Cavolfiore in pastella

Contorni
Cavolfiore in pastella
43 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso

Presentazione

Una verdura che non dovrebbe mai mancare in inverno: il cavolfiore. Versatile in cucina e dalle tante proprietà benefiche, questo ingrediente candido e dalle globose infiorescenze...diciamo la verità, non piace proprio a tutti! Ecco allora una ricetta per farlo amare a grandi e piccoli, servendolo come sfizioso antipasto o contorno ricco: il cavolfiore in pastella. Le tenere cimette vengono avvolte da una cremosa pastella senza uova che una volta immersa nell'olio bollente, grazie allo shock termico, risulterà molto fragrante e impalpabile; permetterà al cavolfiore di sprigionare i suoi migliori sapori e tutta la sua morbidezza. Il cavolfiore in pastella conquisterà tutti... non vi resta che provare e aspettare di ricevere i migliori complimenti!

Ingredienti
Cavolfiore 1 kg
Farina tipo 00 130 g
Sale q.b.
Acqua frizzante, fredda 200 g
per friggere
Olio di semi q.b.

Preparazione

Cavolfiore in pastella

Per preparare il cavolfiore in pastella eliminate le foglie esterne, strappandole con le mani (1) e con un coltellino eliminate anche la parte del gambo (2). Poi sempre con il coltello separate le cimette (3)

Cavolfiore in pastella

e tenetele da parte (4). Nel frattempo occupatevi di realizzare la pastella: setacciate la farina in una ciotola (5) e unite l'acqua frizzante fredda a filo, sbattendo con una frusta (6).

Cavolfiore in pastella

Una volta ottenuta una pastella liscia, aggiungete un pizzico di sale (8) e immergetevi le cimette di cavolfiore (8). Versate l'olio di semi in un tegame e scaldatelo fino a che il termometro non raggiungerà la temperatura di 170°, poi prelevate con una forchetta le cimette, lasciate scolare la pastella in eccesso, ed immergete pochi pezzi alla volta nell'olio bollente (9).

Cavolfiore in pastella

Cuocete i vostri cavolfiori in pastella per 5-6 minuti, fino a che non risulteranno ben dorati. A questo punto con una schiumarola sollevateli dall'olio (10) e posizionateli su un foglio di carta da cucina (11), in modo da eliminare l'olio in eccesso. Salate i vostri cavolfiori solo una volta fritti e serviteli ancora caldi (12).

Conservazione

Consumate il cavolfiore in pastella appena fritto!

Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Al posto dell'acqua frizzante provate ad utilizzare la birra sempre fredda e per dare più sapore unite nella pastella un trito di salvia e rosmarino!

Curiosità

Il cavolfiore, confuso con il cavolo broccolo, ha una forma simile a quest'ultimo ma si distingue per il suo colore: bianco candido, come nella varietà autunnale "palla di neve", oppure bianco crema come nel caso del " Primaticcio di Toscana", o anche violaceo come nel caso del "Violetto di Sicilia".

Altre ricette

I commenti (43)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Girasoliblu ha scritto: lunedì 07 marzo 2016

    Ciao, per motivi di salute, non posso mangiare fritture. Ho letto che si possono fare anche al forno. Potete dirmi a quanti gradi e per quanto tempo? E se devo sbollentarli prima? Grazie!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 08 marzo 2016

    @Girasoliblu:Ciao Girasoliblu, qui trovi la ricetta dei cavolfiori in pastella al forno.

  • Annalisa ha scritto: martedì 01 marzo 2016

    Per chi ha problemi come me di celiachia vorrei far sapere che la pastella viene benissimo anche con la farina di riso, anzi ancora piú croccante e sono buonissimi anche i carciofi fatti cosí li ho mangiati proprio oggi

  • Michele ha scritto: martedì 01 marzo 2016

    Anch'io, come Roby87, faccio una variante: lesso il cavolfiore e faccio una pastella con farina e uova. I cavolfiori precedentemente bolliti risultano più morbidi.

  • Gioia ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    Fatti questa sera..buonissimi ma dopo sono corsa sotto la doccia ????????

  • Gochi ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    Fatti stasera, davvero gustosa ricetta!

  • Caramella ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    @paola: se lo cuici in forno perdi la libidine di questa ricetta. se è x salute... certamente. ma se è x la linea... ti consiglio di mangiartelo fritto e domani penserai alla dieta sicuramente con un ottimo ricordosmiley

  • Giadina ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    salve mi chiedevo se è necessaria l'acqua frizzante,e se potevo sostituirla con quella naturale ovviamente fredda!!!grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 01 marzo 2016

    @Giadina:Ciao Giadina, al posto dell'acqua frizzante puoi usare la birra  fredda che darà anche una nota aromatica.

  • paola ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    si puo cuocere al forno?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    @paola: Ciao Paola, noi non abbiamo provato ma se preferisci puoi seguire questa ricetta di una nostra blogger : cavolfiore in pastella al forno

  • Roby87 ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    Io lesso il cavolfiore e faccio una pastella più ricca, aggiungendo le uova e del formaggio grattugiato.

  • Tiziana ha scritto: lunedì 29 febbraio 2016

    @Redazione Giallozafferano: grazie mille!

10 di 43 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento