Cavolo ripieno

Cavolo ripieno
  • Difficoltà:
    Elevata
  • Cottura:
    30 min
  • Preparazione:
    20 min
  • Dosi per:
    6 persone
  • Costo:
    Medio

Focaccia ripiena di cavolo e speck

Cavolo ripieno


Il cavolo ripieno è un secondo piatto particolarmente sostanzioso e molto saporito. La separazione delle foglie del cavolo rende la sua preparazione un po’ complicata e delicata per mani non proprio esperte.

La cottura in pentola a pressione del cavolo ripieno è molto veloce però, se non si dispone di questo tipo di pentola, si può cuocere in normale tegame, allungando i tempi di cottura. Il cavolo ripieno è un piatto dal sapore molto spiccato, per cui più adatto agli adulti che ai bambini.

Ingredienti per 6 persone
Cavolo cappuccio verza 1
Carne bovina di vitello tritata 400 gr
Uova 1
Pangrattato 2 cucchiai
Latte fresco intero 100 ml
Vino bianco 100 ml
Cipolle dorata 1
Brodo vegetale 300 ml
Alloro 1 foglia
Pepe in grani 4
Sale 2 cucchiaini
Maionese 150 ml

Preparazione

Cavolo ripieno
Tagliate leggermente la base del cavolo per far si che rimanga in piedi. Aprite piano piano le foglie cercando di non romperle; basta un piccolo spazio, nel quale successivamente metterete il ripieno. In una ciotola, sbattete l’uovo con il vino, il sale ed il pan grattato; aggiungete il latte e la carne trita e mescolate bene.

Cavolo ripieno
Farcite le foglie del cavolo con la carne. E’ possibile legare il cavolo per evitare che si apra durante la cottura. Mettete nella pentola il brodo vegetale, l’alloro, il pepe e la cipolla tagliata a spicchi. Sistemate il cavolo dentro la pentola. Cuocete per mezz’ora da quando il vapore comincia a fuoriuscire. Il tempo di cottura con la pentola a pressione dipende da ogni tipo di pentola. Controllate la cottura incidendo un coltello nel centro; il cavolo sarà pronto quando sarà morbido dentro; Tirate fuori il cavolo dalla pentola e tenetelo al caldo. Portate ad ebollizione la salsa e fatela ridurre di ¼. Servite il cavolo caldo, tagliato a fettine decorato con un cucchiaio di maionese e la salsa.

Consiglio


Se ritenete che sia troppo complicato aprire le foglie del cavolo (perchè troppo compatte), potete provare a tagliarlo a metà, svuotarlo un po’ per creare un buco da farcire con il ripieno, quindi riunire le due metà e legarle assieme con uno spago da cucina.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 5 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


5
Alice ha scritto: Sabato 05 Ottobre 2013  |  Rispondi »
Si vero! Quella in foto è una verza, come si fa ad allargare le foglie del cavolo cappuccio senza romperlo? è troppo duro, le foglie del cavolo cappuccio sono molto più compatte...
4
manu84 ha scritto: Venerdì 26 Ottobre 2012  |  Rispondi »
@vanessa: Infatti la verza è un tipo di cavolo, ciao ciao
3
vanessa ha scritto: Mercoledì 10 Novembre 2010  |  Rispondi »
ciao a tutti..
scusate, forse vi sembrero sciocca la mia osservazione...
ma a me sembra una verza e non un cavolo cappuccio quella delle foto...

grazie
2
Erborina ha scritto: Giovedì 25 Dicembre 2008  |  Rispondi »
Cara Dirce,
Il cavolo si mette in pentola con il brodo e gli aromi. A cottura ultimata, quando tiriamo fuori il cavolo, quello che rimane in pentola è la "salsa" da far ridurre.
Spero sia un po' più chiaro. Facci sapere! smiley
1
dirce ha scritto: Mercoledì 17 Dicembre 2008  |  Rispondi »
ma quale salsa, manca un pezzo di ricetta????
5 di 5 commenti visualizzati

Lascia un Commento