Crostata alla crema di limoni

Dolci e Desserts
Crostata alla crema di limoni
186 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 75 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + 30 minutu di riposo della pasta frolla

Presentazione

Tempo fa lanciammo un mini sondaggio in redazione per scoprire quale fosse il gusto preferito da ognuno, in termini di crostata. Ovviamente ognuno diceva la sua, qualcuno addirittura motivandone la scelta con aneddoti legati all’infanzia o ad una festa in famiglia. Da lì a poco gli exit poll furono piuttosto chiari: la maggioranza si era espressa a favore della crostata alla crema di limoni. Una croccante pasta frolla aromatizzata al limone che fa da guscio alla deliziosa crema, profumata anch'essa con l'agrume, dal sapore piacevolmente acre, capace di stuzzicare le papille gustative e allettarle per il prossimo boccone. Questo dolce è semplice proprio come sembra, probabilmente appartenente a quelle tradizioni ispirate al piacere di cucinare un facile ma gustoso fine pasto della domenica, per la famiglia e gli ospiti. Preparandolo scoprirete che la crostata alla crema di limoni metterà d’accordo tutti!

Ingredienti per la frolla (per uno stampo di 20 cm di diametro)
Farina tipo 00 190 g
Burro freddo di frigo 95 g
Uova tuorli (circa 2) 40 g
Zucchero a velo 75 g
Limoni non trattati, la scorza di 1
Sale 1 pizzico
Per la crema di limoni
Latte fresco intero 500 g
Uova tuorli (circa 6) 110 g
Zucchero semolato 150 g
Fecola di patate o maizena 35 g
Farina tipo 00 35 g
Limoni non trattati, la scorza di 2
Per spennellare
Uova 1

Preparazione

Crostata alla crema di limoni

Per preparare la crostata alla crema di limoni, iniziate dalla pasta frolla. In un mixer versate la farina, un pizzico di sale ed il burro freddissimo tagliato a pezzi (1), frullate brevemente il tutto fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso (2) e ponetelo su una spianatoia insieme allo zucchero a velo. Formate una fontana nel centro e unite la scorza di limone grattugiata (3)

Crostata alla crema di limoni

ed i tuorli (4). Impastate con le mani brevemente (5) affinché gli ingredienti si amalgamino per bene tra loro e ottenete un panetto omogeneo che poi rivestirete con la pellicola trasparente (6) lasciando riposare in frigorifero per almeno mezzora.

Crostata alla crema di limoni

Intanto dedicatevi alla preparazione della crema pasticcera al limone. In un tegame unite il latte insieme alla scorza di un limone, che potrete sbucciare con un pelapatate, in questo modo eviterete la parte bianca che è amara (7), lasciate riscaldare a fiamma dolce senza mai arrivare al bollore. Intanto in un recipiente lavorate energicamente i tuorli e lo zucchero con una frusta (8), setacciate e aggiungete la farina e la fecola (o maizena) (9) e continuate a mescolare facendo attenzione a non formare grumi.

Crostata alla crema di limoni

Unite il latte a filo nella ciotola e continuate a mescolare bene con una frusta (10). Quindi ripassate il composto in pentola, filtrandolo con un colino per evitare la formazione di grumi e per eliminare le scorze di limone (11). Continuate a mescolare la crema, cuocendola a fuoco basso per circa 15 minuti, fino a quando non si sarà addensata (12).

Crostata alla crema di limoni

Sistemate la crema in un recipiente e coprite con pellicola trasparente a contatto (usando pellicole adatte a questa procedura), in questo modo eviterete che si formi la crosticina in superficie (13); riponetela in frigorifero. Riprendete la frolla e tiratela con un matterello su una spianatoia leggermente infarinata e ottenete uno spessore di circa mezzo centimetro. Sistemate la frolla stesa in una teglia del diametro di 20 centimetri e alta 3,5 (14) (noi abbiamo utilizzato una teglia forata, se avete quella classica non forata dovrete imburrarla ed infarinarla prima, per evitare che la pasta si attacchi al fondo). Passate il matterello sulla superficie della teglia così da eliminare l’eccesso di pasta (15) che potrete impastare e tirare nuovamente,

Crostata alla crema di limoni

per formare le losanghe di decorazione. Per ottenerle munitevi di un tagliapasta dentellato oppure di un coltello (16). Bucherellate il fondo della crostata con i rebbi di una forchetta (17), in questo modo l’impasto non rigonfierà eccessivamente durante la cottura e poi versate la crema pasticcera al limone livellandola con il dorso di un cucchiaio, leggermente inumidito (18).

Crostata alla crema di limoni

Sistemate le striscioline di impasto adagiandole delicatamente prima in un senso (19) e poi nell’altro (20) così da ottenere un motivo a rete, l’importante è che siano sufficientemente distanziate tra loro. Con una lama eliminate gli eccessi di impasto (21)

Crostata alla crema di limoni

e spennellate le losanghe con l'uovo leggermente battuto, aiutandovi con un pennellino da cucina (22). Infornate la crostata in forno statico preriscaldato a 170° per 60 minuti (o ventilato a 150° per circa 50 minuti) avendo cura di coprire con un foglio di carta d’alluminio una volta trascorsi 45 minuti (35 minuti per il ventilato), altrimenti la superficie potrebbe bruciare (23). La vostra crostata alla crema di limoni è pronta, sfornatela e lasciatela raffreddare per almeno un paio d’ore, così la crema si assesterà per bene, infine spolverizzate la superficie con un po’ di zucchero a velo e gustatela (24).

Conservazione

Potete conservare la crostata alla crema di limoni in frigorifero ben coperta da pellicola per al massimo 2-3 giorni. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Se volete rendere la crostata alla crema di limoni ancora più particolare aggiungete alla crema pasticcera al limone già cotta mezzo bicchierino di limoncello: quindi stemperate e poi lasciate riposare con la pellicola trasparente. Se invece volete variare il gusto potete utilizzare mandarini o arance.

Altre ricette

I commenti (186)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • maria ha scritto: lunedì 18 aprile 2016

    buonissima. nella crema pasticcera ho aggiunto le scorze di limone che poi ho tolto un minuto prima di metterla sulla crostata.

  • Clara ha scritto: giovedì 14 aprile 2016

    Che dosi devo usare per uno stampo da 28?

  • Chiara ha scritto: giovedì 14 aprile 2016

    Nella posta frolla con cosa posso sostituire il burro? E nella crema posso evitare le uova ?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 14 aprile 2016

    @Chiara:Ciao Chiara puoi provare la pasta frolla senza burro del  blog L'angolo di Cristina e la crema al limone senza uova del blog le ricette sfiziose di Rosaria.

  • Miciamiky ha scritto: venerdì 01 aprile 2016

    Ciao Gz! Si si uso sempre limoni bio, che però sono più piccoli.. Forse devo aumentare un po' le dosi!

  • Miciamiky ha scritto: martedì 29 marzo 2016

    Concordo con qualche post precedente.. Mi sarei aspettata più limoni nella crema, nonostante abbia messo il succo e la scorza di un limone l'aroma era quasi impercettibile! Comunque buona e d'effetto ma da ritoccare il ripieno. Suggerimenti? Grazie!!! Vi seguo sempre!!!!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 01 aprile 2016

    @Miciamiky: Ciao! Hai utilizzato limoni biologici e non trattati?? Probabilmente dipende dalla qualità dei limoni utilizzati! 

  • maria ha scritto: sabato 05 marzo 2016

    @giorgia: ciao. io ho usato solo farina x che non avevo la maizena ed e venuta buona lo stesso

  • Mariella ha scritto: domenica 28 febbraio 2016

    Fatta!! Sto per infornare ma ho avuto seri problemi a stendere l'impasto...come mai secondo voi???

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 18 maggio 2016

    @Mariella:Ciao Mariella, esattamente che tipo di problemi hai riscontrato? Si sbriciolava oppure era troppo morbido?

  • silvia ha scritto: sabato 27 febbraio 2016

    Ho fatto questa torta già 5 volte ed è venuta buonissima, eccezionale! Ha sempre riscosso grandissimo successo a chiunque l'abbia fatta assaggiare. Io uso però la pasta frolla che chiamo "morbida" quella con l'aggiunta di un po di lievito

  • Annamaria ha scritto: martedì 23 febbraio 2016

    fatta ieri sera...successo incredibile davvero!rientra nella top10 delle ricette provate di giallo zafferano!!ho aggiunto un po si scorza grattata anche nella frolla...è davvero squisita!!!consigliata!

  • Bb ha scritto: martedì 16 febbraio 2016

    Ciao a tutti ???? per una teglia del diametro di 27 cm devo raddoppiare le dosi sia della frolla che della crema?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 01 marzo 2016

    @Bb: Ciao, potresti aumentare di mezza dose, ti verrà più bassa magari ma eviti di dover raddoppiare le dosi che sono già importanti! smiley

10 di 186 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento