Carciofi alla romana

Contorni
Carciofi alla romana
39 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 30 min
  • Dosi per: 4 persone

Presentazione

I carciofi alla Romana sono, come si intuisce dal nome stesso, un contorno tipico della gastronomia Laziale ed in particolar modo della città di Roma.
Il carciofo è sempre stato un ortaggio molto apprezzato ed utilizzato nella cucina romana che, oltretutto, vanta anche una varietà particolare, la mammola, molto adatta alla realizzazione di questo tipo di ricette.
Tra le varie pietanze a base di carciofi, ricordiamo anche i carciofi alla giudia, un altro piatto tipico della gastronomia romana.
Le origini del piatto sono ancora una volta, da ricercarsi nell'antichità quando, per sfamarsi, i contadini utilizzavano ciò che la terra metteva loro a disposizione: in questo caso i carciofi.

Ingredienti
Carciofi romani 8
Olio extravergine d'oliva 2 dl
Limoni 1
Pangrattato 50 g
Aglio 1 spicchio
Menta romana 2 cucchiai
Prezzemolo 2 cucchiai

Preparazione

Carciofi alla romana

Per prima cosa occupatevi della pulizia dei carciofi (clicca qui per vedere come fare): togliete le foglie esterne piu' dure, con un coltellino affilato percorrete un movimento a spirale dal fondo verso la cima del carciofo e infine, tagliate una parte del gambo lasciandone solo 4 centimetri. Allargate le foglie dei carciofi con le mani in modo da poter togliere la barbetta presente all'interno e mettete i carciofi, così puliti, in una bacinella con dell'acqua acidulata per evitare la formazione di parti nere che, ricordiamo, vanno eliminate.

Carciofi alla romana

Lasciateli a bagno per qualche minuto, nel frattempo tritatate l'aglio, la mentuccia ed il prezzemolo e aggiungete il pangrattato, un filo d'olio e un pizzico di sale (5-6).

Carciofi alla romana

Servendovi di un cucchiaino, riempite i carciofi, che avete precedentemente allargato, con la farcia di pangrattato (7). Salate i carciofi in superficie (8) e mettete in un tegame antiaderente i carciofi bagnandoli con l'olio restante e fateli scottare per due minuti (9),

Carciofi alla romana

quindi aggiungete acqua fino alla meta' della testa del carciofo (10), salate ,coprite il tegame con un coperchio (11) e  lasciate cuocere a fuoco moderato.
Dopo circa mezz'ora controllate la cottura dei carciofi, che dovrebbe essere ultimata (12), pungendoli con una forchetta e se sono pronti, serviteli in tavola ancora caldi e cosparsi con il sughetto della cottura. I carciofi alla romana sono buoni serviti sia caldi che freddi..Buon appetito!

Curiosità

Come i carciofi alla giudia, anche i carciofi alla romana sono una ricetta di derivazione Ebraica entrata però a fare parte a pieno titolo nella tradizione italiana della Capitale.

Il consiglio di Sonia

Trucco: per fermare l’ossidazione potete cospargere i carciofi di farina, invece di immergerli in acqua acidulata. Suggerimento: i carciofi alla romana sono delle bombe di sapore, serviteli con un secondo di carne, oppure formaggi e uova. Provare per credere!

Altre ricette

I commenti (39)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Riccardo ha scritto: sabato 06 settembre 2014

    Molto buoni! Non capisco come mai ma il sugo mi è rimasto molto denso, probabilmente buona parte del pangrattato è fuoriuscito dai carciofi? devo scottarli di più perchè non fuoriesca?

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 19 settembre 2014

    @Riccardo:Ciao, puoi allungare con un pò d'acqua durante la cottura se ti sembra troppo denso!

  • giorgia ha scritto: martedì 18 marzo 2014

    Nn capisco xke ma il sugo mi era venuto amaro ?!

  • michela ha scritto: martedì 11 marzo 2014

    Cara Sonia, vorrei provare la tua ricetta ma guardandomi in giro nel mio paese ho trovato solo carciofi violetti. E' un problema ai fini della ricetta? Grazie in anticipo. Michela.

  • Gio ha scritto: domenica 09 marzo 2014

    Fatti speriamo bene tolta la barbetta spero di aver eliminato tutta la parte legnosa del carciofo

  • Barbara ha scritto: sabato 22 febbraio 2014

    @ettore:deve essere uno spettacolo la tua ricetta!!smiley)

  • Bia ha scritto: martedì 09 aprile 2013

    Mancherebbe solo una cosa.. Dei fiocchi di sale di Cipro affumicati da aggiungere poco prima di servire: un tocco di classe sui carciofi stufati!

  • Federica ha scritto: giovedì 14 marzo 2013

    Buonissimi li ho preparati oggi per la prima volta!! Non ho usato il pangrattato e sono venuti bene lo stesso!! La prossima volta metterò solo un po' più di sale!

  • Barbara ha scritto: domenica 24 febbraio 2013

    Il mio ragazzo e' stato felicissimo e oggi mi ha chiesto di riprepararli smiley buonissimi anche senza il pangrattato!

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 04 maggio 2012

    @Paola: ricordati di eliminare le foglie più dure quando pulisci i carciofi!

  • Paola ha scritto: domenica 29 aprile 2012

    Provati a Pasqua , buonissimi, ma il carciofo si indurisce troppo esternamente...suggerimenti guru Sonia smiley?

10 di 39 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento