Come pulire i funghi porcini

Come pulire i funghi porcini
5 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Costo: medio

Presentazione

Come pulire i funghi porcini

I funghi porcini sono la varietà di funghi più ricercata e apprezzate per il loro sapore intenso e il loro profumo inconfondibile. 
I funghi porcini si distinguono per le carni che non anneriscono dopo il taglio e per la versatilità che hanno in cucina: possono infatti diventare i protagonisti di molte ricette oppure arricchire primi o secondi.
I funghi porcini possono essere consumati crudi, tagliati sottili, con appena un filo d'olio ma si possono anche far seccare o mettere sott'olio.
Trovare un porcino in un bosco non è facile e soprattutto bisogna saperli riconoscere ed essere sicuri che siano commestibili, quindi se non ne avete mai raccolti, andate con qualcuno di più esperto che vi sappia aiutare!
I funghi porcini una volta raccolti non subiscono alcun trattamento perciò dovrete pulirli per bene a casa: oggi per la scuola di cucina vi mostriamo come si puliscono i funghi porcini e come tagliarli per usarli in diversi piatti!

Ingredienti
Porcini 500 g

Preparazione

Come pulire i funghi porcini

Ecco dei bei funghi porcini (1): vediamo come fare a pulirli! Con l’aiuto di un coltellino affilato dalla lama liscia cominciate a eliminare la parte terrosa sul gambo, raschiandolo con delicatezza fino ad eliminare qualsiasi traccia di terra (2-3).

Come pulire i funghi porcini

Se il fungo è abbastanza pulito, eliminate i pochi residui di terra con un pennello (4-5) oppure con un panno di cotone (6).

Come pulire i funghi porcini

Con un movimento rotatorio (fatelo con delicatezza per evitare di rompere il fungo), separate le cappelle dei funghi dai gambi (7); nello staccare la cappella dal gambo del porcino, state attenti a non rompere o spezzare uno o l'altro. Se il vostro fungo è ancora molto sporco, passatelo velocemento sotto un getto di acqua corrente fredda (8) (tenete presente che i funghi non andrebbero mai lavati, per evitare che si impregnino d'acqua quindi fate questa operazione molto velocemente e senza mettere in ammllo il prodotto). Infine asciugate i funghi con un panno (9), eliminando anche gli ultimi residui di terra eventualmente rimasti.

Come pulire i funghi porcini

A questo punto potete tagliare i vostri funghi porcini: prendete la testa e tagliatela a fettine più o meno spesse a seconda della preparazione che andrete a fare (10). Prendete il gambo e tenendolo appoggiato su un tagliere tagliatelo a fettine per il senso della lunghezza (11). Se il fungo è piccolo potete tagliarlo anche intero nel senso della lunghezza (12). Ecco che i vostri funghi porcini sono pronti per essere consumati!

Consiglio

Può succedere che i funghi che avete acquistato o raccolto contengano dei parassiti. Per ovviare a questo inconveniente, procedete in questo modo: prendete un foglio di giornale, mettetelo in un luogo fresco e adagiatevi i funghi con la testa rivolta verso il basso. Questo farà si che i vermetti, che hanno la tendenza a salire e che non amano l’odore del giornale, raggiungano la parte finale del gambo; in questo modo quando si andrà a staccare la parte finale del fungo, con la terra si elimineranno anche gli “ospiti”.

Provate queste ricette con i funghi porcini: porcini trifolati, risotto ai porcini e zafferano, filetto con porcini e tartufo.

Il consiglio di Sonia

Pulite i porcini con una pezza asciutta.

Altre ricette

I commenti (5)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Camilla ha scritto: sabato 06 settembre 2014

    E'la seconda volta che li compro freschi e non sanno di niente!!! Perché??? Meglio surgelati.

  • Antonino ha scritto: giovedì 04 settembre 2014

    Parlando con un micologo mi dice che sia una fesseria quella di non dover lavare i funghi. Anzi mi consiglia di metterli in ammollo per un pò per preservarli da possibili problemi tossicologici dovuti alla disidratazione subita nel tempo intercorso tra la raccolta e il momento di cucinarlo. Vi risulta??

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 30 settembre 2014

    @Antonino: Ciao Antonino! In generale consigliamo di pulire i funghi con un panno umido o un pennello, oppure, se sono particolarmente sporchi di terriccio, di passarli velocemente sotto l'acqua. Il procedimento varia in base alla tipologia dei funghi: ad esempio, i chiodini richiedono anche la bollitura; altri invece possono essere mangiati crudi.

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 02 gennaio 2014

    @rosa: Ciao, puoi congelarli puliti e crudi, tagliati in pezzi e disposti su un vassoio e una volta che saranno congelati trasferirli in un sacchetto gelo così potrai utilizzare quando ti serviranno solo quelli che vorrai usare senza scongelarli tutti.

  • rosa ha scritto: venerdì 27 dicembre 2013

    Come posso fare una volta puliti se volessi congelarli?

  • ramona ha scritto: lunedì 21 ottobre 2013

    grazie mille per le tue semplici e accurate spiegazioni....

5 di 5 commenti visualizzati

Lascia un Commento