Baccalà fritto

Secondi piatti
Baccalà fritto
12 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 8 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio
  • Nota: + il tempo di dissalazione

Presentazione

Il baccalà fritto, è un secondo piatto diffuso e gustato un po’in tutta la nostra penisola.
La sua facile preparazione avviene semplicemente dissalando il baccalà per almeno 2 giorni, per poi asciugarlo, infarinarlo e friggerlo in abbondante olio di oliva.
Il baccalà fritto è un piatto originariamente povero, molto semplice ma estremamente gustoso e saporito.

Ingredienti per il baccalà
Merluzzo baccalà 500 gr
Farina 2-3 cucchiai
Ingredienti per friggere
Olio di oliva q.b.

Preparazione

Baccalà fritto

Dissalate il baccalà sciacquandolo bene sotto l’acqua corrente e ponendolo a bagno per due giorni in acqua fredda e cambiando l’acqua almeno due volte al giorno.
Passati i due giorni, asciugate bene il baccalà  (1) e poi tagliatelo a pezzetti (2); infarinate ognuno di essi (3)

Baccalà fritto

e disponeteli mano a mano su un piatto (4) poi friggeteli in abbondante olio d’oliva (5) caldo; mantenendo il fuoco basso, friggeteli pochi per volta per almeno 4 minuti per parte rigirandoli spesso e mantenendo i pezzetti ben spaziati tra di loro.
A cottura avvenuta, toglietelo dall’olio e ponetelo a sgocciolare su della carta assorbente da cucina (6); servitelo ancora caldo.

Consiglio

Quando acquisterete il baccalà fate attenzione alla pezzatura, perché sono di gran lunga migliori gli esemplari di media taglia e dal colore bianco e non giallastro.
Fate attenzione anche all’eccessiva candidezza delle carni, che non è un buon segno, in quanto potrebbero essere state sbiancate con anidride solforosa.

Curiosita'

La pulizia del baccalà, che avviene dopo la dissalatura in acqua fredda, avviene eliminando tutte le parti coriacee, pinne, lisca centrale e le spine, mentre la pelle (che dà sapore e densità ai sughi), può essere scartata a seconda della ricetta e dei gusti personali.

Altre ricette

I commenti (12)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • sved ha scritto: giovedì 02 ottobre 2014

    Lo farò stasera smiley

  • venanzio ha scritto: martedì 14 gennaio 2014

    buonissimi!! io ho usato l'olio di semi di arachidi.coste la meta' dell'olio di oliva e viene ugualmente benissimo. ciao a tutti!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 19 agosto 2013

    @andrea: Ciao, potreste provare con la salsa aiolì! smiley

  • andrea ha scritto: lunedì 12 agosto 2013

    Lo possiamo accompagnare con una salsa in particolare???

  • Roberta ha scritto: mercoledì 28 novembre 2012

    questa sera farò questa ricetta. Io l'ho assaggiata con tante cipolle tagliate a julienne volevo sapere se le cipolle bisogna friggerle a parte o basta cuocerle alla fine con l'aceto e il baccalà. Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 24 agosto 2012

    @sabrina: Wow, una variante decisamente curiosasmiley Ciao, Sonia

  • sabrina ha scritto: venerdì 24 agosto 2012

    Qui in cambogia non ce'il merluzzo e l'abbiamo sostituito con il barracuda un successone

  • rita ha scritto: sabato 14 gennaio 2012

    grazie per la facilita' con la quale ci aiutate a cucinare e a fare bella figura con i nostri ospiti

  • vania ha scritto: martedì 09 marzo 2010

    Complimenti, per la grafica, le immagini e le ricette

  • palmaria ha scritto: giovedì 18 febbraio 2010

    In effetti anche io di solito faccio il baccalà a frittelle:preparo una pastella con farina,birra (o anche solo acqua minerale gassata),un tuorlo d'uovo (facoltativo)e,una volta ridotto il pesce a tocchetti e immersi questi nella pastella, li friggo in abbondante olio di semi.C'è chi riduce il baccalà a piccole scaglie e ,dopo averlo unito alla pastella,lo frigge a cucchiaiate. Ottimo in ogni caso. Un saluto a tutti e ....buon appetitosmiley

10 di 12 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento