Carbone dolce della befana

Dolci e Desserts
Carbone dolce della befana
136 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 5 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Carbone dolce della befana

La notte dell’epifania porta via le feste ma lascia in dono tante golosità nelle calze dei bambini appese ai camini e sull’albero di Natale. Caramelle, cioccolatini biscottini per i bimbi più buoni e il tradizionale carbone per quelli più monelli, non più vero come si usava una volta ma una versione dolcissima che rappresenta un monito goloso. Realizzate anche voi il carbone dolce della Befana, con la nostra ricetta sarà semplicissimo e divertente!

Ingredienti per la glassa
Zucchero a velo 300 g
Uova albume 1
Alcol puro 10 g
Coloranti alimentari in polvere nero 5 g
Limoni gocce di succo 4
Per lo sciroppo
Zucchero semolato 300 gr
Acqua 100 g
Coloranti alimentari in polvere nero 5 g

Preparazione

Carbone dolce della befana

Per realizzare il carbone dolce della befana iniziate dalla glassa: ponete gli albumi in una ciotola (1), aggiungete le gocce di succo di limone e iniziate a montare con le fruste (in alternativa potete usare anche una planetaria). Incorporate a poco a poco con un cucchiaio lo zucchero e velo (2), l’alcol (3),

Carbone dolce della befana

infine unite il colorante alimentare nero in polvere (4). La dose del colorante è per la versione in polvere se utilizzate i coloranti liquidi, ve ne servirà una dose leggermente maggiore, in questo caso si consiglia di aumentare la dose a poco a poco fino a raggiungere la tinta desiderata. Continuate a montare finché non otterrete una glassa densa e scura. A parte in un pentolino dal fondo spesso in acciaio, non antiaderente, preparate lo sciroppo: versate l’acqua e il colorante nero (5), aggiungete lo zucchero semolato (6)

Carbone dolce della befana

mescolate velocemente per far bagnare tutto lo zucchero e lasciate bollire fino a che il caramello non raggiunge la temperatura di 141°C (7), se non disponete del termometro, non mettete subito il colorante, ma aggiungetelo non appena il caramello diventa biondo. Ci vorranno circa 10-15 minuti. Scaldate leggermente 2 cucchiai di glassa a bagnomaria o in microonde e versateli all'interno dello sciroppo (8). Date una mescolata veloce e versate subito in uno stampo da plumcake foderato con carta forno (9) (o in uno stampo che abbia un bordo alto).

Carbone dolce della befana

Il composto aumenterà di volume, se volete un carbone un po’ più areato lasciatelo raffreddare senza mescolare, se invece lo volete più compatto, con un cucchiaio, mescolate per pochi secondi il carbone nello stampo. Fate indurire il carbone a temperatura ambiente poi rovesciatelo su un tagliare (10-11) e tagliatelo grossolanamente con un coltello per ottenere l’effetto “carbone” (12).

Conservazione

Il carbone dolce della befana si conserva fino ad un mese al riparo dall'umidità, ben chiuso in un sacchetto di plastica o una scatola di latta.

Consiglio

Per poterlo lavorare al meglio, è necessario preparare più ghiaccia reale di quella che effettivamente servirà, quindi colorate solo la quantità di ghiaccia che vi serve, così da poter rifare il procedimento più volte, con più colori.

Altre ricette

I commenti (136)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Raffy ha scritto: martedì 05 gennaio 2016

    Buongiorno, io ho appena preparato il carbone dolce per i miei piccoli, solo che non avendo tutti i coloranti alimentari in polvere ma anche liquidi ho notato molta differenza quello con il colorante in polvere e venuto perfetto qli altri sono "lievitati" un po meno. In piu io ho aggiunto degli aromi alla vaniglia per il carbone giallo e alla liquirizia per il carbone blu, comunque ottimo risultato speriamo che piaccia a tutti ????????

  • giuggiolax ha scritto: mercoledì 16 dicembre 2015

    ciao Sonia! Avrei intenzione di cimentarmi in questa ricetta, ma essendo un pochino imbranata nella cucina ti volevo chiedere se bisogna seguire la ricetta scritta o quella nel video, anche il procedimento è leggermente diverso.. sono equivalenti? Grazie in anticipo per la risposta! smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 17 dicembre 2015

    @giuggiolax: Ciao, segui pure la foto ricetta. Fai molta attenzione a pesare accuratamente gli ingredienti e i tempi come descritto e non avrai problemi smiley un saluto!

  • Alessia ha scritto: mercoledì 11 novembre 2015

    Ma si deve per forza aggiungere del colorante?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 12 novembre 2015

    @Alessia: Ciao Alessia, il colorante servirà per ottenere un risultato più particolare ma se preferisci puoi ometterlo smiley un saluto!

  • lischetti giuliana ha scritto: sabato 21 febbraio 2015

    al posto dell'anice per le chiacchiere posso usare un pochi di alcool pruo? grazzzzzzzie mille

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 20 marzo 2015

    @lischetti giuliana: meglio di no! 

  • michela ha scritto: martedì 06 gennaio 2015

    gentilissima Sonia, vorrei un chiarimento, nella video ricetta la quantità degli ingredienti è diversa dalla ricetta scritta e lei dice a Benny di fare riferimento alla ricetta scritta, ma perché se ci sono 300 grammi di zucchero a velo per un albume poi è scritto di usarne solo 2 cucchiai, e perché scaldarlo? io l'ho fatto con l'essenza di menta anziché l'alcool e con poca glassa non scaldata, ed è venuto benissimo, sarò stata fortunata!!ma vorrei comunque, se possibile avere queste precisazioni. A proposito delle bacchette magiche, non sono riuscita a vedere la ricetta, ma le ho fatte utilizzando la ricetta dei biscotti di natale alle mandorle e la ghiaccia reale. perfette un successone.grazie mille.

  • mammaAnto ha scritto: martedì 06 gennaio 2015

    I miei bimbi li hanno trovati nella calza stamattina...ho usato la sambuca perché non avevo altro e sono venuti buonissimi e delicatamente aromatizzati.brava Sonia!!!

  • Adele ha scritto: lunedì 05 gennaio 2015

    Sonia ma L' acool o la vodka ai bambini non fa male ?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 08 gennaio 2015

    Ciao Adele! L'alcol puro in questo caso è funzionale alla ricetta, proprio a livello di struttura e reazione smiley In così piccole quantità non si dovrebbe percepire, considerando anche che in ebollizione la percentuale alcolica evapora!

  • Maria anna ha scritto: lunedì 05 gennaio 2015

    In quanto tempo si dovrebbe indurire il carbone!? Posso metterlo in frigo per accelerare i tempi!?

  • Maria anna ha scritto: lunedì 05 gennaio 2015

    In quanto tempo si dovrebbe indurire il carbone!? Posso metterlo in frigo per accelerare i tempi!?

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 20 gennaio 2015

    @Maria anna: Ciao! servirà pocchissimo tempo.

  • stefania ha scritto: lunedì 05 gennaio 2015

    @giusy ciao! Se metti la ghiaccia in frigo si liquefa, deve asciugare a temperatura ambiente!

10 di 136 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento