Crema catalana

Dolci e Desserts
Crema catalana
330 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 5 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Crema catalana

La "spagnolissima" crema catalana è una ricetta tipica della tradizione della Catalogna, regione della Spagna nord-orientale, da dove è stata esportata poi nel resto dell'Europa.

Questa delicata crema, cugina della creme brulè e del creme caramel, era, ed è, considerata in Spagna altamente sofisticata e di gran lunga superiore (ovviamente se fatta bene, secondo tradizione) alle sue cugine.

Ingredienti per la crema
Latte 500 ml
Tuorli 4
Zucchero 100 g
Limoni 1
Cannella in stecche 1
Amido di mais (maizena) 25 g
per cospargere
Zucchero di canna q.b.
Noce moscata da grattugiare q.b.

Preparazione

Crema catalana

Iniziate la preparazione della vostra crema catalana sciogliendo la maizena in poco latte freddo (1-2) e tenete da parte. Grattugiate ora la buccia del limone (3);

Crema catalana

in un tegame versate quindi il resto del latte (4) e aggiungetevi anche la scorza grattugiata del limone (5), meta' dello zucchero (6)

Crema catalana

e la cannella (7). Portate il tutto ad ebollizione mescolando per sciogliere lo zucchero (8) e togliete dal fuoco il tegame. Versate in una ciotola i tuorli e il rimanente zucchero (9),

Crema catalana

lavorate con una frusta (10) aggiungendo poi anche l'amido di mais (maizena), sciolto precedentemente in un po' di latte freddo (11). Solo dopo aver mescolato bene insieme l'amido di mais, aggiungete il composto di latte bollente, filtrandolo con un colino (12-13), sempre continuando a mescolare.

Crema catalana

Mettete ora il composto ottenuto in un tegame (14) e portatelo ad ebollizione a fuoco vivace continuando e mescolare; lasciatelo cuocere per circa due minuti e poi levatelo dal fuoco. Avrete ottenuto in questo modo una crema morbida e liscia (15).

Crema catalana

Versate la crema catalana, ancora calda, nelle apposite pirofiline (16) e, appena raffreddata, mettete in frigorifero a rassodare per circa un paio d'ore. Al momento di servire in tavola, cospargete la crema con lo zucchero di canna e un pizzico di noce moscata (17) e mettete la pirofilina sotto il grill caldo per pochi minuti, per permettere allo zucchero di caramellarsi, oppure utilizzate l'apposito attrezzo simile ad una piccola fiamma ossidrica (18).

Curiosità

Un tempo, per caramellare lo zucchero sulla crema catalana, i contadini Catalani usavano un particolare ferro incandescente a forma di spirale che, ancora oggi in Spagna, in alcuni ristoranti tipici viene utilizzato. La tecnologia moderna, invece, ci offre un particolare attrezzo per caramellare simile ad una piccola fiamma ossidrica che permette di caramellare in pochi istanti. Ps: se volete assaggiare la più buona crema catalana della Spagna... allora dovete andare nelle campagne di Barcellona, sembra che lì sia ottima.

Consiglio

Vi svelo un segreto: la crema catalana è buonissima anche mangiata il giorno dopo, a patto che non impazzisca mentre la scaldate in forno… Per evitare che questo accada, infornatela sotto il grill dopo aver inserito lo stampo in un recipiente più grande pieno d’acqua fredda, oppure di ghiaccio. Nota per golosi incorreggibili: se dovesse venirvi n mente di guarnirla, le fragole e gli acini d’uva sono certamente i frutti più adatti. Non che io ci abbia mai provato… J

Altre ricette

I commenti (330)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Filomema ha scritto: domenica 17 luglio 2016

    Buona

  • Daniela ha scritto: martedì 12 luglio 2016

    Ciao, volevo chiedere se si può uzilizzare anche frumina invece della maizena? Cari saluti

  • barbara ha scritto: domenica 12 giugno 2016

    ciao Sonia non ho l amido di mais la fecola va bene uguale? GRAZIE

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 14 giugno 2016

    @barbara: Ciao Barbara, sostituisci pure l'amido di mais con la fecola!

  • Giuseppina ha scritto: mercoledì 08 giugno 2016

    Ottima e veloce

  • Giusti da siracusa ha scritto: giovedì 05 maggio 2016

    La crema. Catalana piace molto alla. Mia famiglia ho letto la vostra ricetta presto la provero

  • fatima ha scritto: domenica 24 aprile 2016

    buonissime io ne ho fatte 50 ad un bar che lo gestisce una mia amica e sono finite.Non so neanche come sono venute perchè non ne erano rimaste piú

  • camelia ha scritto: giovedì 17 marzo 2016

    Io lo fatta già un paio di volte ma mi si presenta sempre lo stesso errore dopo che si raffredda diventa troppo molle. La prima volta ho pensato che non l avevo fatta cuocere abbastanza ma anche la seconda volta refredandosi e diventata troppo molle perché???? Di gusto era ottima ????????????

  • alexis77 ha scritto: mercoledì 16 marzo 2016

    ho preparato una ventina di creme catalane per il mio compagno nella sua pizzeria... se dovessero avanzare.... si possono congelare per poi riadoperarle? se si.. quanto tempo ci mette a scongelare? per essere serviti in tempo ai clienti?

  • Marxo ha scritto: martedì 15 marzo 2016

    Salve avrei tre due domande, la prima è con queste quantità quante persone si riesce a servire in bicchiere? La seconda posso lasciare riposare il composto per ore e dopo cuocerlo? Scusate sono alle prime esperienze

  • ilaria ha scritto: lunedì 14 marzo 2016

    Salve gentilissima..senta ma se non ci metto la caannella va bene uguale?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 15 marzo 2016

    @ilaria: Ciao Ilaria, andrà benissimo! 

10 di 330 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI