Castagnole

Dolci e Desserts
Castagnole
555 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso

Presentazione

Castagnole

Castagnole, Zeppole, Tortelli Milanesi, sono alcuni dei nomi con cui vengono chiamati i dolci tipici del Carnevale: le castagnole sono frittelle dolci tipiche della Romagna, piccole come castagne e dal soffice interno, facilmente reperibili in tutte le pasticcerie nel periodo che va dall’Epifania al mercoledì delle ceneri.

Nonostante la loro paternità Romagnola, le castagnole, così chiamate per la loro forma che ricorda vagamente quella di una castagna, vengono preparate e gustate in molte regioni d’Italia anche se con nomi differenti e con piccole variazioni di ingredienti.

Ingredienti per 30 castagnole da 12 grammi l'una
Liquore all'anice 1 cucchiaio
Farina 00 200 g
Zucchero 50 g
Scorza di limone mezzo
Burro 40 g
Uova piccole 2
Sale 1 pizzico
Lievito chimico in polvere 8 g
Baccello di vaniglia 1
Ingredienti per cospargere
Zucchero a velo q.b.
Ingredienti per friggere
Olio di semi q.b.

Preparazione

Castagnole

Mettete in una ciotola la farina, le uova, lo zucchero, il burro (potete in alternativa usare 1-2 cucchiai di olio), i semi di una bacca di vaniglia, il sale, la scorza grattugiata del limone, il liquore e il lievito (1);  lavorate gli ingredienti fino ad amalgamarli, poi trasferite l'impasto su di una spianatoia leggermente infarinata  e impastate fino adottenere un composto morbido (ma non molle) liscio e compatto (3).

Castagnole

Lasciate riposare l'impasto per qualche minuto e poi  formate dei cordoncini di pasta (4) dello spessore di un paio di centimetri circa e tagliateli a pezzetti grandi come delle grosse nocciole (5).
Formate con i palmi delle mani delle palline (6), (se volete,  incidete la superficie con un taglio a croce), e friggetele un po’ alla volta in abbondante olio e a fiamma bassa (7), rigirandole nella padella finchè risulteranno ben gonfie e dorate e cominceranno a galleggiare (8).

Castagnole

Una volta pronte, fate asciugare le vostre castagnole su un foglio di carta assorbente, spolverizzatele con dello zucchero a velo (9) o semolato e... Buon Carnevale!

Curiosità

Nonostante le castagnole Romagnole abbiano una forma tondeggiante molto simile a quella di un bignè, in molte regioni d’Italia, come ad esempio in Campania, queste vengono realizzate come delle piccole ciambelle che possono essere riempite di crema o panna.

Consiglio

Superbe: è l’unica parola che mi viene in mente per definire le castagnole! La versione che preferisco è quella che vi propongo, quella tipica romagnole, insaporite con l’anice, ma non posso non consigliarvi di sperimentare e di cercare la vostra ricetta perfetta. Non vi piace l’anice? Sostituite il liquore con lo Strega o con del rum. Non vi convince lo zucchero semolato? Usate quello al velo. Detestate l’odore di fritto e nessun trucco (compreso quello di mettere nell’olio durante la cottura uno spicchio di mela) vi sembra funzionare? Cuocetele al forno, 12-15 minuti a 180°. Pronti a gustarle? Fredde o calde, magari accompagnate da una tazza colma di cioccolata calda fumante, o da qualche cucchiaiata di panna montata: sono o no superbe?

Altre ricette

I commenti (555)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • nadia ha scritto: giovedì 07 luglio 2016

    cosa posso usare al posto dell'anice?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 08 luglio 2016

    @nadia: Ciao Nadia, puoi ometterlo oppure aggiungere della scorza grattugiata di limone! Un saluto!

  • maria ha scritto: martedì 22 marzo 2016

    Buonissime,il liquore il vin santo e`perfetto e al posto del burro l' olio come consigliato .....fatte e finite.

  • pinella ha scritto: domenica 28 febbraio 2016

    Fanastike e veloci da fare ..

  • vittoria ha scritto: sabato 27 febbraio 2016

    È bello vedere quante cose si possono cucinare quando si a la passione

  • Giulia ha scritto: mercoledì 17 febbraio 2016

    Io non ho il liquore in casa.. Con cosa lo posso sostituire.?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 01 marzo 2016

    @Giulia: Ciao, puoi ometterlo!

  • COSTINA ha scritto: martedì 16 febbraio 2016

    DURANTE LA FRITTURA L'OLIO FA TANTE BOLLICINE E TENDE A USCIRE DALLA PENTOLA IN QUANTO LIEVITA . COME MAI?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 16 febbraio 2016

    @COSTINA: ciao! probabilmente stai friggendo troppi pezzi alla volta! 

  • Sonia ha scritto: martedì 16 febbraio 2016

    Ciao, ho preparato le castagnole una settimana fa e sono venute molto buone! Volevo farcirle con la crema ma dentro erano "piene" e non sono riuscita, come posso fare? Grazie smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 01 marzo 2016

    @Sonia: Ciao, si esatto queste risultano piene. Se vuoi farcire ti consigliamo: tortelli di carnevale! smiley

  • Stefano ha scritto: sabato 13 febbraio 2016

    Ho provato la vs ricetta delle castagnole ???? Eccezionali ????. In famiglia e gli amici me le hanno richieste. Domanda : - le posso preparare la sera , e friggerle la mattina dopo?????????.Come le conservo ? Grazie

  • veronica ha scritto: mercoledì 10 febbraio 2016

    salve io ancora le devo fare ma volevo sapere al posto del mistra posso mettere un liquore alle erbe aromatizzate?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 10 febbraio 2016

    @veronica:Ciao Veronica, puoi sostituire il Mistrà con un altro liquore di tuo gradimento per aromatizzare l'impasto smiley

  • ZIAMARCY ha scritto: martedì 09 febbraio 2016

    A proposito di castagnole......ho mangiato stasera le ultime castagnole che ieri avevo trovato un po' pesanti per via del burro che aveva preso il sopravvento. Oggi erano buonissime, rotolate nello zucchero semolato, una tirava l'altra. Finite. Proverò a fare quelle con la ricotta.

10 di 555 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy