Bombe fritte salate

  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 80 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 24 pezzi
  • Costo: medio
  • Nota: + il tempo di lievitazione dell'impasto e raffreddamento della crema

Presentazione

Una delle tentazioni più invitanti per la colazione e non solo: le bombe fritte calde! Una vera delizia di pasta lievitata lentamente e spesso farcita con crema pasticcera o confettura! In questa ricetta vi proponiamo di gustare queste meravigliose nuvole soffici in un altro contesto, magari da offrire come aperitivo ai vostri amici: le bombe fritte salate, infatti, sono ripiene di una deliziosa salsa Mornay. Si tratta di una cremosa besciamella a cui viene aggiunta panna e tuorli in modo che acquisti ancora più gusto e corposità. Il tocco finale: una spolverata di formaggio Asiago che arricchisce la salsa Mornay e conferirà una piacevole nota saporita alle vostre bombe fritte salate!

Guarda anche: Bombe fritte »
Ingredienti per il lievitino
Farina Manitoba 125 g
Acqua (a temperatura ambiente) 75 ml
Lievito di birra secco 1 g
Per l'impasto di 24 bombe
Farina Manitoba 500 g
Lievito di birra secco 3 g
Lievito istantaneo per preparazioni salate 4 g
Uova (medie) 4
Burro (ammorbidito) 100 g
Acqua (a temperatura ambiente) 120 ml
Sale fino 12 g
Malto 1 cucchiaino
Per la salsa Mornay
Latte intero 500 ml
Panna fresca liquida 35 ml
Farina 00 80 g
Burro 50 g
Tuorli 2
Asiago stagionato (da grattugiare) 80 g
Sale fino 1 pizzico
Per friggere
Olio di semi di arachide 750 ml

Preparazione

Per preparare le bombe fritte, iniziate dal lievitino: in una ciotola versate la farina Manitoba setacciata, il lievito di birra disidratato e l'acqua a temperatura ambiente (1). Potete usare anche il lievito di birra fresco: in questo caso la dose è 3 g. Lavorate il composto con le mani (2) e formate una pallina (3) che potete lasciare lievitare in forno spento con luce accesa per 2 ore, coperta con pellicola trasparente.

Trascorse le due ore il lievitino avrà raddoppiato il suo volume (4), quindi versatelo nella tazza di una planetaria (5) (o in una ciotola se impastate a mano) munita di foglia  e unite le uova (6)

Versate il malto (o lo zucchero) (7), poi poco alla volta la farina setacciata (8), il lievito di birra disidratato (9) e quello chimico per preparazioni salate. Per quanto riguarda il lievito di birra, se utilizzate quello fresco la dose è di 9 g. Azionate la planetaria

Versare l'acqua a temperatura ambiente (10) e per ultimo il sale, quindi e continuate a lavorare gli ingredienti con la foglia; quando l'impasto sarà ben amalgamato, togliete la foglia e montate il gancio. Quindi impastate ancora per circa 15 minuti, poi unite il burro ammorbidito a pezzetti poco alla volta, aspettando che il primo pezzetto si sia assorbito prima di proseguire con il successivo (11). Quando avrete incorporato tutto il burro, l'impasto sarà incordato liscio e omogeneo, potete arrestare la planetaria. Rovesciate l'impasto sul piano di lavoro e formate una palla, quindi imburrate leggermente una ciotola e ponete l'impasto all'interno (12): coprite con pellicola e lasciate lievitare in forno spento con luce accesa per 2 ore (oppure coperto con una copertina di lana).

Mentre l'impasto lievita, preparate la salsa Mornay: grattugiate il formaggio Asiago stagionato, poi in un tegame sciogliete il burro a fuoco lento, quindi toglietelo dal fuoco per aggiungere la farina poco alla volta, mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi (13). Rimettete il tegame sul fuoco e tostate la farina per qualche istante e quando si sarà imbiondita, unite il latte a temperatura ambiente o leggermente intiepididito (14). Mescolate continuamente, aggiustate di sale e aromatizzate con una grattugiata di noce moscata. Poi una volta raggiunto il bollore togliete dal fuoco e unite il formaggio Asiago grattugiato (15).

In una ciotolina a parte, sbattete i tuorli con la panna fresca liquida (16), poi uniteli alla besciamella (17) e mescolate per amalgamare i composti (18) (se necessario potete riportare la salsa sul fuoco per addensarla maggiormente). Una volta pronta, versate la salsa in una pirofila bassa e ampia e coprite con pellicola a contatto per farla raffreddare a temperatura  ambiente, poi riponetela in frigorifero.

Passato il tempo necessario, riprendete l'impasto e stendetelo su un piano di lavoro leggermente infarinato in un rettangolo spesso circa 2,5 cm (19). Con un coppapasta di 6,5 cm di diametro, ricavate i dischi (20); potrete impastare nuovamente i ritagli e lasciar lievitare l'impasto circa 30 minuti prima di realizzare altre sagome: man a mano che realizzate i dischi, adagiateli su un vassoio foderato con carta da forno (21): con queste dosi otterrete 24 dischi. Fateli lievitare per circa mezz'ora in forno spento con luce accesa.

Dopodiché ritagliate un quadrato di carta da forno intorno a ciascun disco (22) e friggete pochi dischi alla volta in abbondante olio di semi di arachide (23), portato ad una temperatura di massimo 175-180° (potete misurarla con un termometro da cucina). Una volta adagiati i dischi nell'olio, sfilate la carta da forno con una pinza da cucina (24)

e girate di tanto in tanto le bombe per farle dorare e gonfiare uniformemente. Quando saranno dorate, scolatele aiutandovi con una schiumarola (25) e adagiatele su un vassoio foderato con carta assorbente. Mentre le bombe si intiepidiscono leggermente, ponete la salsa Mornay in una sac-à-poche con bocchetta a siringa (26), quindi farcite una ad una le bombe fritte salate con la salsa (27) e servitele ancora calde o riscaldate leggermente in forno!

Conservazione

Le bombe fritte è preferibile servirle appena fatte, ancora calde. Senza farcitura si conservano sotto una campana di vetro per 1 giorno al massimo. La crema si conserva in frigorifero cooperta con pellicola a contatto per 1-2 giorni. Si possono congelare da crude e scongelare in frigorifero, quindi far lievitare almeno 1 ora prima di friggerle.

 

Consiglio

Al posto dell'Asiago potete utilizzare altro formaggio di vostro gradimento.

Leggi tutti i commenti ( 28 )

I commenti (28)

Lascia un commento o chiedici un consiglio

Leggi tutti i commenti ( 28 ) Scrivi un commento

Outbrain

Ultime ricette

Ho voglia di

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.