Colomba di Pasqua

Dolci e Desserts
Colomba di Pasqua
563 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: elevata
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 8 persone

Presentazione

La colomba, insieme all’uovo di Pasqua, fa parte della tradizione gastronomica Pasquale dell’Italia intera; le sue origini vanno ricercate verso la metà del VI secolo quando, durante l’assedio di Pavia da parte di Re Alboino, lo stesso si vide offrire un dolce a forma di colomba in segno di pace.
La storia recente e forse quella più realistica, vede nei primi del Novecento l'azienda milanese Motta, creare un dolce simile al panettone, ma con un aspetto decisamente legato alla Pasqua: nasce così la colomba come la conosciamo oggi, un morbido dolce lievitato, con canditi e una croccante ricopertura di glassa e mandorle

Ingredienti per 2 stampi da 750 gr
Burro 250 g
Limoni la buccia grattugiata di 1
Arance la buccia grattugiata di 1
Lievito di birra 12 g
Arance candite 75 gr
Cedro candito 75 gr
Miele 50 g
Latte 180 ml
Vaniglia i semi di 1 bacca
Malto 1 cucchiaino
Uova medie 6 tuorli
Sale 5 g
Farina manitoba 550 gr
Zucchero 180 g
per la glassa
Zucchero granella 50 gr
Mandorle intere non spellate 50 gr
Zucchero a velo 80 gr
Uova 2 albumi
Farina di mandorle 80 gr

Preparazione

Colomba di Pasqua

La difficoltà di preparazione della colomba pasquale consiste nella sua lavorazione, che è piuttosto lunga e laboriosa; l’importante è non avere fretta per permettere all’impasto la giusta lievitazione.
PRIMO IMPASTO Sbriciolate il lievito in una ciotola ed aggiungete 50 ml di latte tiepido (1), il malto (2), 100 gr di farina (3). Impastate per bene e poi formate una palla e mettetela a lievitare in una ciotola coperta con pellicola in luogo tiepido (il forno spento con la luce accesa andrà bene) per almeno 30 minuti.

Colomba di Pasqua

SECONDO IMPASTO Prendete l’impasto lievitato (4) e impastatelo con 80 ml di latte tiepido (5) e 100 gr di farina (6) : dovrete ottenere un impasto morbido che lascerete lievitare nelle stesse condizioni di quello precedente per almeno 30 minuti.

Colomba di Pasqua

TERZO IMPASTO Unite l’impasto lievitato a 150 gr di farina (7), 80 gr di zucchero, 50 ml di latte tiepido e lavorate l’impasto per almeno 15 minuti, poi unite 80 gr di burro ammorbidito (8), poco per volta fino al completo assorbimento dell’impasto. Quando avrete ottenuto una pasta elastica ed omogenea, formate una palla (9) e mettetela dentro ad una ciotola coperta con pellicola trasparente e porrete nel forno spento con luce accesa per almeno 2 ore.

Colomba di Pasqua

QUARTO IMPASTO All’impasto lievitato unite ora 5 gr di sale, 100 gr di zucchero, la vaniglia, la buccia degli agrumi grattugiata (10), 50 gr di miele e le uova, alternando l’aggiunta di 200 di farina; in ultimo aggiungete 170 gr di burro ammorbidito poco per volta. Impastate bene fino ad ottenere un composto liscio ed elastico, quindi in ultimo unite 75 gr di arancia candita a cubetti e 75 gr di cedro candito (11). Formate una palla e mettete a lievitare l’impasto in una ciotola capiente spennellata con del burro ammorbidito per circa 12 ore in frigorifero (12).

Colomba di Pasqua

QUINTO IMPASTO Prendete l’impasto lievitato mettetelo su di una spianatoia e lavoratelo per qualche minuto, poi, adagiatelo nell’apposita forma di carta per colomba (13) e lasciatelo lievitare fino al raddoppiamento del volume (almeno 3 ore). Nel frattempo preparate la glassa per la colomba: sbattete con i rebbi di una forchetta gli albumi dentro ad una ciotola, aggiungendo a mano a mano lo zucchero a velo (14) e la farina di mandorle (15) (o se preferite di nocciole tostate). Dovrete ottenere un composto denso che una volta messo sulla colomba non coli ai lati.

Colomba di Pasqua

Ricoprite quindi la colomba (16) e poi cospargetela con le mandorle (17) e lo zucchero in granella (18). Infornate la colomba in forno statico già caldo a 200° per i primi 10 minuti e poi abbassate la temperatura a 180° proseguendo per altri 30-40 minuti, fino a cottura ultimata (fate la prova stecchino per verificare l’avvenuta cottura). Estraete la colomba dal forno, lascia tela raffreddare e poi cospargetela con un filo di zucchero a velo vanigliato, quindi servite!

Curiosita'

La produzione della colomba, cosi come quella di altri dolci storici Italiani è protetta addirittura da un decreto legge, precisamente quello del 22/07/05, nel quale si stabilisce che la produzione di questo dolce deve rispondere a determinate caratteristiche per poter utilizzare il suo nome tipico.
L’art. 1 ad esempio riporta quanto segue:
La denominazione colomba e' riservata al prodotto dolciario da forno a pasta morbida, ottenuto per fermentazione naturale da pasta acida, di forma irregolare ovale simile alla colomba, una struttura soffice ad alveolatura allungata, con glassatura superiore e una decorazione composta da granella di zucchero e almeno il due per cento di mandorle, riferito al prodotto finito e rilevato al momento della decorazione.”

Altre ricette

I commenti (563)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Cristiana ha scritto: venerdì 25 aprile 2014

    Esperimento uscito a meraviglia!!!! Non immaginavamo potesse essere così semplice in fin dei conti. Il Bimby ha aiutatato tantissimo negli impasti, riuscendo a velocizzare i tempi. Come avevo letto nei vari commenti abbiamo evitato il frigo e la colombina ha lievitato fuori a temperatura ambiente. Peccato solo si sia volatilizzata in meno di 3gg smiley Grazieeeee

  • francesca ha scritto: mercoledì 23 aprile 2014

    OTTIMA RICETTA!!! DI DUE COLOMBE NON È RIMASTA NEANCHE L'OMBRA. ..

  • laura ha scritto: mercoledì 23 aprile 2014

    Grazie, Sonia, della risposta.Tieni presente che col 5^ impasto l'ho lasciata lievitare, una volta fuori dal frigo, per ben 6 ore nella speranza che prima o poi crescesse ... rimango comunque convinta che le 12 ore in frigo siano da evitare. Fino a questo passaggio la lievitazione era andata alla grande. Saluti cari

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 22 aprile 2014

    @laura: Ciao, mi spiace che la riuscita non sia stata quella aspettata. Per la lievitazione del quinto impasto si può dividere in due parti, quella più grande si può stendere in un rettangolo e arrotolarlo per porlo nella parte più ampia dello stampo. Poi riempire le altre due parti dividendo l'impasto restante in due parti. Questa operazione inibisce il collasso dell'impasto. Inoltre deve lievitare nello stampo in forno spento con luce accesa per almeno 3 ore.

  • laura ha scritto: lunedì 21 aprile 2014

    Come vi avevo detto ho provato a cuocerle: sono lievitate quel tanto da non poter essere usate per lapidare qualcuno ... L'abbiamo comunque mangiata perchè il gusto è buono ed oggi porterò l'altra a pranzo dai miei suocere ... certo non farò una bella figura! Mi raccomando evitate la boiata del passaggio in frigo .. Sono curiosa di sapere che ne pensa Sonia ..

  • Claudia ha scritto: domenica 20 aprile 2014

    Fatta! O meglio, fatte; ne ho fatte 3 piccoline con interno e farcia diversi... Perfette e buonissime.

  • mina ha scritto: domenica 20 aprile 2014

    Poi uscita dal frigo, la lavorate un po con le mani unte di burro, fate un rotolo, ne ricavate 3 pezzi uno più lungo ke metterete nella parte centrale dello stampo e due più piccoli ke saranno le ali.poi mettete la pellicola sopra e mettetela a lievitare nel forno con la luce accesa x 3-4 ore.per la cottura, cuocetela nella parte più bassa del forno! Spero di essere stata d aiuto a qualcuno!

  • mina ha scritto: domenica 20 aprile 2014

    Ragazzi io l ho fatta ed è venuta benissimo! Vi do qualche dritta su come l ho fatta io! Prima di metterla in frigo lasciatela a temperatura ambiente x 15-30 minuti e poi la mettete nella parte centrale del in frigo coperta con la pellicola unta di burro! Il frigo rallenta ma nn arresta la lievitazione!

  • Vale T. ha scritto: domenica 20 aprile 2014

    Fatta ieri per oggi. Per problemi di tempo dopo le due ore di lievitazione ho messo l'impasto dentro allo stampo e fatto lievitare davanti alla stufa per circa 8 ore l'ho cotto alle 22 è lasciato raffreddare. Buonissimo con le gocce di cioccolato! Buona Pasqua a tutti smiley

  • Barbara ha scritto: domenica 20 aprile 2014

    Ieri ho provato a fare la colomba e oggi l'abbiamo mangiata tutti insieme ed è stato un successo ! Grazie mille x le bellissime ricette e soprattutto grazie xchè le spiegate benissimo. Buona Pasqua !

10 di 563 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento