Arrosto di vitello al forno con patate

Secondi piatti
Arrosto di vitello al forno con patate
259 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 70 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: elevato

Presentazione

Arrosto di vitello al forno con patate

L’arrosto di vitello al forno con patate è il classico secondo piatto delle feste, da preparare quando si ha un po’ di tempo da dedicare alla cucina e voglia di qualcosa di speciale.

Per preparare l’arrosto di vitello al forno, i tagli di carne migliori sono la sottofesa, lo scamone, il carrè, la spalla arrotolata o la noce; mettete in preventivo di perdere almeno due ore di tempo per poter seguire la cottura al forno dell’arrosto e delle patate che lo accompagneranno.
State sicuri che il risultato finale vi ripagherà abbondantemente della vostra fatica!

Ingredienti per l'arrosto
Carne bovina sottofesa di vitello 1 kg
Vino bianco 1/2 bicchiere
Sale q.b.
Aglio 3 spicchi
Salvia 12 foglie
Olio di oliva extravergine q.b.
Brodo di carne (o vegetale) q.b.
Pepe macinato q.b.
Rosmarino qualche rametto
Patate 1,5 kg

Preparazione

Arrosto di vitello al forno con patate

Per preparare l'arrosto di vitello al forno con patate, iniziate accendendo il forno a 180 gradi. Prendete il pezzo di carne scelto per fare l’arrosto, quindi  legatelo (vedi qui come fare); infilate sotto alla legatura delle foglie di salvia  e due rametti di rosmarino, quindi massaggiate tutta la sua superficie con del sale fino da cucina in modo che sciogliendosi penetri nella carne, quindi pepatelo (1); ponete l'arrosto legato in un tegame contenente dell'olio di oliva (2) (e un pezzetto di burro se vi piace) e rosolatelo su tutti i suoi lati (3).

Arrosto di vitello al forno con patate

Nel frattempo, sbucciate le patate, e tagliatele a tocchetti (4) (affinchè si cuociano tagliate le patate a pezzi non troppo grandi);  ponete l'arrosto rosolato al centro di una teglia capiente (in modo che anche le patate, una volta poste al suo interno non si sovrappongano) irroratelo con il fondo di rosolatura, e unite le patate a pezzetti che cospargerete con sale, pepe, gli spicchi d'aglio, un trito di aghi di rosmarino e foglie di salvia.
Cospargete l'arrosto con il vino bianco e bagnate il tutto con un po' di brodo (5) e con dell'olio extravergine di oliva (6). Infornate in forno già caldo a 180°.
Trascorsi i primi 30 minuti di cottura, estraete la teglia con l’arrosto, munendovi di appositi guanti da forno, irrorate con del brodo se necessario e muovete le patate, quindi  mettete di nuovo la teglia in forno per continuare la cottura. Continuate a cuocere l’arrosto per altri 30 minuti, trascorsi i quali le patate saranno pronte mentre dovrete verificare la cottura dell’arrosto pungendolo con uno spillone: se fuoriuscirà un liquido traslucido l’arrosto è cotto, mentre se il liquido sarà rosato, significa che ancora è crudo, quindi dovrete continuare la cottura per qualche altro minuto.
Quando l’arrosto sarà cotto, spegnete il forno ed estraete la carne; avvolgetela in un foglio d'alluminio per tenerla in caldo. Estraete le patate dalla teglia e prelevate il liquido di cottura che sarà rimasto nella teglia, filtratelo e fatelo addensare in una padella antiaderente aggiungendo della farina, infine aggiustate la salsa di sale e di pepe. 
A questo punto togliete la carne dall’alluminio: potete scegliere di tagliare l’arrosto in tavola davanti ai commensali, oppure di farlo prima e comporre già i piatti da servire, accompagnando la carne con le patate al forno e il sugo ottenuto.

Come fare a legare l'arrosto.

Leggi la scheda completa: Come fare a legare l'arrosto.

Consiglio

State attenti a non cuocere troppo l’arrosto perché rischiereste di farlo diventare legnoso e asciutto; è utile ricordarsi che per ogni kg di carne, ci vorrà circa 1 ora di cottura.

Coltelli per arrosto Per questa ricetta Coltelli per arrosto
Forni elettrici Per questa ricetta Forni elettrici
Cucine a legna Per questa ricetta Cucine a legna
Teglie Per questa ricetta Teglie
Piastre per grigliare Per questa ricetta Piastre per grigliare

Altre ricette

I commenti (259)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Gianluigi ha scritto: sabato 16 aprile 2016

    Ciao, domani mi cimenterò per la prima volta con l'arrosto. Una domanda: ho il forno elettrico, uso la cottura ventilata o tradizionale? Qual è la temperatura giusta? Grazie mille!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 16 maggio 2016

    @Gianluigi: Ciao! Puoi cuocere l'arrosto in forno statico (tradizionale) a 180°! 

  • Tonino ha scritto: domenica 10 aprile 2016

    È la prima volta che lo faccio ed è venuto molto buono grazie per la ricetta

  • Manu ha scritto: domenica 27 marzo 2016

    Preparato per questa domenica di Pasqua...sempre un gran successo! Grazie GZ

  • Ivanna ha scritto: domenica 27 marzo 2016

    La prima volta quando ho fatto questo arrosto ho preso un pezzo di carne intero da 1 kg, come suggerito nella ricetta. Ci è voluta molto più di 1 ora per ottenere la temperatura interna di 74 gradi. E' venuto buono, ma abbastanza secco... Adesso prendo sempre 3 pezzi di carne da 500-600 gr., li cuocio tutti insieme e ci metto 45 min circa al forno. E' buonissimo! Ottima ricetta per le feste in famiglia. Grazie!!

  • Camilla ha scritto: mercoledì 16 marzo 2016

    Ciao e se lo preparo per poi tagliarlo il giorno dopo sottile con l'affettatrice è fattibile???? Grazie per aver letto il mio messaggio! Ciao buona giornata

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 16 marzo 2016

    @Camilla: Ciao Camilla! Certamente! 

  • Gina ha scritto: martedì 09 febbraio 2016

    Buongiorno. Volevo chiedere se per controllare la cottura ci si può affidare a un termometro per carni. In quel caso, quale dovrebbe essere la temperatura dell'arrosto? Grazie!

  • stefi ha scritto: martedì 26 gennaio 2016

    Ieri pomeriggio,mentre lo stavo preparando, mi hanno rimandato la cena a sta sera, quindi non l ho ancora assaggiato, ma il sughetto con tanto di gelatina è buonissimo....!!!Ma niente patate, forse le faro' oggi... Cosa è meglio:tagliarlo e riscaldarlo al momento o il contrario, cioè scaldarlo intero e poi tagliarlo?Meglio le patate da sole arrosto o nel sugo, ma poi non ne ho piu' per la carne?Avevo pensato a questo punto di fare pisellini e purè e rimandare alla prossima volta la ricetta completa....... Mah!!!!!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 29 gennaio 2016

    @stefi: Ciao, puoi affettarlo da freddo e poi riscaldarlo in forno al bisogno. Le patate sarebbe meglio cuocerle insieme per renderle più saporite. Un saluto!

  • Claudia ha scritto: venerdì 15 gennaio 2016

    Ciao Sonia, complimenti x la ricetta! posso irrorare l'arrosto con la birra invece del vino? grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 15 gennaio 2016

    @Claudia: Ciao Claudia, se preferisci preparare l'arrosto alla birra ti consigliamo di leggere questa ricetta smiley un saluto!

  • vasco ha scritto: mercoledì 06 gennaio 2016

    Buonoooo

  • ornella ha scritto: lunedì 04 gennaio 2016

    se lo preparo la sera prima e' un problema?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 04 gennaio 2016

    @ornella: Ciao Ornella, certamente l'arrosto sarà più buono fatto al momento, ma puoi tranquillamente prepararlo il giorno prima. Coprilo e conservalo in frigorifero, dopodiché affettalo e riscaldalo prima di servirlo. Un saluto!

10 di 259 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento