Biancomangiare

Dolci e Desserts
Biancomangiare
59 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 5 min
  • Dosi per: 5 pezzi
  • Costo: basso
  • Nota: + il tempo di riposo di 1 notte

Presentazione

Il biancomangiare è un dolce al cucchiaio che deve il suo nome al fatto che viene preparato prevalentemente con ingredienti di colore bianco.

Sembra che le sue origini siano arabe, ben presto però questa pietanza si diffuse in Sicilia già dal XII secolo e in breve tempo nel resto dell'Europa (in Francia ad esempio era noto come "blanc manger"). Della preparazione del biancomangiare si ha infatti notizia già nel Medioevo: non si trattava di una ricetta specifica, ma il nome era infatti collegato alle preparazioni con ingredienti bianchi, colore che rappresentava la purezza e l’ascetismo. Il biancomangiare era servito nelle case delle classi superiori e veniva prevalentemente preparato con carni e pesci oppure con il lardo sciolti nel latte di capra, di pecore oppure di mandorle. Gli ingredienti variavano molto a seconda del periodo dell’anno, in particolare durante la Quaresima, momento in cui la carne veniva sostituita con le mandorle o dalla polpa bianca di alcuni pesci come il luccio o dei ranocchi.

Oggi il biancomangiare è prevalentemente conosciuto come dolce: l’ingrediente principale sono le mandorle pelate e la regione italiana in cui viene preparato prevalentemente è la Sicilia. Provate la nostra versione del biancomangiare e gusterete un dessert ricco di storia e di bontà!

Ingredienti per 5 stampini da 100 g
Mandorle pelate 300 g
Latte intero 400 g
Panna fresca liquida 200 g
Zucchero 150 g
Gelatina in fogli 6 g

Preparazione

Biancomangiare

Per preparare il biancomangiare fate ammorbidire la gelatina in fogli in una recipiente con acqua fredda per almeno 10 minuti (1). Ponete le mandorle sbucciate (2) insieme allo zucchero in un mixer dotato di lame (3)

Biancomangiare

e tritatele (4). Trasferite le mandorle tritate in una ciotola, versate il latte (5) e mescolate bene con una spatola (6)

Biancomangiare

in modo da ottenere un composto dalla consistenza omogenea e privo di grumi (7); coprite con la pellicola trasparente e lasciate in infusione per una notte intera (8). Trascorso il tempo necessario, filtrate il composto attraverso un panno posto all’interno di una ciotola (9),

Biancomangiare

poi strizzate bene il canovaccio in modo da far uscire tutto il liquido e raccoglierlo nella ciotola (10-11). Mettete le mandorle tritate e ammorbidite contenute nel canovaccio su una leccarda foderata con un foglio di carta da forno (12),

Biancomangiare

distribuendole in maniera omogenea con l'aiuto di una spatola (13): potrete utilizzarle per la decorazione finale. Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 30 minuti (o a 160° per 20 minuti se in forno ventilato), fino a quando diventeranno ben dorate e croccanti (14); sfornate, lasciate raffreddare completamente e tenete da parte. Versate il liquido che avete precedentemente ottenuto in una pentola, facendolo scaldare a fuoco dolce per 3-4 minuti (non dovrà raggiungere il bollore) (15).

Biancomangiare

Strizzate bene la gelatina in fogli e unitela al composto (16), mescolando bene fino al completo scioglimento, quindi spegnete e lasciate raffreddare. Montate la panna con le fruste (17) e, quando il composto sarà completamente freddo, unitelo alla panna montata poco alla volta (18);

Biancomangiare

mescolate delicatamente il tutto prestando attenzione a non smontarlo (19-20). Versate il composto in 5 stampini da 100 g l’uno (21) e fate raffreddare in frigorifero per 6 ore.

Biancomangiare

Successivamente sformate il dolce, immergendo gli stampini in acqua calda per qualche secondo (22). Servite su un piatto da portata (23) e infine decorate il biancomangiare distribuendo a piacere le mandorle croccanti che avete preparato (24).

Conservazione

Potete conservare il biancomangiare in frigorifero per 2-3 giorni al massimo (preferibilmente negli stampini). Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Per la decorazione, largo alla fantasia! Potete accompagnare il vostro biancomangiare con del cioccolato fuso oppure con una gustosa marmellata di lamponi, o ancora con frutta candita, pistacchi tritati e scorzette d’arancia.

Curiosità

Si racconta che il biancomangiare fosse presente nel grandioso banchetto imbandito da Matilde di Canossa in occasione della riconciliazione tra papa Gregorio VII e il giovane imperatore Enrico IV di Franconia, suo cugino. Fonti storiche ci descrivono una cena grandiosa, che si concluse con una pietanza raffinata, il biancomangiare.

Leggi tutti i commenti ( 59 )

Ricette correlate

Parfait alle mandorle

Dolci e Desserts

Il parfait alle mandorle è una sorta di semifreddo alle mandorle, goloso e avvolgente: servitelo a fine pasto per deliziare i vostri ospiti!

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 20 min
Parfait alle mandorle

Torta caprese

Dolci e Desserts

La torta caprese è un antico dolce napoletano, originario dell'isola di Capri, una delizia a base di cioccolato e mandorle senza…

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 55 min
Torta caprese

Budino di riso allo zafferano

Dolci e Desserts

Il budino di riso allo zafferano, "Shol - El Zard", è un tipico dolce persiano al cucchiaio dal colore vivace particolarmente…

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 40 min
Budino di riso allo zafferano

Bonet

Dolci e Desserts

Il bonèt, tipico dolce al cucchaio di origine piemontese, è un preparato a base di amaretti, cacao, uova, latte e ricoperto di caramello.

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 40 min
Bonet

Risolatte

Dolci e Desserts

Il risolatte è un goloso dolce al cucchiaio semplice e veloce da preparare, consumato in tutto il mondo e può essere insaporito con…

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 40 min
Risolatte

Baci di dama

Dolci e Desserts

I baci di dama sono originari della città di Tortona, in Piemonte, dove nacquero: la loro forma ricorda le labbra socchiuse di una…

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 15 min
Baci di dama

Amaretti

Dolci e Desserts

Gli amaretti sono biscottini a base di mandorle diffusi in molte regioni d'Italia. Ottimi da accompagnare al tè o come pensiero…

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 35 min
  • Cottura: 20 min
Amaretti

Altre ricette correlate

I commenti (59)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

  • Barbara ha scritto: sabato 09 luglio 2016

    Buona sera Sonia,volevo sapere se era possibile fare la stessa base che si usa per la chesecake,ma con sopra il dolce Bianconangiare. Grazie.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 13 luglio 2016

    @Barbara: Ciao, si puoi provare a realizzare una base fredda come quelle delle cheesecake!

  • chiara ha scritto: lunedì 11 aprile 2016

    ciao Sonia, che tipo di canovaccio posso usare? cioè esistono proprio quelli specifici da usare in cucina? se sì dove? grazie chiara

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 11 aprile 2016

    @chiara: Ciao Chiara, un canovaccio da cucina qualsiasi andrà bene smiley assicurati soltanto che sia pulitissimo e che non rilasci del tessuto. Un saluto!

Leggi tutti i commenti ( 59 ) Scrivi un commento

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto delle Condizioni d'uso e dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy

Altre ricette

Ultime ricette

Muffin al cioccolato

Dolci e Desserts

I muffin al cioccolato sono morbidi e golosissimi tortini, arricchiti da tanto cioccolato, perfetti da preparare per la merenda di grandi e piccini.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 30 min

Porridge mirtilli e pistacchi

Dolci e Desserts

Il porridge è una zuppa d'avena per la colazione nei Paesi anglosassoni e non solo. Si può gustare semplice o condita ad esempio con frutta fresca.

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 4 min
  • Cottura: 4 min

Diamanti al cacao e mandorle

Dolci e Desserts

I diamanti al cacao e mandorle sono biscottini ideali per la colazione o per il tè: due impasti si intrecciano per creare biscotti bigusto!

  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 20 min

Antipasti
Ricette al forno
Finger Food
Torte salate
Primi
Pasta
Paste sfiziose
Riso e cereali
Secondi
Facili e veloci
Pesce
Carne
Dessert
Biscotti
Pasticceria
Torte