Creme brulèe

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    60 min
  • Preparazione:
    10 min
  • Dosi per:
    6 persone
  • Costo:
    Basso

Creme brulée II

Creme brulèe

La crème brulée, dolce di origine francese la cui ricetta risalirebbe al lontano 1691, significa letteralmente crema bruciata, e consiste in una crema contenente uova, latte, panna e vaniglia cotta a bagnomaria nel forno in pirofile monoporzione.

Come ultimo tocco, viene cosparsa di zucchero successivamente caramellato, in modo da formare una sottile superficie dolce e croccante.

Ingredienti per la creme brulè
Uova 8 (solo i tuorli)
Panna fresca 500 ml
Latte 125 ml
Zucchero 130 gr
Vaniglia 1 baccello
Ingredienti per cospargere
Zucchero q.b.

Preparazione

Creme brulè
Per preparare la crème brulée la prima cosa da fare è accendere il forno a 180°. Versate poi in un tegame il latte, la panna (1), i semi di vaniglia che avrete estratto dal baccello e anche il baccello stesso (2), quindi portate lentamente ad ebollizione. Nel frattempo ponete i rossi d’uovo e lo zucchero in una ciotola (3)
Creme brulè
e mischiate gli ingredienti delicatamente con un mestolo di legno (4), senza sbatterli o formare schiuma. Quando il latte bollirà spegnete il fuoco, togliete il baccello di vaniglia e versate lentamente a filo il composto caldo nei rossi d’uovo (5), mescolando continuamente fino a che il composto non sarà diventato omogeneo (6).
Creme brulè
A questo punto preparate sei pirofiline da forno monoporzione (quelle in foto hanno una capacità di 150 ml l'una) e versatevi il composto ottenuto, debitamente filtrato con un colino (7), poi procedete con la cottura in forno a bagnomaria: disponetele in una teglia contenente dell’acqua bollente che dovrà ricoprire per 1/3 la superficie esterna delle pirofile (8), e infornate per circa 50-60 minuti a 180°. Quando la superficie della creme brulè sarà compatta e dorata togliete le pirofiline dal forno e lasciatele intiepidire (9).
Creme brulè
Cospargete poi la superficie con lo zucchero semolato (10) e caramellizzatela con l’apposito attrezzo (11), oppure in alternativa ponete la creme brulè sotto al grill per qualche minuto. Non appena si sarà formata la crosticina dorata in superficie, la vostra creme brulè è pronta per essere servita (12). Per una buona riuscita della creme brulè è consigliabile porre le pirofiline contenenti il composto da cuocere a bagnomaria, in una teglia contenente dell’acqua bollente. A questo scopo vi consiglio di versare due dita di acqua nella teglia e di metterla sul fuoco: appena l’acqua bollirà, potete adagiarvi le pirofile e infornarle.

Conservazione

Consigliamo di consumare la crème brulée appena pronta, ma se lo desiderate potete conservarla per un giorno al massimo, chiusa in un contenitore ermetico e posta in frigorifero.

I consigli di Sonia

Per aromatizzare la crème brulée, potete sostituire lo zucchero semolato con quello di canna. Se intendete prepararla in anticipo, è consigliabile conservarla in frigorifero e caramellarla appena prima di servirla.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 149 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


149
Arianna ha scritto: Venerdì 02 Maggio 2014  |  Rispondi »
Buonissima..un successone!!
Grazie Sonia!!
148
Elia ha scritto: Lunedì 28 Aprile 2014  |  Rispondi »
Ma se sbatto così poco le uova dopo la crema non saprà troppo da uova?
Grazie,
Elia
147
Sonia-Gz ha scritto: Giovedì 24 Aprile 2014  |  Rispondi »
@chiara: certo! E' meglio "bruciarla" poco prima di servirla!
146
chiara ha scritto: Sabato 19 Aprile 2014  |  Rispondi »
salve Sonia l'ho appena fatta raffreddare. la tengo x lunedì in frigo. posso caramellarla sul momento?
145
lea ha scritto: Martedì 15 Aprile 2014  |  Rispondi »
Sonia io vorrei fare la creme in un unico stampo cioè quella per torta perchè vorrei usarla come base anzi base di biscotto e poi la creme poi mousse al cioccolato e messo in congelatore ,al momento ricoprire con una ganache al cioccolato ,domanda verso la crema nel tegame con cartaforno e la cottura è semère uguale grazie mille
144
gabriella ha scritto: Lunedì 07 Aprile 2014  |  Rispondi »
Questa ricetta è buonissima, io ce l'ho già sul primo libro di giallo zafferano, ma ho scoperyo che posso farmi il ricettario sul cellulare. Comodissimo per il mare così non devo portarmi dietro i libri. Perfetto!
143
Sara ha scritto: Venerdì 04 Aprile 2014  |  Rispondi »
Potrei mettere solo latte?
142
Sonia-Gz ha scritto: Venerdì 28 Febbraio 2014  |  Rispondi »
@Elisa: ti consiglio di servirla tiepida.
141
Elisa ha scritto: Venerdì 28 Febbraio 2014  |  Rispondi »
Ciao Sonia, ma la crema comunque va servita calda o tiepida? poi caramellarla e poi servirla giusto? la voglio fare domani sera!!! Grazie
140
Aldo ha scritto: Martedì 28 Gennaio 2014  |  Rispondi »
Volevo chiedere quando si mette il latte e la panna nei tuorli d'uovo mi rimango dei pezzettini di polpa rimanente dalla vaniglie come faccio ad eliminarli?
10 di 149 commenti visualizzati

Lascia un Commento