Carciofi fritti alla senape

Contorni
Carciofi fritti alla senape
20 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 5 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Con i carciofi fritti alla senape potete realizzare un contorno (o secondo piatto) sfizioso e molto gustoso, dalla preparazione davvero semplice e veloce, che consiste nell’intingere i cuori di carciofo in una saporita pastella aromatizzata alla senape e prezzemolo, per poi friggerli in abbondante olio caldo.

Se non avete tempo o voglia di pulire i carciofi, potete procurarvi dei cuori di carciofo surgelati, già puliti e pronti per l’uso.

Ingredienti per i carciofi
Carciofi 8
Uova 2
Farina 50 g
Senape in polvere 1 cucchiaino (1 o 2 cucchiai in crema)
Lievito chimico in polvere 1 cucchiaino
Sale q.b.
Ingredienti per friggere
Olio di semi di arachide q.b.

Preparazione

Carciofi fritti alla senape

La prima cosa per preparare i carciofi fritti alla senape è mondare i carciofi: eliminate le foglie esterne più dure (1), e tagliate la parte superiore dei carciofi (2) e il gambo tagliandolo appena sotto la base del carciofo (per vedere come clicca qui) mantenendo solo il cuore, per evitare che i carciofi si anneriscano durante la preparazione cospargeteli con la metà di un limone (3)

Carciofi fritti alla senape

Quindi tagliate ogni carciofo in otto parti (4), e una volta terminata la pulizia immergeteli in acqua acidulata.
Dopo aver mondato i carciofi, passate alla preparazione della pastella:  in una ciotola capiente mettete le uova, aggiungete la farina (5), il sale (6),

Carciofi fritti alla senape

e la senape, e con l’aiuto di uno sbattitore o mixer, realizzate una pastella (7) aggiungendo durante la preparazione anche il cucchiaio di olio (8) e il cucchiaino di lievito (9); se la pastella dovesse risultare troppo densa unitevi 1 o 2 cucchiai di acqua tiepida (viceversa, aggiungete poca farina).

Carciofi fritti alla senape

Versate nella pastella i carciofi, scolati e asciugati, e lasciate che si impregnino bene per qualche minuto (10). Nel frattempo scaldate l’olio di semi (o se preferite di oliva), nel quale tufferete uno per uno i vari spicchi di carciofo, facendo attenzione che non si attacchino uno con l’altro (11); rigirateli su se stessi qualche volta, al fine di dorarli su tutta la superficie. A seconda della dimensione del carciofo, nel giro di 5/7 minuti saranno pronti, quindi toglieteli dall'olio e poneteli a scolare su della carta assorbente da cucina (12); serviteli ancora caldi, cospargendoli eventualmente con un pizzico di sale.

Conservazione

I carciofi fritti alla senape, come ogni fritto, va mangiato caldo o tiepido. I carciofi poi non si prestano ad essere conservati perché sviluppano molecole tossiche.
Sconsigliamo la congelazione.

Consiglio

Se desiderate una preparazione dal gusto più saporito e intenso, potete sostituire il cucchiaino di senape in polvere con uno o due cucchiai di senape in crema, scegliendo quella a voi più congeniale.

Se volete aggiungere un pizzico di aroma in più ai vostri carciofi fritti alla senape, potete aggiungere alla pastella anche un paio di cucchiai di prezzemolo tritato.

Altre ricette

I commenti (20)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Alessandro ha scritto: lunedì 31 agosto 2015

    Buonasera, Come potrei diminuire il sapore acidulo dei carciofi? Bicarbonato?

  • daniela ha scritto: giovedì 28 maggio 2015

    Ciao volevo chiedere. i carciofi vanno sbollentati prima di procedere xon la frittura? non rimangono duri?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 01 luglio 2015

    @daniela: Ciao Daniela, l'alta temperatura dell'olio cuocerà all'interno i carciofi smiley è meglio non sbollentarli! Un saluto!

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 13 aprile 2012

    @Sabina: si tratta del normale lievito istantaneo!

  • Sabina ha scritto: giovedì 12 aprile 2012

    Domanda: dove si trova il lievito chimico? Non l'ho mai usato... Grazie

  • chiara ha scritto: lunedì 12 marzo 2012

    Fatti! Solo che al posto del lievito ho usato la birra (mia mamma usa sempre quella per la pastella). Il problema è che: il sapore della senape non si sente per nulla... ho usato quella in crema, nei normali tubetti, circa un cucchiaino (le dosi che ho fatto io erano dmezzate rispetto a queste perché ho fatto per due). Si dovrebbe sentire, no? comunque erano buoni smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 20 giugno 2011

    @teresa: dovresti far scongelare i carciofi su un panno e prima di immergerli nella pastella tamponali per asciugarli al meglio. In questo modo l'acqua non renderà il carciofo molle.

  • heidi ha scritto: venerdì 03 giugno 2011

    Hi kitchenvoyage, tu ricordi di io? Canosciuti with recipe di maccaroni con suco and polpetti, send mi ancora tua recipe por favore, thank

  • kitchenvoyage ha scritto: giovedì 02 giugno 2011

    L'altro giorno che ho cucinato un frittata italiano un recipie di Carluccios da piamonte (per il mio alberino speciale di carluccio) ed io era realmente sorpresa circa il sapore dei carciofi della frittura e va così bene con la carne della frittura, così rinfrescante!

  • Annablu ha scritto: giovedì 02 giugno 2011

    I carciofi appena tagliati vanno immersi in acqua e farina x nn farli annerire.Io nn uso il limone xke' altera il gusto del carciofo.

  • teresa ha scritto: giovedì 02 giugno 2011

    Per Sonia: volendo utilizzare i carciofi surgelati bisogna lasciarli scongelare completamente prima di tuffarli nella pastella o è meglio farlo quando sono ancora un po' freddi e duri? Perchè il carciofo appena scongelato è flaccido, con la frittura torna duro?

10 di 20 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI