Coniglio in salmì con polenta

Secondi piatti
Coniglio in salmì con polenta
25 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 60 min
  • Cottura: 90 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: medio
  • Nota: + 12-24 ore di marinatura

Presentazione

Il coniglio in salmì è un piatto unico dal sapore decisamente ricco, tipicamente invernale.
In questo caso per accompagnare il coniglio in salmì abbiamo preparato la polenta ma potete servirlo anche con un purè o con qualsiasi altro contorno che preferite.
La caratteristica del coniglio è il salmì è la marinatura prolungata nel vino e negli aromi, che conferisce alla carne di conglio un aroma intenso e caratteristico.
La preparazione del coniglio in salmì è piuttosto lunga, ma il risultato sarà un piatto inusuale e saporito.

Ingredienti
Coniglio 1,2 kg
Cipolle media 2
Sedano 1 costa
Carote 1
Aglio spicchi 2
Rosmarino 2 rametti
Chiodi di garofano 3-4
Pepe in grani 5-6
Salvia 3-4 foglie
Alloro 2 foglie
Prezzemolo 3 rametti
Timo 2 rametti
Basilico 4 foglie
Cannella 1 stecca
Vino rosso 1 l
Sale q.b.
Olio di oliva 6 cucchiai
Farina 2 cucchiai
Ingredienti
Acqua 2 l
Sale grosso q.b.
Olio di oliva 1 cucchiaio
Farina di mais a cottura istantanea 500 gr

Preparazione

Coniglio in salmì con polenta

Eliminate la testa, il grasso e gli organi interni dal coniglio, poi tagliatelo a pezzi (1), lavatelo e tamponatelo con della carta da cucina. Mettete i pezzi di coniglio in una ciotola capiente (2) e aggiungete una cipolla sbucciata e tagliata a pezzi grossolani, una carota sbucciata e tagliata a rondelle, la costa di sedano a pezzetti, l’aglio sbucciato e schiacciato, il rosmarino, il timo, i chiodi di garofano, la cannella, i grani di pepe, le foglie di salvia, basilico, alloro e prezzemolo (3).

Coniglio in salmì con polenta

Coprite il tutto con il vino rosso (4), aggiungete un paio di prese di sale e sigillate la ciotola con della pellicola trasparente (o copritela con un coperchio) e mettete il tutto a macerare in frigorifero per un minimo di 12 fino ad un massimo di 24 ore. Trascorso il tempo di macerazione, sgocciolate il coniglio (5), tamponatelo con carta da cucina e infarinate i vari pezzi (6).

Coniglio in salmì con polenta

In una padellina, mettete l’olio e la cipolla rimasta tritata finemente ad appassire a fuoco basso per 10-15 minuti (7); trasferite la cipolla in una padella o tegame capiente (che possa contenere il coniglio e successivamente anche le verdure della marinata e il liquido) aggiungete i pezzi di coniglio infarinati (8) e fateli dorare da entrambi i lati (9).

Coniglio in salmì con polenta

Nel frattempo sgocciolate anche le verdure e le spezie ed unitele al coniglio (10); lasciate rosolare per 5 minuti a fuco dolce rigirando di tanto in tanto. A questo punto aggiungete la marinata rimasta (11) (ormai solo il liquido), che dovrà più o meno coprire il coniglio, mettete sul tegame il coperchio e lasciate cuocere a fiamma dolce per almeno 50-60 minuti. Nel frattempo, preparate la polenta mettendo un paio di litri di acqua sul fuoco: non appena arriverà a bollore, aggiungete il sale e un cucchiaio di olio extravergine di oliva, quindi togliete la pentola dal fuoco, aggiungete a pioggia la farina di mais che mescolerete con una frusta (12).

Coniglio in salmì con polenta

Mettete di nuovo la pentola sul fuoco (dolce ) e mescolate con un mestolo di legno fino a che la polenta non sarà cotta (13), quindi versatela in un contenitore (14) (meglio se rettangolare) che avrete precedentemente spennellato con dell’olio. Lasciate raffreddare la polenta per bene e poi capovolgetela su di un piano e tagliatela a fette dello spessore di circa 1 cm (15) che, volendo, potrete anche grigliare su di una bistecchiera.

Coniglio in salmì con polenta

Torniamo al nostro coniglio: trascorso il tempo di cottura, togliete il coperchio dal tegame e aggiustate di sale e pepe. Togliete il tegame dal fuoco, sgocciolate i pezzi di coniglio e adagiateli in un contenitore che terrete al caldo (16). Frullate il fondo di cottura (17) (liquido e verdure) così da ottenere una crema che farete ridurre fino a raggiungere la densità desiderata (18);

Coniglio in salmì con polenta

aggiungete i pezzi di coniglio (19), lasciate cuocere per 5 minuti tutto assieme (20) e poi spegnete. Servite immediatamente il coniglio cin salmì con le fette di polenta (21) irrorandole con il fondo di cottura ottenuto.

Altre ricette

I commenti (25)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • manuela ha scritto: mercoledì 15 gennaio 2014

    @vittoria: io avevo i conigli del contadino ,e sono più buoni ,e l ho cucinato come nella ricetta ma con il vino bianco secco tipo erba luce del canavese ,e le spezie e i gusti che sono dell'orto li metto in un filtro come quello x filtrare il tè cosi non me li trovo nel sugo ma si sentono! meno che sparsi !e invece che la polenta faccio la purrea con le patate burro, latte, un rosso d'uovo,parmigianoeun piz. di noce moscata e sale!provala !

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 05 novembre 2013

    @Nicole: Ciao NIcole, prova e facci sapere il risultato! smiley

  • Nicole ha scritto: martedì 05 novembre 2013

    Vorrei sapere se è possibile fare questa ricetta utilizzando il pollo al posto del coniglio che non ho a disposizione. Grazie!

  • Pino Punzi ha scritto: domenica 20 ottobre 2013

    Questa ricetta mi piace un sacco. Ho fatto qualcosa di simile. Qui in Spagna ci sono ricette simili. La carne in marinatura prolungada con vino e erbe aromatiche sono la mia pazzia. Mia moglie mi dice talvolta: Un'altra volta carne en marinatura? Bene! Ho fatto una variante che voglio raccontare e vorrei dei consigli. Evito ogni volta che posso calorie quindi, dopo la marinatura, metto in una casseruola di creta tutta la marinata e il coniglio. Non faccio nessun soffritto. Passati 50 minuti, piú o meno, dipende del coniglio, triturato la salsa e poi la filtro. Pongo nuovamente la salsa filtrada nella casseruola con il coniglio e lascio cuocere altri 5 minuti. A me mi piace questa ricetta. Cosa pensati voi?

  • giuseppe ha scritto: martedì 19 febbraio 2013

    Non capisco se si usa la stessa marinata in cui ha macerato il coniglio per 12 ore mn assorbe la puzza del coniglio che la marinata dovrebbe togliere? Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 21 gennaio 2013

    @Vanessa : sì puoi cuocere anche il coniglio in forno, se preferisci!smiley

  • Vanessa ha scritto: domenica 20 gennaio 2013

    Ma secondo voi si può cuocere al forno?! Nn ho una pentola adattissima x tt il coniglio entro x farla sul fuoco ... smiley(

  • giorgio ha scritto: mercoledì 05 settembre 2012

    @vittoria: Prova con: Marinatura coniglio alloro aglio sedano noce moscata(poca)rosmarino (poco)salvia carote cipolla e le frattaglie (tassative!) Il vino rosso e corposo 13/14gradi tannico piu' e' buono e meglio e'! 12/16 ore poi fai cuoocere il tutto senza soffritti cosi' la carne ti rimane morbida. A meta' cottura metti la carne a parte e frulla nn con il frullatore elettrico ma con quello a manovella (che nn ti fa passare la parte fibrosa del sedano ) tutta la verdura le frattaglie e qualche pezzetto di carne . La densita la regoli con un poco di carne frullata o con un po di brodo. Portalo a cottura. Grande ricetta

  • FRANCESCA ha scritto: martedì 20 marzo 2012

    scusate ma il tasto x pubblicare su twitter è sparito???

  • salvo ha scritto: martedì 20 marzo 2012

    ho preparato molte volte questa ricetta con alcune varianti per chi non piace il colore troppo deciso si puó optare con un rosè strutturato,volendo si può usare il prosecco da un tono di dolcezza sopratutto se si usano conigli selvatici.buon appetito.

10 di 25 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento