Crema inglese

Crema inglese
  • Difficoltà:
    Media
  • Cottura:
    15 min
  • Preparazione:
    10 min
  • Dosi per:
    8 persone
  • Costo:
    Basso

Zuppa inglese

Crema inglese

La crema inglese è un classico dessert al cucchiaio dal gusto delicato e dalla consistenza vellutata; a differenza della crema pasticcera, la crema inglese non contiene farina; risulta quindi più fluida ed è un ottima salsa da servire (anche calda) in coppa, accompagnata ad esempio dalle lingue di gatto, che potrete preparare con gli albumi delle uova utilizzate nella ricetta. La crema inglese è ideale anche da gustare insieme ai savoiardi o altri biscotti secchi (quelli alle mandorle o nocciole per esempio). E per i più golosi, questa crema si presta per accompagnare anche dolci a pasta lievitata come plumcake, pan di spagna, colombe e panettoni!

Ingredienti
Latte fresco 1 lt
Limoni la scorza di 1 non trattato
Zucchero semolato 250 gr
Uova tuorli 250 gr (circa 12)
Vaniglia 1 bacca o 1 bustina di vanillina
Sale fino 2 gr

Preparazione

Crema inglese
Per preparare la crema inglese iniziate a prelevare la scorza di un limone non trattato (evitando la parte bianca) (1) e incidete la bacca di vaniglia per il senso della lunghezza (2) per estrarne i semini. Poi, in una casseruola versate il latte (3).
Crema inglese
Aggiungete i semi (4) e la bacca di vaniglia (5) al latte ed infine unite anche la scorza del limone non trattato (6).
Crema inglese
Mescolate (7) e portate il latte a sfiorare il bollore a fuoco dolce, poi spegnete. Ora dividete i tuorli dagli albumi (8) e versateli in una ciotola capiente (9);
Crema inglese
Sbatteteli con la frusta (10), poi aggiungete lo zucchero a pioggia continuando a mescolare (11) e il pizzico di sale (12). Lavorateli per qualche minuto, fino ad ottenere un composto omogeneo
Crema inglese
A questo punto versate sulle uova sbattute con lo zucchero il latte, filtrandolo con un colino a maglie strette (13). Mescolate con una spatola (14) e ponete la crema a cuocere a bagno maria a fuoco basso, sempre mescolando (15); la temperatura della crema non deve mai superare gli 85°. Per sapere quando la crema inglese sarà pronta, basterà immergervi un cucchiaino: se estraendolo velerà il suo dorso, avrete raggiunto il vostro scopo.
Crema inglese
Quando la crema si sarà addensata, filtratela in una ciotola (16) e ponete la ciotola in un'altra più capiente e piena di ghiaccio (17): in questo modo rafferdderete immediatamente la crema senza che la consistenza ne risenta. Mescolate poi togliete dal ghiaccio e coprite la crema con pellicola a contatto (18). Lasciate riposare la crema a temperatura ambiente e poi una volta fredda completamente usate la crema inglese come dessert al cucchiaio o per accompagnare plumcake, ciambelle o torte di mele! Con gli albumi avanzati potete realizzare delle lingue di gatto!

Se la crema impazzisce

Se la vostra crema inglese impazzisce formando degli antiestetici grumi, provate a recuperarla travasandola immediatamente in un’altra pentola fredda; aggiungete alla crema impazzita un cucchiaio di acqua fredda, mescolate il composto e poi colatelo attraverso un colino a maglie fitte per trattenere eventuali grumi. Aggiungete un paio di cucchiaini di fecola (o farina) setacciata alla crema inglese e, mescolando, mettete di nuovo il tutto sul fuoco bassissimo (non fate mai bollire!) lasciando addensare.

Conservazione

Conservate la crema inglese in frigorifero coperta con pellicola a contatto per 1-2 giorni al massimo.
Si sconsiglia la congelazione perchè la crema, una volta scongelata, potrebbe perdere la sua consistenza ottimale.

Consiglio

Esiste una variante alla classica ricetta della crema inglese che velocizzerà e renderà più semplice la sua preparazione: la variante consiste nell’aggiungere 20 gr di fecola di patate (o farina) stemperata in poco latte freddo da aggiungerete al composto di uova e zucchero. Con questo accorgimento, la crema inglese si addenserà prima evitandovi lunghe attese e maggiore attenzione .

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 54 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


54
Lara ha scritto: Sabato 22 Marzo 2014  |  Rispondi »
Ho seguito la ricetta ma più che il cucchiaio ci voleva la cannuccia per mangiarla.. Il gusto era gradevole ma era davvero troppo acquosa.
Che delusione
53
Aida ha scritto: Mercoledì 29 Gennaio 2014  |  Rispondi »
Oggi ho fatto la crema inglese per accompagnare delle rose di mela e sfoglia(suggerita da una blogger di gz) ed e' stata buonissima. Solo che mi sembravano davvero tanti sei tuorli,così ne ho messi 4 e per velocizzare la cottura ho messo 20g di fecola. Al di la di tutto e' stata veramente ottima!!! smiley
52
mario ha scritto: Lunedì 20 Gennaio 2014  |  Rispondi »
ho difficoltà con l'addensamento della crema per la bavarese all'arancia. Usando il termometro a quale temperatura devo smettere di tenerla sul fuoco? non metto nè farina nè fecola ma circa 5 gr. di colla di pesce. Grazie Mario
51
Sonia-Gz ha scritto: Venerdì 17 Gennaio 2014  |  Rispondi »
@Silvia: Ciao, si è quella!
50
Sonia-Gz ha scritto: Venerdì 03 Gennaio 2014  |  Rispondi »
@valentina: la prossima volta prova a cuocerla un pò di più.
49
Laura ha scritto: Mercoledì 01 Gennaio 2014  |  Rispondi »
se vi domandate come utilizzare gli albumi, sappiate che montandoli a neve fermissima e facendoli cuocere per 1 minuto a grandi cucchiaiate nel latte che poi userete per la crema inglese (ricordatevi di cappottare la cucchaiata di albume che sta galleggiando mentre cuoce) otterrete la cosiddetta meringa alla francese, che raffreddata potrà essere servita con granella di nocciole e caramello come ISOLA GALLEGGIANTE sopra la crema inglese.
In Francia, questo dessert è chiamato appunto "île flottante" ed è pratico, terribilmente scenico e, dosando gli zuccheri, anche indicato nelle diete a basso contenuto calorico!!
48
Silvia ha scritto: Lunedì 30 Dicembre 2013  |  Rispondi »
Ciao Sonia! ad "occhio" direi di si, ma mi confermi per favore che questa crema inglese corrisponde alla Custard cream? se si, consiglio a tutti di provarla calda sull'apple crumble, è un abbinamento davvero inglese ed è uno spettacolo!
Ciao Silvia
47
Sonia-Gz ha scritto: Venerdì 27 Dicembre 2013  |  Rispondi »
@patry 70: Ciao, si certo.
46
patry 70 ha scritto: Mercoledì 18 Dicembre 2013  |  Rispondi »
la crema inglese si può preparare in anticipo e poi riscaldare nel microonde?
45
anna ha scritto: Domenica 08 Dicembre 2013  |  Rispondi »
è liquidissima!!
10 di 54 commenti visualizzati

Lascia un Commento