Crema di castagne

Dolci e Desserts
Crema di castagne
30 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 120 min
  • Cottura: 70 min
  • Dosi per: 4 pezzi
  • Costo: basso

Presentazione

La crema di castagne è una sfiziosa preparazione che si realizza con i tipici frutti autunnali, si tratta di una deliziosa crema realizzata con la polpa delle castagne aromatizzata con la scorza di limone e la vaniglia.
Per questa ricetta scegliete castagne abbastanza grandi così da facilitare e rendere più rapida la mondatura, procedete poi con la cottura in acqua e zucchero, come si fa per le confetture, e il gioco è fatto!
Otterrete una sfiziosa crema che potrete anche conservare sottovuoto in modo da poterla gustare anche fuori stagione.
Se volete approfittare dell’autunno per realizzare altre ricette a base di castagne cliccate qui, troverete tante golose idee!

Ingredienti per 4 vasetti da 500 ml
Castagne 2 kg
Zucchero semolato 600 gr
Acqua 650 ml
Vaniglia 1 baccello
Limoni 1 non trattato

Preparazione

Crema di castagne

Per preparare la crema di castagne iniziate lavando le castagne sotto l'acqua corrente (1), poi ponete intere in una pentola colma d'acqua e fatele bollire per almeno 15 minuti (2) dopodiché scolatele e lasciatele intiepidire. A questo puntio sbucciate le castagne con un coltellino affilato (3).

Crema di castagne

Trasferite le castagne nel passaverdure (4) per ottenere un composto sabbioso (5) oppure in alternativa potete usare lo schiacciapatate. Otterrete in questo modo circa 1,6 kg di polpa. Ora prendete il baccello di vaniglia incidetelo nel senso della lunghezza (6)

Crema di castagne

ed estraete i semi interni (7). Ponete sul fuoco un tegame dal bordo alto, aggiungete  il baccello di vaniglia con i suoi semi, lo zucchero (8) e l’acqua (9).

Crema di castagne

Fate sciogliere lo zucchero a fuoco medio mescolando con una frusta per circa 10 minuti (10). Quando lo zucchero risulterà totalmente sciolto, eliminate il baccello di vaniglia con una pinza da cucina (11) e incorporate le castagne (12) e mescolate il composto.

Crema di castagne

Grattugiate la scorza di un limone non trattato (13) e unitela alla crema (14). Cuocete a fuoco basso per circa 1 ora, girando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. La crema di castagne sarà pronta quando diventerà una purea cremosa (15).

Crema di castagne

A questo punto travasate la crema di castagne nei vasetti con un cucchiaio (16-17), la vostra crema di castagne è pronta (18): una volta fredda, potete conservare la crema in frigorifero per circa una settimana oppure potete procedere con la modalità classica del sottovuoto: invasate la crema ancora calda in vasetti sterilizzati con gli appositi coperchi per sottovuoto (consultate la scheda come sterilizzare i vasetti per tutti i dettagli sul procedimento), create il sottovuoto capovolgendo i vasetti, quando i vasetti si saranno raffreddati potrete etichettarli e riporli in un luogo buio al fresco per una lunga conservazione.

Conservazione

La crema di castagne si può conservare 1 settimana in frigorifero in un contenitore ermetico oppure può essere conservata sottovuoto dai 6 ai 12 mesi in un luogo fresco al riparo dalla luce.

Consiglio

Per un sapore più ricco potete cuocere le castagne nel latte anziché nell’acqua. Se gradite una nota alcolica, potete aromatizzare il composto con del liquore come il cognac o il rum.

Altre ricette

I commenti (30)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • sara ha scritto: domenica 30 marzo 2014

    A sbucciare le castagne una per una ci ho messo due ore ma alla fine ne è valsa la pena smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: domenica 26 gennaio 2014

    @fulvia: Ciao, si possono usare vasetti con tappi twist-off. Per questi vasetti la chiusura è diversa. Segui il procedimento di sterilizzazione qui: come sterilizzare i vasetti.

  • Donatella ha scritto: giovedì 26 dicembre 2013

    Questa ricetta mi piace molto, ma mi piacerebbe trovare una ricetta simile per una salsa di castagne da accompagnare agli arrosti, potete aiutarmi? Grazieee e Buon Natale a tutti!

  • fulvia ha scritto: domenica 22 dicembre 2013

    Ciao Sonia, È possibile fare il sottovuoto anche senza i tappi appositi? Ci sto provando ... Ho fatto tutto il procedimento e adesso li ho riempiti, tappati e messi nella pentola a bollire con il canovaccio! Ma dopo come faccio a vedere se si è creato il sottovuoto? Grazie mille...

  • fulvia ha scritto: venerdì 20 dicembre 2013

    Ciao a tutti! Ho appena finito di cuocerla e mi sono accorta solo ora che i vasetti che ho comprato non hanno il tappo da sottovuoto!!! Pensate che possa venire ugualmente? A questo punto la lascio raffreddare in pentola e poi domani cercherò dei tappi idonei... Sperando che non si sciupi il tutto!!!

  • lino ha scritto: lunedì 02 dicembre 2013

    @lino: PS: non sono arrivati a natale ... smiley))

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 29 novembre 2013

    @Diana: Ciao, come è venuta la tua crema. Spero avrai provato con il mixer in caso fammi sapere il risultato!

  • Cuty ha scritto: mercoledì 27 novembre 2013

    Una cosa stupenda! Appena fatta ed appena assaggiata. Ho fatto una prova con 500g di castagne. Le ho lessate sbucciate e poi passate nel mixer per fare come una farina. L'acqua fatta bollire con solo 50 g di zucchero e mezzo limone (troppo dolce stucca secondo me smiley ), ed alla fine mentre il tutto cuoceva ho aggiunto un cucchiaio di maizena e poi ho frullato tutto con il frullino per togliere gli ultimi grumi.. È venuta cremosissima e fantastica, non vedo l'ora di prenderla domani a colazione! Grazie Sonia, con te non sbaglio mai!!

  • lino ha scritto: mercoledì 27 novembre 2013

    @Antonino: ho fatto anch'io così smiley , ma non ho frullato nulla perché mi piace sentire i pezzetti di castagna (usiamo i marroni di S.Zeno di montagna (verona) dop). Ho seguito la ricetta x il resto ma senza limone (non ne avevo e comunque non mi va che copra il gusto ... C'è già la vanillina ). Inoltre ho notato che in un'ora tende a diventare troppo densa ed ho provveduto ad aggiungere acqua (tanto si addensa ancora quando raffredda). A caldo è strepitosa. (Domani assaggerò da fredda : ho altri 3 vasetti sottovuoto che proverò a natale sperando non si ammalino )

  • Sonia Peronaci ha scritto: domenica 24 novembre 2013

    @chiara: Ciao, puoi provare se preferisci!

10 di 30 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento