Crepe alla Nutella

Dolci e Desserts
Crepe alla Nutella
712 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 30 min
  • Dosi per: 15 pezzi
  • Costo: basso
  • Nota: + 30 minuti di riposo

Presentazione

Crepe alla Nutella

Alzi la mano chi non l’ha mai provata almeno una volta nella vita! Lei, sua maestà la crepe alla Nutella, un peccato di gola a cui è davvero difficile resistere: una golosa frittella sottile realizzata con farina, uova e latte che avvolge un ripieno di Nutella che più goloso non si può. La crepe alla Nutella è una merenda perfetta per rendere le vostre pause ancora più dolci, è ideale per un momento in allegria con i vostri amici: insomma, è davvero una tentazione irresistibile ad ogni ora del giorno! E se volete provare delle varianti di questa squisitezza, potete farcirle con la marmellata o la confettura che preferite ma anche proporle come secondo piatto nella loro versione salata!

Ingredienti per 15 crepes del diametro di 20 cm
Uova medie 3
Farina del tipo 00 250 g
Latte 0,5 l
Burro 40 g
Burro per ungere la padella q.b.
Sale 1 pizzico
per farcire
Nutella 160 g
Zucchero a velo q.b.

Preparazione

Crepe alla Nutella

Per preparare le crepe alla Nutella iniziate dalla preparazione dell’impasto per le crepe. Prendete una ciotola capiente e dai bordi alti e versatevi le uova (1). Sbattete le uova con una forchetta ed unite il latte (2). Mescolate bene gli ingredienti con una forchetta (3).

Crepe alla Nutella

Setacciate la farina nella ciotola (4), aggiungete un pizzico di sale e con le fruste mescolate bene per evitare la formazione di grumi (5). Poi unite anche il burro fuso intiepidito (6).

Crepe alla Nutella

Continuate a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo, vellutato e privo di grumi (7). Poi coprite la ciotola con pellicola alimentare trasparente e trasferite il composto a riposare per almeno 30 minuti in frigorifero (8). Quindi prendete una padella antiaderente per crepes (o in alternativa una padella antiaderente dal diametro tra i 18 ed i 22 cm) ed ungetela con una noce di burro. Scaldate la padella e versatevi un mestolo di impasto necessario a ricoprire tutta la superficie della padella (9): potete aiutarvi con l'apposito stendi pastella per crepes oppure inclinare e ruotare la padella leggermente; questa operazione deve essere fatta abbastanza velocemente, poiché la pastella tenderà a cuocersi rapidamente.

Crepe alla Nutella

Fatela cuocere per 1 minuto a fuoco medio-basso. Non appena sarà dorata ed i bordi della crepe iniziaeranno a staccarsi, giratela dall’altro lato aiutandovi con l’apposita paletta (10 -11). Cuocete anche l'altro lato per 1 minuto circa, aspettando che prenda colore. Quando sarà pronta, mettetela su un piatto da portata o su di un tagliere. Ripetete questo procedimento fino a finire l’impasto e ad ottenere 15 crepes del diametro di 20 cm; impilate le crepe una sopra l’altra mano a mano che saranno pronte fino al momento della farcitura. Poi prendete un cucchiaio di Nutella e stendetelo su metà dalla superficie di ciascuna crepe (12).

Crepe alla Nutella

Quindi prendete il bordo della metà di crepe senza Nutella e fatelo combaciare con l’altro lato (13). Ripiegate la crepe alla Nutella a metà in modo da ottenere un ventaglio (14) e ripetete l’operazione per le restanti crepe. Spolverizzate con zucchero a velo e servite la vostra crepe alla Nutella ancora calda (15)!

 

Conservazione

Se vi avanza dell'impasto potete conservarlo in frigorifero in un contenitore ermetico per al massimo 12 ore.

Se avanzano delle crepes cotte impilatele una sull'altra e conservatele coperte in frigo per un paio di giorni.

Consiglio

Per aromatizzare queste golose crepes, potete aggiungere all'impasto un pizzico di cannella, i semini di una bacca di vaniglia o un bicchierino di rum o cognac. Il tocco in più? Servite queste crepes con lamelle di mandorle: il successo è garantito!

Curiosità

Il nome crepe ha origini latine: “crispus”, che significa infatti “arricciato” e si riferisce alla classica forma increspata appunto delle crespelle. L’origine di questa preparazione è antichissima. Si narra infatti che nel V secolo Papa Gelasio fece portare la farina e le uova disponibili per sfamare dei pellegrini giunti per la Festa della Candelora. Da qui la nascita delle prime crespelle!

Altre ricette

I commenti (712)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Maria ha scritto: giovedì 23 giugno 2016

    Ciao, scusa ma posso diminuire il numero di uova?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 24 giugno 2016

    @Maria: Ciao Maria puoi fare metà dose di tutti gli ingredienti. Visto che le uova sono 3 basterà utilizzare 1 uovo intero + un altro che potrai rompere, sbatterlo e pesarlo. Dopodiché preleva soltanto metà del suo peso! Un saluto!

  • FABIOLA ha scritto: martedì 21 giugno 2016

    Le stiamo per preparare siamo alice e Blanca abbiamo 10 anni. CI VERRANO BENISSIMO ???? GRAZIE DELLA RICETTA VI FAREMO SAPERE ??????????????

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 21 giugno 2016

    @FABIOLA : Ciao, si fateci sapere! smiley

  • B.c ha scritto: lunedì 20 giugno 2016

    Sono uscite molto buone

  • Michele ha scritto: lunedì 20 giugno 2016

    Posso usare la farina rimacinata? (Di grano duro?) Grazie ciao

  • hiba ha scritto: martedì 14 giugno 2016

    grazie molto

  • Elisabetta ha scritto: venerdì 10 giugno 2016

    Salve, se non si mette il burro nell'impasto va bene lo stesso? smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 23 giugno 2016

    @Elisabetta: Ciao Elisabetta, puoi provare. Ma se vuoi essere sicura sul risultato finale ti consigliamo di seguire la ricetta smiley un saluto!

  • asia ha scritto: giovedì 02 giugno 2016

    É stato molto utile

  • Nastea ha scritto: giovedì 02 giugno 2016

    Ciao.È la prima volta che faccio le crepes(ho 14anni) e mi sono venute benissimo.Grazie

  • Jihane ha scritto: martedì 24 maggio 2016

    Buongiorno Sonia , ho messo uova latte burro e infine farina e il burro fuso si è solidificato sopra , credo sia colpa del latte freddo , potete dirmi dove ho sbagliato ? Un bacione , sei bravissima !

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 25 maggio 2016

    @Jihane:Ciao! Ti consigliamo di usare gli ingredienti a temperatura ambiente la prossima volta per evitare questo inconveniente.

  • giuseppe ha scritto: venerdì 29 aprile 2016

    Ma vendono un libro con tutte le ricette di giallo zafferano? (Sarebbe interessante)

10 di 712 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI