Capesante gratinate al burro e Brandy

Capesante gratinate al burro e Brandy
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    15 min
  • Preparazione:
    10 min
  • Dosi per:
    4 persone
  • Costo:
    Elevato

Capesante gratinate

Capesante gratinate al burro e Brandy

Le capesante gratinate al burro e brandy sono prelibati e teneri molluschi che, gratinati all’interno del loro guscio con un impasto di pangrattato, burro e brandy, acquistano un gusto più deciso.
Questa ghiotta ricetta, molto adatta per arricchire un pranzo o una cena importanti, può essere proposta sia come antipasto sfizioso, sia come secondo piatto, servendo qualche capasanta in più a testa. Le capesante così preparate riscuoteranno sicuramente un grande successo: tenetevi pronti alla richiesta di un bis!

Ingredienti
Prezzemolo tritato 3 cucchiai
Pepe macinato al momento q.b.
Aglio 1 spicchio
Burro 140 gr
Capesante con conchiglia 9
Pangrattato 8 cucchiai (circa 180 gr)
Noce moscata grattugiata 1/4 di cucchiaino
Brandy 1 bicchierino (circa 30 gr)
Sale q.b.

Preparazione

Capesante gratinate al burro e Brandy
Per preparare le capesante gratinate al burro e brandy ponete il burro a pezzi in un tegame, dove verrà fatto sciogliere a fuoco basso per pochi minuti (1); aggiungete quindi uno spicchio di aglio schiacciato (2), fatelo dorare (sempre a fuoco dolce), unite il prezzemolo tritato e togliete il tegame dal fuoco (3).
Capesante gratinate al burro e Brandy
Aggiungete, poco alla volta, il pangrattato (4), continuando a mescolare (5), finché non otterrete un composto omogeneo; aggiustate di sale e pepe, quindi aromatizzate il tutto grattugiandovi la noce moscata (6).
Capesante gratinate al burro e Brandy
Inumidite l’impasto con 30 gr di brandy (un bicchierino) (7) e mescolate per amalgamare tutti gli ingredienti (8) (se il composto dovesse risultare troppo asciutto, aggiungete qualche goccia di acqua tiepida). Preparate ora il supporto alle capesante: arrotolate delle strisce di alluminio per formare dei cerchi (9) che posizionerete sul fondo delle conchiglie prima di inserire le capesante (in questo modo eviterete che i molluschi si spostino durante la cottura e che fuoriesca il ripieno).
Capesante gratinate al burro e Brandy
Prendete le capesante già pulite e posizionatele nelle conchiglie (10), che avete precedentemente messo su una leccarda da forno. Aggiungete un cucchiaio e mezzo del composto con pangrattato e brandy in ogni conchiglia, livellando bene la superficie con il dorso di un cucchiaio (11), quindi cuocete il tutto in forno statico preriscaldato, a 220° per 5 minuti. Trascorso questo tempo ponete le capesante sotto il grill per altri 5 minuti: dovranno risultare dorate (12). Le capesante gratinate al burro e brandy sono pronte, servitele ancora calde!

Conservazione


Consigliamo di consumare le capesante gratinate al burro e brandy al momento, ma se lo desiderate potete conservarle in frigorifero, chiuse in un contenitore ermetico, per 2 giorni al massimo.

Consiglio

I gusci delle capesante sono di forma irregolare, quindi, quando le infornerete, abbiate cura di metterle in posizione assolutamente orizzontale, poiché il burro, liquefacendosi per il calore, potrebbe uscire dal guscio compromettendo la buona riuscita del vostro lavoro.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 26 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


26
Sonia-Gz ha scritto: Sabato 03 Maggio 2014  |  Rispondi »
@michela: Ciao, cognac o un altro liquore.
25
michela ha scritto: Sabato 03 Maggio 2014  |  Rispondi »
il brando è necessario ? lo posso sostituire con qualcosa altro?
24
Marco 1979 ha scritto: Venerdì 22 Novembre 2013  |  Rispondi »
Ciao a tutti!!
Ho intenzione di fare a breve questa ricetta mi ho un dubbio: prima di prepararle levate il mollusco dal guscio e lo lavate per poi riporlo nella conchiglia? Grazie mille!
23
Alessandra ha scritto: Giovedì 11 Aprile 2013  |  Rispondi »
Con questa ricetta un ottimo antipasto ad una cena di pesce è assicurato!
22
Vale T. ha scritto: Venerdì 15 Febbraio 2013  |  Rispondi »
Fatte ieri sera come antipasto per S. Valentino smiley. Molto buone
21
chiara ha scritto: Domenica 30 Dicembre 2012  |  Rispondi »
le ho fatte oggi con i quantitativi proposti dalla ricetta, ebbene, sono divine!!!! non lesinate e godetevi queste prelibatezze!! auguri di buon 2013!
20
chiars ha scritto: Giovedì 27 Dicembre 2012  |  Rispondi »
@gloria: Buon Natale!!!(:
19
Allalis ha scritto: Giovedì 27 Dicembre 2012  |  Rispondi »
cavoli, si è cancellato il commento al quale ho risposto io e credo anche tu. c'era qualcuno che si lagnava per il troppo burro, mentre io sono d'accordo con Sonia, il quantitativo burroso mi pare perfetto! smiley
18
Federico ha scritto: Giovedì 27 Dicembre 2012  |  Rispondi »
Allora sfatiamo questi falsi miti!20 grammi di burro sono meno calorici di 20 grammi di olio, il dosaggio del burro é piú facile essendo solido, invece con gli oli si abbonda spesso e volentieri. Il burro é ricco di vitamina A mentre l'olio é ricco di tocoferoli steroli vegetail e altre sostanze antiossidanti. Una dieta equilibrata si segue non esagerando con entrambe. Il contiene colesterolo é vero, ma anche latticini e carne ne contengono, evitare il burro per aumentare questi ultimi due non é il senso di una dieta equilibrata. W il burro in quantitá modeste!
17
mara ha scritto: Mercoledì 26 Dicembre 2012  |  Rispondi »
Le ho cucinate oggi.. Veramente ottime !!! Ho seguito le dosi .. A mio parere giuste.. Buonissime.. Le consiglio smiley)

10 di 26 commenti visualizzati

Lascia un Commento