Bollito

Secondi piatti
Bollito
44 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 180 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Il bollito è un secondo piatto che si ottiene lessando un pezzo di carne di manzo assieme a verdure, erbe aromatiche e spezie.

Per ottenere un ottimo bollito adoperate dei tagli di carne presi dal quarto anteriore del manzo, lessate la carne in una pentola stretta e alta aggiungendo circa 3 litri di acqua per ogni kg di carne e 12-15 gr di sale; il bollito va cotto a fuoco basso per circa 3 ore.

Ingredienti
Carne bovina per bollito 1 kg
Cipolle 1
Sedano coste 2
Carote 1
Prezzemolo 1 ciuffo
Timo 1 rametto
Alloro 3 foglie
Chiodi di garofano 3
Pepe nero in grani 4
Sale grosso 15 g

Preparazione

Bollito

I tagli migliori per ottenere un buon bollito sono il fusello, il cappello del prete, il bianco costato, il brione, il reale, ma anche la noce o il codone (che provengono dal la parte posteriore del manzo) sono buoni tagli.
Ponete sul fuoco una pentola alta e stretta contenente dell’acqua, poi mondate una cipolla e steccatela infilando i chiodi di garofano nella sua polpa; sbucciate una carota e aggiungete entrambi nella pentola assieme al sedano, e al mazzetto aromatico (vedi scheda “preparare un bouquet garnì”) formato da prezzemolo, timo e alloro.
Quando l’acqua prenderà il bollore, aggiungete il sale e il pezzo di carne: se volete che la carne mantenga la forma, potete legarla con dello spago da cucina (vedi scheda “come legare un arrosto”).

Bollito

E’ importante che la carne venga immersa nell’acqua bollente e non prima; questa tecnica serve infatti a mantenere morbido e saporito il pezzo di manzo in quanto le albumine presenti nella carne si coagulano immediatamente per effetto del calore trattenendo all’interno del pezzo di carne tutte le sostanze che conferiranno morbidezza e gusto al bollito.

Bollito

Dopo qualche minuto di cottura, sulla superficie dell’acqua cominceranno ad affiorare le impurità sotto forma di schiuma: sono le proteine della carne coagulate che dovrete eliminare per mezzo di un mestolo forato (schiumarola); dopo avere eliminato tutte le impurità aggiungete i grani di pepe (che, se aggiunti in precedenza, avreste già eliminato con il mestolo forato) e abbassate il fuoco al minimo.

Bollito

Il bollore deve durare circa 3 ore ed essere leggerissimo poiché se fosse violento rovinerebbe la carne sfilacciandola e rendendola stopposa; potete cmq controllare il livello di cottura infilando un forchettone nella carne, che dovrebbe insinuarsi senza problemi .
Quando il bollito sarà cotto a puntino, prendetelo con un mestolo forato, fatelo sgocciolare e poggiatelo su di un tagliere, quindi togliete la legatura (se l’avete fatta) e tagliatelo a fette di circa 1 cm di spessore utilizzando un coltello dalla lama liscia e lunga. Disponete le fette di carne su di un piatto da portata e servite immediatamente.

Consiglio

Se a cottura ultimata non servirete immediatamente il vostro bollito, lasciatelo dentro al brodo di cottura fino al momento di tagliarlo, eviterete così che la carne diventi asciutta e stopposa.
Accompagnate il bollito con dei condimenti appropriati come la maionese, la salsa verde, la salsa cren, la mostarda di Cremona, ecc…
Esistono diverse tipologie di bollito: il bollito classico realizzato con la sola carne di manzo; il bollito misto, realizzato con carne di manzo, di vitello e cappone; il gran bollito misto realizzato con carne di manzo, di vitello, compresa anche testina e lingua, cappone e un cotechino.

Altre ricette

I commenti (44)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Marcella ha scritto: domenica 12 giugno 2016

    Devo fare il brodo per una persona malata e non devo usare il sale come posso fare per non essere troppo scialbo

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 22 giugno 2016

    @Marcella: Ciao Marcella puoi insaporire il tuo bollito con erbe aromatiche e spezie! 

  • elisabetta ha scritto: sabato 28 maggio 2016

    Mi sto accingendo a seguire la ricetta con un pezzo di carne che mi hanno regalato che indicava per bollito ma dopo pochi minuti di cottura non è affiorata nessuna schiuma....speriamo aver eseguito bene e che sia buono comunque.

  • Francesca ha scritto: domenica 03 aprile 2016

    Se é bollito, la carne non viene lessata. Bollito e lesso sono due cose differenti.

  • Michaela ha scritto: sabato 13 febbraio 2016

    Buon pomeriggio, vorrei sapere i tempi di cottura del bollito (circa 1 kg e mezzo) in pentola a pressione. Grazie infinite!

  • Loredana ha scritto: martedì 02 febbraio 2016

    Salve....vorrei sapere se oltre al brodo si può surgelare anche la carne del bollito e se si è meglio surgelare separatamente o insieme? Grazie. Loredana

  • Daniela ha scritto: martedì 02 febbraio 2016

    Cara Sonia io ho i pezzi di carne da cucinare per il bollito surgelati quale modo migliore per scongelarli e mantenere la carne morbida?posso metterli direttamente nell'acqua che bolle ancora congelati?grazie per la tua disponibilità e complimenti per tutte le tue ricette ho imparato a cucinare da voi!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 08 aprile 2016

    @Daniela: Ciao Daniela, lascia scongelare la carne e poi procedi come da ricetta. Un saluto!

  • Daniela ha scritto: martedì 02 febbraio 2016

    Cara Sonia io ho i pezzi di carne da cucinare per il bollito surgelati quale modo migliore per scongelarli e mantenere la carne morbida?posso metterli direttamente nell'acqua che bolle ancora congelati?grazie per la tua disponibilità e complimenti per tutte le tue ricette ho imparato a cucinare da voi!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 02 febbraio 2016

    @Daniela: Ciao Daniela, ti consigliamo di lasciar scongelare i pezzi e di procedere poi come da ricetta. Un saluto!

  • Tonino ha scritto: martedì 29 dicembre 2015

    Ma poi il brodo si può usare per fare dei tortellini o va buttato

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 29 dicembre 2015

    @Tonino: Ciao Tonino! Ma certo che si può usare, è buonissimo e perfetto per i tortellini!  smiley

  • MIchela ha scritto: giovedì 24 dicembre 2015

    Scusate la domanda banale: preparo il bollito questa sera per il pranzo di domani e ho letto di toglierlo da brodo (ok). Ma domani per riscaldarlo lo rimetto nel brodo? grazie mille per l'aiuto. Michela

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 24 dicembre 2015

    @MIchela: Ciao Michela, sarebbe meglio scaldare a parte il brodo e preparare, tirare fuori dal frigorifero la carne e farla riposare un pò a temperatura ambiente. Quindi tagliarla a fettine, scaldare leggermente in forno e servirla accompagnata magari con le mostarde o con la salsa verde facilissima da preparare per renderla più succulenta e inumidirla leggermente! smiley

  • Gianna ha scritto: giovedì 24 dicembre 2015

    Il bollito da conservare per il giorno dopo deve essere lasciato nel brodo o è' meglio separarlo

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 24 dicembre 2015

    @Gianna: Ciao, meglio separarlo smiley

10 di 44 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI