Baci di dama

Dolci e Desserts
Baci di dama
420 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 40 pezzi
  • Costo: medio
  • Nota: più il tempo di riposo dell'impasto: circa 3 ore

Presentazione

Baci di dama

I baci di dama sono originari della città di Tortona in Piemonte, dove nacquero più di un secolo fa: da allora, tutt’oggi i baci di dama vengono fatti con gli stessi ingredienti e la stessa forma, nella quale risiede la ragione del loro nome, che deriva infatti dalla composizione del dolce, formato dei due biscottini profumati e friabili che si fondono in un bacio al cioccolato fondente.

La ricetta dei baci di dama si può realizzare sia con le nocciole che con le mandorle; l’aggiunta di cacao all’impasto è una variante, poiché i baci di dama originali vengono realizzati senza.

Ingredienti per 40 baci di dama
Farina 150 g
Mandorle pelate 150 gr
Zucchero 110 g
Burro 150 g
Cioccolato 150 g
Vaniglia qualche goccia di estratto
Sale un grosso pizzico
Arance la scorza grattugiata di 1

Preparazione

Baci di dama

Per preparare i baci di dama, mettete le mandorle nel vaso del mixer e frullatele insieme allo zucchero (1), lo zucchero servirà ad assorbire l'olio che sprigioneranno le mandorle. In una ciotola aggiungete il burro morbido (ma non molle) tagliato a pezzi, la farina (2) e le mandorle tritate e cominciate ad amalgamare con le mani (3).

Baci di dama

Quindi aggiungete all'impasto la buccia d'arancio grattugiata (4), l'essenza di vaniglia, e il grosso pizzico di sale. Impastate il tutto fino ad ottenere un unico panetto (5), avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno un'ora (6).

Baci di dama

Una volta che l'impasto si sarà rassodato, suddividetelo in tanti bastoncini, da cui poi taglierete delle piccole porzioni di impasto (di circa 6-8 gr) che utilizzerete per formare delle palline. Disponete le palline di impasto su una placca da forno, foderata con l'apposita carta (7). Rimettete di nuovo le palline così formate in frigorifero per almeno altri 30 minuti. Dopodiché infornate e lasciate cuocere in forno statico a 160 gradi per circa 20 minuti, o fino a che la base del biscotto non si sarà dorata; se utilizzate il forno ventilato, la temperatura sarà di 135 gradi.
Nel frattempo fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria, oppure nel  forno a microonde. Quando i biscotti saranno cotti, lasciateli raffreddare. Aiutandovi con un cucchiaino o con una siringa, disponete il cioccolato sciolto (lasciatelo raffreddare fino a che risulti piuttosto denso) sulla parte piatta del biscotto (8) e ricoprite delicatamente con un altro biscotto (9).  Mettete i baci di dama su di un vassoio  e lasciate che il cioccolato indurisca,  poi potrete servire i vostri deliziosi baci di dama.

Conservazione

Potete conservare i baci di dama chiusi in una scatola di latta, per 4-5 giorni al massimo.

Il consiglio di Sonia

Per personalizzare i vostri baci di dama, potreste realizzare ripieni diversi dal cioccolato fondente: con del cioccolato al latte, per esempio, oppure con delle creme alla frutta (frutto della passione, limone, kiwi...), il burro e lo zucchero a velo. Volendo potete sostituire la farina di mandorle con quella di nocciole.

Altre ricette

I commenti (420)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Alice ha scritto: sabato 20 dicembre 2014

    Ciao Sonia! Volevo preparare i baci di dama per Natale... posso non mettere le mandorle?

  • Anna ha scritto: venerdì 19 dicembre 2014

    Poca farina e tantissimo burro!!! Risultato....un gran biscottone!!!

  • Claudia ha scritto: venerdì 19 dicembre 2014

    L'impasto può rimanere in frigo anche di più? Al posto di un ora, per esempio tre?

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 19 dicembre 2014

    @Claudia :Ciao Claudia! Puoi provare!

  • carla ha scritto: venerdì 19 dicembre 2014

    Francesca sai perchè sono rimasti schiacciati?? perchè c'è troppo burro nella ricetta prova con 60 gr x etto di farina ...vedrai...

  • Maria Luisa ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    Posso sostituire le mandorle con la farina di mandorle ? In che quantità? Varia la dose dello zucchero ? Grazie ricette sempre fantastiche

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    @Maria Luisa:Ciao Luisa! Puoi omettere le mandorle fresche e aggiungere pari dose di farina di mandorle smiley

  • aldo ielasi ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    Buongiorno. Non ha detto che le palline, prima di essere cotte, vanno un po' schiacciate per unirle poi meglio col cioccolato.Il resto è perfetto

  • francesca ha scritto: martedì 16 dicembre 2014

    oggi ho provato a farli. risultato una vera schifezza eppure ho seguito alla lettera le indicazioni. 1) impasto molto molle e untissimo .... dopo tre ore di frigo, nonostastante mettessi le mani sul ghiaccio per non scaldare l'impasto, ho cominciato a fare le palline. Apparentemente le palline erano simili alla vostra ricetta. Rimesso il tutto in frigo e poi a cuocere. Dopo qualche minuto la pallina diventava una schiacciatina e quando le ho tolte dal forno erano friabilissime tanto che al solo toccarle si rompevano. Gusto boh !,, sono talmente unte che nauseano...dove avrò sbagliato? buonasera a tutti

  • Zahra ha scritto: martedì 16 dicembre 2014

    Sonia fammi sapere please

  • Zahra ha scritto: giovedì 11 dicembre 2014

    Ciao Sonia ! Posso conservarli anche per un mese ?

  • Wendy ha scritto: giovedì 11 dicembre 2014

    Il panetto prima di essere messo in frigo non è compatto ma un pò friabile. è normale?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 11 dicembre 2014

    @Wendy:Ciao Wendy! Tranquilla, è normale smiley

10 di 420 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento