Bagels

Lievitati
Bagels
97 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 30 min
  • Dosi per: 6 pezzi
  • Costo: molto basso
  • Nota: + 5 ore di lievitazione

Presentazione

Quante volte vi sarà capitato per di svegliarvi troppo tardi per fare colazione ma troppo presto per aspettare il pranzo? Negli Stati Uniti esiste un pasto speciale, dedicato proprio a queste occasioni: il brunch! Tipico della domenica, anche in Italia sta avendo molto successo; le portate da proporre possono essere sia dolci che salate e spesso vengono accompagnate da succhi di frutta o spremute di arancia. Accanto a croque madame e croque monsieur per un brunch che si rispetti i bagels non possono proprio mancare! Questi morbidi paninetti, a forma di anello, ricordano molto la tipica forma dei donuts, ma anche se a volte vengono proposti in versione dolce, la maggior parte delle volte vengono farciti con salumi, verdure e formaggi. I bagels sono ottimi se lasciati al naturale ma acquistano una marcia in più quando vengono ricoperti da semi di sesamo, papavero, finocchietto, che oltre a dare un piacevole aroma aggiungono anche una nota croccante. Che sia per un pranzo veloce, perfetto da portare a lavoro, o per un brunch in compagnia dei vostri amici vi invitiamo a preparare anche voi i panini col buco più famosi d'America! 

 

Ingredienti per 6 bagels da circa 90 gr l'uno
Farina 0 350 g
Acqua a temperatura ambiente 205 g
Sale 6 g
Lievito di birra secco 4 g
Malto 10 g
per guarnire
Semi di sesamo q.b.

Preparazione

Bagels

Per preparare i bagels iniziate a setacciare la farina all'interno di una ciotola (1), aggiungete poi il lievito di birra disidratato (2) e il malto (3). 

Bagels

Unite anche l'acqua a filo a temperatura ambiente (4) e iniziate ad impastare con le mani (5); una volta ottenuto un composto omogeneo potrete aggiungere il sale (6) e continuare a lavorare fino a farlo assorbire completamente.

Bagels

A questo punto trasferite il composto su una spianatoia e lavoratelo per circa 5-6 minuti (7) fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo; quindi sistematelo all'interno di una ciotola capiente (8), coprite con la pellicola trasparente per alimenti (9) e lasciate lievitare per circa 4 ore ad una temperatura di 28-30° (anche il forno spento con luce accesa andrà bene). Se volete evitare la pellicola, potete mettere l'impasto su in tagliere e coprire con una ciotola ampia in modo che rimanga ben coperto e non entri in contatto con l'aria che creerebbe sulla superficie una crosticina, rendendo più difficile la lievitazione.

Bagels

Una volta che l'impasto sarà triplicato di volume (10), trasferitelo nuovamente sulla spianatoia aiutandovi con un tarocco (11) e con le mani fate in modo da ricavare un filone (12). 

Bagels

Da questo ricavate 6 pezzi da 90 gr ciascuno, potete utilizzare un tarocco o un coltello affilato per ritagliarli (13). Utilizzando il palmo della mano trasformate ciascun pezzo in una palla, esercitando una leggera pressione contro la spianatoia e roteando (14). Ripetete l'operazione per formare tutte e 6 le palline, dopodichè coprite con un canovaccio da cucina (15) e lasciate riposare per una decina di minuti.

Bagels

A questo punto infilando le dita al centro di ogni sfera e allargandole verso l'esterno riuscirete a ricavare le vostre ciambelle, del diametro di circa 10 cm (16). Man a mano posizionate i bagels su un vassoio foderato con un foglio di carta forno (17), poi lasciate lievitare per altri 40-50 minuti sempre ad una temperatura di 28-30° o in forno spento solo con la luce accesa, fino a che non avranno raddoppiato di volume (18). Intanto ponete sul fuoco un tegame con acqua e portate a bollore.

Bagels

Ritagliate dei quadrati di carta forno intorno ad ogni bagel (21), in questo modo sarà più facile sollevarli per tuffarli uno per volta nell'acqua bollente (20). La carta forno si staccherà da sola, quindi basterà sfilarla con una pinza da cucina (21). 

Bagels

Cuocete i bagels circa 20 secondi per lato (22), dopodichè utilizzando una schiumarola scolateli (23) e posizionateli su una leccarda foderata con carta forno (24). 

Bagels

Ricoprite la superficie con i semi di sesamo (25) e cuocete in forno statico preriscaldato a 220° per 30 minuti. Una volta cotti e ben dorati sfornateli (26) e lasciateli intiepidire prima di servirli (27). 

Conservazione

I bagels si possono conservare per 1-2 giorni al massimo in un sacchetto di carta, oppure possono essere congelati negli appositi sacchetti una volta cotti e fatti raffreddare completamente. In entrambi i casi prima di servirli è bene ripassarli in forno. 

Consiglio

Se avete la necessità di prolungare i tempi di lievitazione utilizzate solo 2 gr di lievito di birra disidratato. Una volta preparato l'impasto lasciatelo lievitare per un'ora ad una temperatura di 28-30° (o in forno spento solo con la luce accesa) e poi trasferite in frigorifero per tutta la notte. Il giorno successivo prima di formare i bagels e proseguire con la ricetta lasciare acclimatare l'impasto per almeno due ore sempre ad una temperatura di 28-30° o in forno spento solo con la luce accesa.

Curiosità

Le leggende intorno all'origine dei bagels sono molte. Con sicurezza si sa che i bagels sono un pane di origine ebraica. Alcuni racconti dicono che i bagels siano stati ideati da un polacco in occasione della vittoria di una guerra e che siano poi stati esportati negli Stati Uniti, e in particolar modo a New York, dagli immigranti ebrei nel XX secolo. Un'altra leggenda narra che i bagels siano stai ideati da un panettiere di Cracovia nel 1863, per rendere omaggio al re Jean Sobiesky III per aver impedito ai Turchi di invadere Vienna. Il panettiere avrebbe creato questo pane a forma di staffa (bugel in tedesco) in onore del cavaliere vittorioso.

Altre ricette

I commenti (97)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Alina Micoli ha scritto: mercoledì 25 maggio 2016

    ottima ricetta che riproporrò sicuramente a breve!!

  • erika ha scritto: sabato 26 marzo 2016

    buonissimi!!! sono riusciti benissimo..

  • Federica ha scritto: giovedì 24 marzo 2016

    Ho provato la ricetta e sono venuti Buonissimi!!!! Inoltre sono rimasti morbidi per un paio di giorni abbondanti , anche perche poi li abbiamo finiti tutti. Come sempre le dosi sono perfette!

  • Francesco ha scritto: domenica 28 febbraio 2016

    A che altezza vanno nel forno parte bassa o media?? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    @Francesco : Ciao Francesco ti consigliamo di regolarti in base alla potenza del tuo forno, se cuoce troppo nella parte superiore meglio posizionarli in basso e viceversa! 

  • Cristian ha scritto: giovedì 25 febbraio 2016

    Ciao! Sono curioso di provare la ricetta...volevo chiedere quanti grammi di malto diastatico in polvere equivalgono ad un cucchiaino di malto liquido? Grazie mille

  • Francesca ha scritto: lunedì 25 gennaio 2016

    Fatti ieri e venuti benissimo! Nel caso in cui volessi farli con la farina integrale quali sarebbero le dosi? Grazie!

  • anna ha scritto: domenica 20 dicembre 2015

    Mi potete dire, per favore, cosa è il malto e dove si trova? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 14 gennaio 2016

    @anna:è uno sciroppo che deriva dall'orzo, in questa preparazione può essere sostituito con il miele.

  • Giusy ha scritto: venerdì 18 settembre 2015

    Fatti...sono venuti buoni. ... l unica cosa che preferirei è una ricetta senza uova.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 18 settembre 2015

    @Giusy: Ciao Giusy! Una nostra blogger ha provato la ricetta dei bagels con pastra madre e senza uova che fa proprio al caso tuo smiley

  • betty ha scritto: domenica 13 settembre 2015

    posso usare la planetaria per impastare?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 17 settembre 2015

    @betty: Ciao! Certo smiley

  • Doriana ha scritto: mercoledì 02 settembre 2015

    Ciao GZ .. Avevo pensato ad una versione dolce dei bagels. Cambia qualche ingrediente o resta comunque la stessa la ricetta? Grazie siete mitici !!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 15 settembre 2015

    @Doriana: Ciao Doriana! Usa pure la stessa ricetta smiley

10 di 97 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI