Crema catalana

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    5 min
  • Preparazione:
    20 min
  • Dosi per:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Crema catalana al caffè e cardamomo

Crema catalana

La "spagnolissima" crema catalana è una ricetta tipica della tradizione della Catalogna, regione della Spagna nord-orientale, da dove è stata esportata poi nel resto dell'Europa.

Questa delicata crema, cugina della creme brulè e del creme caramel, era, ed è, considerata in Spagna altamente sofisticata e di gran lunga superiore (ovviamente se fatta bene, secondo tradizione) alle sue cugine.

Ingredienti per la crema
Latte 500 ml
Uova 4 tuorli
Zucchero 100 g
Limoni 1
Cannella 1 pezzetto
Maizena (amido di mais) 25 gr
per cospargere
Zucchero di canna q.b.
Noce moscata grattugiata q.b.

Preparazione

Crema catalana
Iniziate la preparazione della vostra crema catalana sciogliendo la maizena in poco latte freddo (1-2). Grattugiate la buccia del limone (3) ,
Crema catalana
e mettela in un tegame insieme al resto del latte (4-5), a meta' dello zucchero (6) e alla cannella (7).
Crema catalana
Portate il tutto ad ebollizione mescolando per sciogliere lo zucchero (8) e togliete dal fuoco il tegame.
Crema catalana
A questo punto lavorate insieme, in una ciotola a parte, i tuorli d'uovo (9-10) e il rimanente zucchero, aggiungendo poi anche l'amido di mais (maizena), sciolto precedentemente in un po' di latte freddo (11). Solo dopo aver mescolato bene insieme l'amido di mais, aggiungete il composto di latte bollente, filtrandolo con un colino (12-13), sempre continuando a mescolare.
Crema catalana
Mettete ora il composto ottenuto in un tegame (14) e portatelo ad ebollizione a fuoco vivace continuando e mescolare; lasciatelo cuocere per circa due minuti e poi levatelo dal fuoco. Avrete ottenuto in questo modo una crema morbida e liscia (15).
Crema catalana
Versate la crema catalana, ancora calda, nelle apposite pirofiline (16) e, appena raffreddata, mettete in frigorifero a rassodare per circa un paio d'ore. Al momento di servire in tavola, cospargete la crema con lo zucchero di canna (17) e mettete la pirofilina sotto il grill caldo per pochi minuti, per permettere allo zucchero di caramellarsi, oppure utilizzate l'apposito attrezzo simile ad una piccola fiamma ossidrica (18). Crema catalana

Curiosità

Un tempo, per caramellare lo zucchero sulla crema catalana, i contadini Catalani usavano un particolare ferro incandescente a forma di spirale che, ancora oggi in Spagna, in alcuni ristoranti tipici viene utilizzato. La tecnologia moderna, invece, ci offre un particolare attrezzo per caramellare simile ad una piccola fiamma ossidrica che permette di caramellare in pochi istanti. Ps: se volete assaggiare la più buona crema catalana della Spagna... allora dovete andare nelle campagne di Barcellona, sembra che lì sia ottima.

I consigli di Sonia

Vi svelo un segreto: la crema catalana è buonissima anche mangiata il giorno dopo, a patto che non impazzisca mentre la scaldate in forno… Per evitare che questo accada, infornatela sotto il grill dopo aver inserito lo stampo in un recipiente più grande pieno d’acqua fredda, oppure di ghiaccio. Nota per golosi incorreggibili: se dovesse venirvi n mente di guarnirla, le fragole e gli acini d’uva sono certamente i frutti più adatti. Non che io ci abbia mai provato… J

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 254 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


254
alex ha scritto: Martedì 01 Luglio 2014  |  Rispondi »
@Silvia: con del liquore tipo rum
253
Semy ha scritto: Sabato 14 Giugno 2014  |  Rispondi »
Io ci sono vissuta in Spagna e ho assaggiato tantissime cose come le patatas bravas e questa crema
252
Silvia ha scritto: Sabato 31 Maggio 2014  |  Rispondi »
ciao Sonia in casa mia nessuno ama la cannella (me compresa) con cosa è possibile aromatizzare in sostituzione?
251
Simone ha scritto: Domenica 25 Maggio 2014  |  Rispondi »
Salve, vorrei sapere se può essere anche congelata......
250
Giulia A. ha scritto: Venerdì 23 Maggio 2014  |  Rispondi »
Wow! l'ho provata ieri per il mio onomastico e sono rimasta molto soddisfatta... Io adoro il limone, lo metterei in quantità industriali ovunque, quindi ho abbondato e il risultato è stato eccellente! Unica pecca: la gratinatura... Il mio forno è un po' vecchiotto e l'ultimo passaggio non è riuscito benissimo, ma non importa, la crema era perfetta (e poi ho usato uno zucchero di canna grezzo, ottimo!) Decisamente un dessert da rifare!
249
Mara ha scritto: Sabato 12 Aprile 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia,
Vorrei farla proprio ora....ma non ho le apposite pirofilline posso usare i classici pirottini in alluminio?? ...poi però non posso capovolgerla come il cream caramel....vero!? grazie
248
@Gabriele ha scritto: Martedì 01 Aprile 2014  |  Rispondi »
@Gabriele: ma come fai a nn mettere la cannella nn ti viene il sapore esatto!!!!
247
Gabriele ha scritto: Lunedì 31 Marzo 2014  |  Rispondi »
Ciao , e la noce moscata? poi con cosa posso sostituire la cannella? proprio non la sopporto
246
Lia ha scritto: Domenica 09 Marzo 2014  |  Rispondi »
Ottima! Per nn sbagliare ho comprato (su internet € 9) il ferro per caramellare: perfetto! Perchè secondo me il gril ricuoce la crema . Cosa ne pensi. Ciao e grazie per tutte le ricette che pubblichi.
245
maria grazia ha scritto: Mercoledì 05 Marzo 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia. Ho provato x due volte a fare la crema ma niente. Ho seguito tutti i passaggi ma quando metto tutto sul fuoco x farlo addensare e formare la crema, il composto diventa granuloso, diventa uovo fritto e in superficie si forma uno strato oleoso che bolle, mentre sotto l uova diventa frittata. Come mai? Cosa posso aver sbagliato? Grazie
10 di 254 commenti visualizzati

Lascia un Commento