primi 30 minuti di cottura, estraete la teglia con l’arrosto, munendovi di appositi guanti da forno, irrorate con del brodo se necessario e muovete le patate, quindi  mettete di nuovo la teglia in forno per continuare la cottura. Continuate a cuocere l’arrosto per altri 30 minuti, trascorsi i quali le patate saranno pronte mentre dovrete verificare la cottura dell’arrosto pungendolo con uno spillone: se fuoriuscirà un liquido traslucido l’arrosto è cotto, mentre se il liquido sarà rosato, significa che ancora è crudo, quindi dovrete continuare la cottura per qualche altro minuto.
Quando l’arrosto sarà cotto, spegnete il forno ed estraete la carne; avvolgetela in un foglio d'alluminio per tenerla in caldo. Estraete le patate dalla teglia e prelevate il liquido di cottura che sarà rimasto nella teglia, filtratelo e fatelo addensare in una padella antiaderente aggiungendo della farina, infine aggiustate la salsa di sale e di pepe. 
A questo punto togliete la carne dall’alluminio: potete scegliere di tagliare l’arrosto in tavola davanti ai commensali, oppure di farlo prima e comporre già i piatti da servire, accompagnando la carne con le patate al forno e il sugo ottenuto.

Come fare a legare l'arrosto.

Leggi la scheda completa: Come fare a legare l'arrosto.

Il consiglio di Sonia

State attenti a non cuocere troppo l’arrosto perché rischiereste di farlo diventare legnoso e asciutto; è utile ricordarsi che per ogni kg di carne, ci vorrà circa 1 ora di cottura.

Altre ricette

I commenti (232)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • marco ha scritto: domenica 18 gennaio 2015

    nella cottura in forno va preferita quella statica o ventilata? Siccome la carne è risultata un po' gommosa, la prossima volta è preferibile coprire la teglia con dell'alluminio per la cottura in forno. . questo potrebbe garantire una maggiore morbidezza della carne? grazie mille

  • Sonia Peronaci ha scritto: domenica 18 gennaio 2015

    @marco:Ciao Marco! Puoi usare entrambe le modalità, ma se scelgi il ventilato allora abbassa la temperatura di 20° e accorcia i tempi di cottura di 10 minuti smiley Per la carta di alluminio: puoi provare da metà cottura in poi!

  • borraccino ha scritto: mercoledì 14 gennaio 2015

    Mi permetto di suggerire perche' l'arrosto venga piu' morbido di metterci due ckpolle tagliate grossolanamente,viene anche più saporito.

  • Lullu 74 ha scritto: sabato 10 gennaio 2015

    Buon pom Sonia e buon pom a tutti i blogger volevo chiedervi ho preparato ora l arrosto ma lo Serviro' stasera a cena come lo Conservo fino ad allora? Grazie un abbraccio a tutti

  • Ettote ha scritto: domenica 04 gennaio 2015

    Io ho seguito passo dopo passo la vostra ricetta ed è venuto buonissimo.. Grazie e buon Anno

  • chiara ha scritto: venerdì 02 gennaio 2015

    le patate rimangono un pò dure le ho fatte cuocere un'altra mezz'ora, l'arrosto è buono ma non abbastanza morbido, ho usato quello con il ripieno di spinaci, saporito

  • Angela ha scritto: mercoledì 31 dicembre 2014

    Ciao...interessante la ricetta...come fare per ottenere più sugo?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 31 dicembre 2014

    @Angela:Ciao Angela! Potresti allungarlo con un pò di brodo smiley

  • max ha scritto: lunedì 29 dicembre 2014

    Ciao! sto per provare la vostra ricetta applicata alla selvaggina, in particolare Cervo e Capriolo. Ho alcune domande cui spero possiate rispondermi: - la cottura è uguale a quella per il vitello o devo prestare attenzione ad aspetti particolari? - ho diversi tagli che penso possano andare bene, ossia spalla, collo e sottofesa. Mi confermate che vanno tutti bene? - Mi consigli di marinare la carne (eventualmente con profumi tipici per la selvaggina, quali ginepro e timo) oppure no? Grazie mille e complimenti per la trasmissione e il sito. A presto! Max

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 29 dicembre 2014

    @max:Ciao, per gli arrosti arrotolati la spalla va bene. La sottofesaè "il classico" arrosto! Per la cottura puoi regolarti in base al peso della carne! Non ti consiglierei una marinatura ma di seguire il procedimento, puoi in caso aromatizzare la carne con il ginepro e il rosmarino qualche ora prima di cuocerla!

  • Silvia ha scritto: domenica 28 dicembre 2014

    Ciao Sonia! Vorrei chiederti solo una precisazione mezzo kilo di carne devo cuocerlo ugualmente x un ora?....grazie ciao

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 29 dicembre 2014

    @Silvia:Ciao Silvia! No, la tempistica si riduce smiley

  • Alessandra ha scritto: sabato 27 dicembre 2014

    Io sto' cucinando l'arrosto per questa sera per degli amici... Vi diro' al posto del brodo ho usato il vino bianco... va" bene ugualmente?

  • Sonia Peronaci ha scritto: sabato 27 dicembre 2014

    @Alessandra:Ciao Alessandra! Fammi sapere se viene apprezzato smiley

  • valeria ha scritto: venerdì 26 dicembre 2014

    Lo sto preparando ma è meglio forno statico o ventilato?

  • Sonia Peronaci ha scritto: sabato 27 dicembre 2014

    @valeria:Ciao Valeria puoi usare entrambe le modalità, se scegli il ventilato devi impostarlo a 20° e 10 minuti in meno rispetto allo statico

10 di 232 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento