Calamarata

Primi piatti
Giallozafferano - Barilla La qualità degli ingredienti fa la differenza in ogni ricetta
Calamarata
188 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Calamarata

La calamarata è un tipico primo piatto partenopeo a base di calamari, formato da un originale formato di pasta che, per le sembianze, assomiglia a degli anelli di calamari.
Il sugo di accompagnamento della calamarata è molto semplice e richiama i sapori mediterranei: pomodorini, aglio, prezzemolo e peperoncino. I calamari non vanno cotti a lungo, per evitare che risultino gommosi o troppo duri; infatti mentre li cuocete, potete già lessare la pasta, in modo che le due preparazioni siano pronte contemporaneamente! Per rendere questo primo piatto più scenografico, vi suggeriamo di terminare la cottura per pochi minuti in forno al cartoccio: potrete poi servire la calamarata direttamente nelle graziose "caramelle" di carta da  forno! Se avete difficoltà a trovare la pasta calamarata, potete sostiturla con i paccheri o le mezzemaniche, molto simili come formato!

Ingredienti
Calamarata 400 g
Calamari 600 g
Aglio 1 spicchio
Peperoncino rosso fresco 1
Prezzemolo tritato 2 cucchiai
Sale q.b.
Pepe nero macinato q.b.
Pomodori ciliegino 300 gr
Pomodori doppio concentrato 25 gr
Vino bianco 50 ml
Olio extravergine d'oliva 20 gr

Preparazione

Calamarata

Per preparare la calamarata iniziate dalla pulizia dei calamari (per questa operazione potete consultare la scuola di cucina: come pulire i calamari): sciacquateli sotto acqua corrente, staccate la testa e i tentacoli e teneteli da parte, togliete la penna di cartillagine interna e le interiora. Quindi eliminate la pelle dal mantello con le mani o con un coltellino.

Calamarata

Tagliate i calamari ad anelli di dimensione simile al formato della pasta calamarata (4); tagliate anche i tentacoli privati della pelle e la testa dopo aver tolto gli occhi. Poi aprite a metà il peperoncino fresco, estraete i semini (5) e tritatelo finemente (6).

Calamarata

Sbucciate l'aglio (7) e tritatelo finemente. Poi lavate e tagliate a spicchi i pomodorini (8). In una padella capiente versate l’olio e unite l’aglio schiacciato (9).

Calamarata

Unite anche il peperoncino (10) e i calamari (11); lasciateli rosolare per qualche minuto, poi sfumate con il vino bianco (12). Potete aggiunger il concentrato di pomodoro sciolto nel vino bianco.

Calamarata

Quando il vino sarà evaporato, aggiungete i pomodorini (13) e poi salate (14) e pepate a piacere. Fate cuocere i calamari per circa 10-15 minuti a fuoco dolce; quando il sugo sarà pronto, aggiungete il prezzemolo fresco tritato (15), mescolate e spegnete il fuoco.

Calamarata

Lessate la pasta in abbondante acqua salata (16) e scolatela a metà cottura conservando un po' di acqua di cottura. Aggiungete un mestolo di acqua di cottura nel tegame con il sugo di calamari e accendete il fuoco dolce. Quindi incorporate la pasta al sugo di calamari (18) e amalgamate bene il tutto.

Calamarata

Una volta fatto insaporire (19), ritagliate dei quadrati di carta da forno da circa 30 cm di lato; versate in ciascuno la porzione di pasta (20) e chiudele l'involucro (21)

Calamarata

a mo' di caramella (22). Poi ponete i cartocci su una leccarda (23) e infornate in forno statico preriscaldato a 200° per 10 minuti circa. Quindi sfornate le "caramelle", apritele e servite direttamente al cartoccio la vostra calamarata (24)!

Conservazione

Conservate la calamarata in frigorifero, chiusa in un contenitore ermetico, per un paio di giorni al massimo.
Si sconsiglia la congelazione.

Il consiglio di Sonia

Il calamaro è l'unico ingrediente che, cotto, mantiene la forma ad anello, quindi non troverete altro da poter confondere con questa pasta. Se volete variare il sugo, però, tenete presente che la calamarata è una pasta importante, che si presta ad essere insaporita da sughi strutturati e originali, come un ragù di pesce, per esempio, o una carbonara ai carciofi.

Scopri tutte le ricette

I commenti (188)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • clara ha scritto: venerdì 05 febbraio 2016

    in francia dove abito non trovo tutte le specie di pasta alora vorrei sapere cosa potrei usare come modello di pasta la pasta visto in questa ricetta é inesistente qui dove abito .

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 05 febbraio 2016

    @clara: ciao clara! Puoi utilizzare il formato che preferisci smiley

  • grazia ha scritto: sabato 30 gennaio 2016

    Se prendo i calamari surgelati vanno bene lo stesso?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 01 febbraio 2016

    @grazia: ciao Grazia, per gustare tutti i veri sapori di questo piatto è meglio utilizzare dei calamari freschi, ma se disponi soltanto di quelli andranno bene ugualmente! 

  • emilia1980 ha scritto: sabato 16 gennaio 2016

    Ciao volevo provare a fare questa bontà ,solo che volevo sapere se il sughetto dei calamari posso prepararlo una ventina di minuti prima e dopo cuocere la pasta amalgamando il tutto per poi passare al cartoccio finale...Grazie.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 18 gennaio 2016

    @emilia1980: ciao Emilia, certamente! 

  • patty ha scritto: mercoledì 30 dicembre 2015

    ciao sonia mio marito é allergico all' aglio come posso sostituirlo?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 30 dicembre 2015

    @patty : ciao Patty! Scalogno o cipollotto andranno altrettanto bene!

  • laura ha scritto: martedì 29 dicembre 2015

    Ho già mangiato la calamarata fatta da un'amica di Napoli buonissima, ma voglio fare questa ricetta x l'ultimo dell'anno

  • modesta ha scritto: martedì 29 dicembre 2015

    Oltre ai calamari posso aggiungere le vongole e qualche gamberone

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 30 dicembre 2015

    @modesta: Ciao Modesta, se ti piacciono perché non aggiungerli smiley un saluto!

  • elli ha scritto: domenica 27 dicembre 2015

    Vorrei preparare la calamarata per la vigilia di capodanno, siamo 8 adulti e 3 bambini ,piacerà, e che quantità mi consigli di usare? Grazie PS dimentica o c è una persona tra gli invitati intollerante ai semi di pomodoro che faccio?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: domenica 27 dicembre 2015

    @elli:Ciao Elli, per la tua cena ti consigliamo di triplicare le dosi, se sono previsti dei bambini è meglio omettere il peperoncino. Per quanto riguarda l'intolleranza ai semi di pomodoro puoi usare in alternativa la passata di pomodoro, assicurandoti, sempre che possa andar bene per il tuo ospite. Buone feste da tutti noi!

  • Raffaele ha scritto: martedì 01 dicembre 2015

    Ciao, voglio preparare questa invitante calamarata per la mia fidanzata, ho un solo dubbio... Quale dev'essere la consistenza della pasta una volta tolta dal forno? Grazie.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 02 dicembre 2015

    @Raffaele: Ciao Raffaele! La consistenza dovrà risultare come quella della pasta cotta normalmente; la differenza si apprezzerà invece nei profumi e nei sapori che si sprigioneranno dal cartoccio nel momento in cui verrà "scartato"... una deliziosa sorpresa, non credi? smiley

  • Sonia ha scritto: giovedì 26 novembre 2015

    Vorrei preparare questo piatto per una cena tra amici, posso prepararla con un po di anticipo mettendo già tutto nei cartocci e all'arrivo dei miei ospiti metterla in forno? la pasta mantiene la cottura?i calamari diventeranno gommosi? grazie mille in anticipo

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 26 novembre 2015

    @Sonia: Ciao Sonia, la pasta tenderà un po' a scuocersi e i calamari perderanno un po' della loro consistenza, quindi ti consigliamo di fare tutto al momento smiley un saluto!

  • Monia ha scritto: mercoledì 25 novembre 2015

    Ma una volta eseguito il tutto va servito comunque ne cartoccio o si serve nel piatto togliendo la carta forno?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 25 novembre 2015

    @Monia: Ciao Monia, puoi servire direttamente nel proprio cartoccio, adagiando la "caramella" su ogni piatto smiley un saluto!

10 di 188 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento