Crescia al formaggio

Lievitati
Crescia al formaggio
164 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 50 min
  • Costo: basso
  • Nota: + 2 ore e mezza di lievitazione

Presentazione

La crescia è una ricetta tipica marchigiana che viene solitamente preparata nel periodo pasquale, ricca di fromaggi e ottima da gustare con i salumi che più preferite.

La crescia ha la stessa forma del panettone, ma anzicché essere dolce è salato ed ha una consistenza molto più spugnosa.

La preparazione della crescia viene tramandata di generazione in generazione e ogni famiglia ha il suo piccolo segreto in cucina che rende la ricetta della crescia unica; risulta dunque difficile stabilire e riportare una ricetta unica ed universale della crescia.

La crescia rappresenta una valida ed originale alternativa al pane classico alla quale i vostri commensali non portanno dire di no, bambini compresi! Chi può resistere infatti ad una fetta di crescia accompagnata con del prosciutto o del salame?

Ricetta di Martina Spinaci http://nellacucinadimartina.giallozafferano.it/

Ingredienti
Farina 0 500 gr
Parmigiano reggiano 150 g
Olio extravergine di oliva 150 gr
Latte tiepido 150 ml
Uova medie 5
Malto 1 cucchiaino o 1 di zucchero
Sale 10 g
Pepe macinato a piacere
Pecorino fresco 100 gr
Lievito di birra disidratato 1 bustina (7gr) oppure fresco 1 cubetto da 25 gr

Preparazione

Crescia al formaggio

Sciogliete il malto nel latte (1) ,mettete nella ciotola di un mixer (o in una ciotola di vetro se impastate a mano) la farina, il parmigiano (2), il lievito di birra , e il latte nel quale avrete disciolto il malto (o lo zucchero) e cominciate ad impastare; unite le uova (3) a temperatura ambiente, una alla volta, il pepe macinato e il sale.

Crescia al formaggio

Aggiungete anche l’olio a filo e quando (dopo almeno 10 minuti) il composto sarà ben amalgamato (4), unite il pecorino tagliato a cubetti (5). Rovesciate l’impasto su di una spianatoia, impastate velocemente per formare una palla  (6)

Crescia al formaggio

e poi ponete la crescia con la parte più liscia verso l’alto in uno stampo cilindrico (7) dai bordi alti (tipo quello per panettone) preventivamente imburrato e ricoperto con carta forno.  Spennellate la superficie della crescia con del burro (8) e  lasciate lievitare a circa 30° per circa due ore e mezza o fino a che l’impasto non sarà cresciuto da arrivare al bordo superiore dello stampo (9). A questo punto infornate la crescia in forno statico già caldo a 180° per circa 50-60 minuti, posizionando preventivamente in un angolo della leccarda ( o della grata) una ciotolina contenente dell’acqua fredda. Prima di infornare la crescia, spruzzate un po’ di acqua fredda nel forno e procedete con la cottura. Trascorso il tempo indicato, per verificare la cottura, fate la prova stecchino e se quest’ultimo fuoriesce completamente asciutto, la crescia è pronta! Estraete la crescia dal forno, tiratela fuori dallo stampo e lasciatela raffreddare su di una gratella. Una volta fredda, tagliate la crescia a fette e servitela ai vostri commensali.

Altre ricette

I commenti (164)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Cecilia ha scritto: domenica 12 aprile 2015

    Ho provato a fare la ricetta della crescia (o torta di Pasqua come la chiamiamo ad Assisi ) ed è venuta buonissima!! Solo che le dosi corrispondono a due torte, una più grande è una più piccola! Inoltre per sbaglio l'ho fatta lievitare 2 volte e sono venute molto più soffici del previsto!!

  • Giulia ha scritto: mercoledì 08 aprile 2015

    l'ho rifatta ed è venuta perfetta! però stavolta ho usato la farina di manitoba e l'ho fatta lievitare tutta la notte con la copertina di lana. Non si sbriciolava ed era compatta! smiley

  • Miriana ha scritto: martedì 07 aprile 2015

    @Sonia-Gz: Ok Grazie mille! smiley sta crescendo benissimo!

  • michela ha scritto: martedì 07 aprile 2015

    Venuta perfetta!!! L'ho provata per la prima volta da portare alla scampagnata a Pasquetta ed era deliziosa, la variante é che ho messo l'acqua, anziché il latte, emmenthal al posto del pecorino e ho fatto 50 ml olio e 50 strutto

  • Miriana ha scritto: martedì 07 aprile 2015

    Una domanda un po sciocca:ma il lievito come si scioglie?

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 07 aprile 2015

    @Miriana: Ciao miriana, non preoccuparti durante la lavorazione il lievito si scioglierà, per velocizzare potresti aggiungerlo leggermente sbriciolato! 

  • Giulia ha scritto: lunedì 06 aprile 2015

    Dopo due ore di lievitazione non si è' mossa . Seguito passo passo tutto il procedumento ma il risultato e' stato deludente. Credo che 1 bustina di lievito sia decisamente poca. Che tipo di lievito avete usato voi di giallozafferano ? Ho usato il bertolini per pizze , ho sbagliato?

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 07 aprile 2015

    @Giulia : Ciao Giulia, noi abbiamo utilizzato il lievito di birra disidratato, il tuo era un lievito istantaneo che purtroppo non è idoneo a queste preparazioni smiley Riprova con il lievito di birra e facci sapere smiley 

  • Francesco ha scritto: domenica 05 aprile 2015

    questa che voi chiamate crescia è la tipica torta di pasqua di Perugia chiamata torta al formaggio prodotta da secoli e secoli documentatevi prima di appropriarvi di ricette nn marchigiane ma umbre. Buona Pasqua

  • Americano ha scritto: domenica 05 aprile 2015

    I miei nonni erano di Marche e Nonna mettono sempre una bustina di zafferano nella sua Crescia. Non ho mai visto una ricetta crescia che utilizza lo zafferano. Crescia è popolare negli Stati.Italiano / americani a Boston e New York fanno, ma molte delle ricette non son "Crescia", come si aggiungiono in pezzi di provolone, salami, anche peperoncino rosso. Questa ricetta, senza lo zafferano, è identica a mia nonna. Complimenti e Buona Pasqua a tutti!- Sammi

  • laura ha scritto: sabato 04 aprile 2015

    Semplicemente buonissima!grazie!!!!

  • Fabiana ha scritto: sabato 04 aprile 2015

    Io ne ho buttata una...non lievita...ne sto cuocendo un'altra che c'era lievitata abbastanza bene me già mi sembra che si sia abbassata come l'altra...delusione!!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 07 aprile 2015

    @Fabiana : Ciao Fabiana! Mi puoi indicare meglio in quale punto il processo non ti sembra andare come nella fotoricetta? Così cerco di aiutartismiley

10 di 164 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento