Charlotte alle mele

Dolci e Desserts
Charlotte alle mele
75 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 50 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Charlotte alle mele

La charlotte alle mele è un dolce prelibato che risale alla fine del 1700, quando comparve per la prima volta nei trattati di Antonin Carême, famoso cuoco e scrittore francese, al quale si deve il merito di aver codificato e semplificato lo stile di cucina noto come “haute cuisine”. In Italia la charlotte alle mele comparve nei ricettari della cucina settentrionale già dai primi decenni dell’800.                   
La caratteristica forma della charlotte è data da una corona di savoiardi, farcita al suo interno con un composto a base di frutta, solitamente mele, pere o fragole.
La charlotte che presentiamo, da noi realizzata nella sua versione più conosciuta, è preparata con una farcitura a base di mele renette, che vengono cotte in padella con zucchero e cannella e sfumate con un liquore profumato, tipo brandy.
L’origine del nome di questo dolce è tuttora incerta: alcuni sostengono che derivi dalla somiglianza con la charlotte, termine francese che identifica una cuffia femminile dalla forma increspata; altri affermano che vi sia una correlazione tra la forma di questa cuffia e lo stampo da torta utilizzato per cuocerla. Caratteristica particolare della charlotte di mele è che questo dolce viene gustato quando ancora è tiepido e viene solitamente mangiato al cucchiaio.

Ingredienti
Burro 70 g
Latte fresco 150 ml
Brandy (o cognac) 50 ml
Zucchero semolato 50 gr
Limoni la scorza grattugiata di 1
Vanillina 1 bustina
Confettura di albicocche 150 gr
Mele renette 1 kg
Cannella in polvere 1 cucchiaino raso
Savoiardi 250 g
Per spennellare
Confettura di albicocche q.b.

Preparazione

Charlotte alle mele

Per preparare la charlotte alle mele iniziate sbucciando le mele renette; privatele poi del torsolo centrale e tagliatele a fettine dello spessore di circa 2-3 mm (1). In una padella capiente fate sciogliere 50 gr di burro a fuoco dolce (2), quindi aggiungete le mele (3)

Charlotte alle mele

e sfumate con il brandy (4) (o in alternativa un altro liquore di vostro gradimento). In una ciotolina mettete lo zucchero, la vanillina e la cannella e unite il tutto alle mele mescolando bene per amalgamare tutti gli ingredienti (5). Grattugiate la scorza di limone (6)

Charlotte alle mele

e continuate la cottura per qualche minuto a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto fino a spappolare le mele (se fosse necessario, aggiungete un po’ d’acqua durante la cottura per non far attaccare le mele) (7). A cottura ultimata spegnete il fuoco e mettete da parte il contenuto della padella. Nel frattempo imburrate e ricoprite con carta da forno una tortiera per charlotte (8) (o una tortiera per panettone a bordi alti) del diametro di 18 cm. Prendete ora i savoiardi e tagliatene via una delle estremità affinché, messi in piedi nella tortiera, arrivino a 3-4 cm dal bordo. Bagnateli leggermente nel latte (9)

Charlotte alle mele

e cominciate a disporli intorno al perimetro della tortiera (10). Una volta completato il perimetro, rivestite il fondo con i pezzi di savoiardi rimasti e tenete da parte tutti i pezzi che avanzano (anche le briciole) (11). Unite ora la confettura di albicocche al composto di mele ormai tiepido (12), mescolate per bene e versate il tutto nella tortiera.

Charlotte alle mele

Livellate la superficie della charlotte e, aiutandovi con la lama di un coltello, pareggiate le estremità dei savoiardi eliminandone un piccola parte (13). Cospargete con i savoiardi rimasti, sbriciolandoli con le mani, tutta la superficie del dolce (14), quindi fate sciogliere il restante burro (20 gr) e versatelo in modo uniforme sopra la charlotte (15).

Charlotte alle mele

Infornate la tortiera in forno statico già caldo a 180° per circa 35-40 minuti. Una volta cotta, lasciatela intiepidire  la charlotte alle mele su una gratella (16) poi capovolgetela su un piatto da portata. Rimuovete la carta da forno (17), lucidate il dolce spennellandolo con la confettura di albicocche passata al setaccio e servitelo ancora tiepido.

Conservazione

Potete conservare la charlotte di mele posta sotto una campana di vetro, per un massimo di due giorni.

Altre ricette

I commenti (75)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • BennyBene ha scritto: venerdì 26 settembre 2014

    Provata e riuscita benissimo! Buona, originale, facile da fare e fa la sua scena smiley Grazie per questa ricetta

  • Laura ha scritto: venerdì 02 maggio 2014

    Molto buona! Unica pecca: il ripieno non è rimasto tutto insieme nel momento del taglio. credo sia dovuto al fatto che avrei dovuto far spappolare ulteriormente le mele in padella. Come si dice sbagliando si impara smiley Grazie per la ricetta deliziosa e profumata

  • Lia ha scritto: sabato 29 marzo 2014

    Buona davvero!! Riuscita benissimo e di grande effetto! Ricetta spiegata bene. sempre eccellenti le tue ricette. Grazie. smiley)

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 25 febbraio 2014

    @Sara: serve comunque una teglia rigida di base.

  • Sara ha scritto: martedì 25 febbraio 2014

    Ciao! Io non ho una tortiera come quella usata da te, ma ho lo stampo di cartone che si usa per fare il pan-brioche o il panettone: potrei usare quello in alternativa?

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 29 ottobre 2013

    @angy: Ciao, puoi provare a lasciare le dosi invariate!

  • mirco ha scritto: sabato 26 ottobre 2013

    Ancora una volta, complimenti x il blog.Ho seguito la ricetta alla lettera, tranne il fatto che, avendo solo una tortiera apribile di 26 cm di diametro, ho aumentato tutti gli ingredienti in proporzione.Per questo ho lasciato la punta tonda dei savoiardi verso l'alto ed ho riempito il centro con il resto dei savoiardi sbriciolati ed il burro fuso.Infornata con sopra della carta stagnola x metà del tempo e poi tolta x la seconda metà.Data la dimensione della tortiera ho deciso di servirla senza rovesciarla.L'aspetto è comunque interessante.Sarebbe simpatico poter pubblicare almeno una foto assieme al commento.Non vedo l'ora di assaggiarla e di condividerla con gli amici a cena.Grazie

  • angy ha scritto: venerdì 25 ottobre 2013

    Ciao Sonia, ma se la teglia è per le torte di 20 cm può andare bene comunque o devo aumentare le dosi delle mele?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 14 ottobre 2013

    @Valeria : Ciao, si puoi fare così!

  • Valeria ha scritto: sabato 12 ottobre 2013

    ciao a tutte..ho preparato il ripieno ma non ho lo stampo per charlotte;pensavo di metterlo nello stampo da plumcake..che ne dite? aiuto smiley)

10 di 75 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento