Crostata alla frutta

Dolci e Desserts
Crostata alla frutta
418 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: medio
  • Nota: più il tempo di raffreddamento della crema pasticcera e il tempo di riposo della pasta frolla

Presentazione

La crostata alla frutta è un dolce classico ma intramontabile composto da uno scrigno di pasta frolla che raccoglie uno strato di crema pasticcera e tanta frutta. Una torta colorata, fresca e profumata, ideale da gustare per una merenda pomeridiana o al termine di una cena, perfetta da proporre per un compleanno estivo. Scegliete la frutta di stagione per decorare e arricchire il vostro dolce, realizzando ogni volta una crostata personalizzata in base al periodo e alle vostre esigenze! Giocate con la frutta e divertitevi a creare nuove composizioni, alternando gusti e colori sempre differenti… esprimete la vostra fantasia per dar vita alla vostra crostata alla frutta.

Per la pasta frolla ( per uno stampo da 24 cm)
Farina tipo 00 250 g
Tuorli 2
Vaniglia i semi di 1 bacca
Zucchero a velo 100 g
Burro freddo 150 g
Per la crema pasticcera
Limoni la scorza non trattata di mezzo
Zucchero semolato 120 g
Tuorli 4
Latte intero 500 g
Amido di riso 40 g
Farina 20 g
Per la ricopertura
Fragole 50 g
Kiwi 1
Arance 1
Mirtilli 20 g
Carambola 2
per lucidare
Confettura di albicocche 50 g
Acqua 10 g

Preparazione

Crostata alla frutta

Per preparare la crostata alla frutta iniziate a realizzare la pasta frolla mettendo nella tazza di un mixer munito di lame: la farina, lo zucchero a velo, i semini interni di una bacca di vaniglia (che avrete inciso con un coltellino raschiandone via il contenuto) (1) e il burro freddo di frigorifero tagliato a dadini (2) . Frullate fino a rendere il burro fine come la sabbia, poi unite i tuorli d’uovo (3)

Crostata alla frutta

e frullate nuovamente fino a che si formeranno delle grosse briciole (4). Trasferite il tutto su di un piano di lavoro e impastate velocemente (5) fino ad ottenere un composto omogeneo a cui darete la forma di un panetto (6). Avvolgetelo con la pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Crostata alla frutta

Nel frattempo preparate la crema pasticcera versando in un pentolino il latte e la scorza di mezzo limone, per ricavarla utilizzate un pelaverdure (7). Portate il latte a sfiorare il bollore e nel frattempo versate i tuorli in una ciotola, aggiungete lo zucchero e mescolate rapidamente con una spatola (8) o con una frusta. Aggiungete anche l'amido di riso e la farina, setacciati insieme (9) e mescolate nuovamente.

Crostata alla frutta

Quando il latte sfiorerà il bollore eliminate la scorza di limone e versatene un pò nel composto di tuorli, mescolando rapidamente per stemperarlo (10). A questo punto versate nuovamente nel pentolino con il latte (11), mescolate e riportate sul fuoco. Lasciate addensare la vostra crema pasticcera, mescolando di continuo; la crema sarà pronta quando affioreranno le bolle in superficie (12).

Crostata alla frutta

Versate la crema in un contenitore basso e largo, copritela con della pellicola trasparente (13) e lasciatela raffreddare completamente a temperatura ambiente; poi mettetela in frigorifero a rassodare. Nel frattempo prendete la pasta frolla, stendetela su una spianatoia leggermente infarinata e ricavatene un cerchio dello spessore di 4 mm circa (14); con l’aiuto del matterello sollevate la frolla già stesa, e ponetela sulla tortiera circolare del diametro di 24 cm (15).

Crostata alla frutta

Fate aderire bene la frolla allo stampo e tagliate con un coltellino la pasta in eccesso che fuoriesce dai bordi (16). Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta (17) così che durante la cottura non si creino delle bolle e la pasta non si gonfierà. Procedete con la cottura alla cieca, ovvero coprite la frolla con un disco di carta forno e poi rovesciateci dentro delle sfere di ceramica (18) (o dei ceci secchi) che terranno la pasta schiacciata e in forma durante la cottura.

Crostata alla frutta

Cuocete in forno statico preriscaldato a 170° per circa 15 minuti (se utlizzate il forno ventilato cuocete a 160° per circa 12 minuti) durante i quali la pasta deve cuocersi senza colorarsi eccessivamente. Sfornate la base di frolla (19), eliminate le sfere e la carta e infornatela di nuovo per 15 minuti, in modo che si colorisca e si asciughi anche il fondo, dopodiché estraetela definitivamente (20) e lasciatela raffreddare su di una gratella. Prendete la crema pasticcera, ormai fredda, e rendetela di nuovo vellutata sbattendola con uno sbattitore per qualche minuto (21).

Crostata alla frutta

Ponetela dentro ad una tasca da pasticcere usa e getta (22) (o di tela) e utilizzatela per ricoprire il fondo della crostata (23), quindi livellate la crema (24), con una spatola.

Crostata alla frutta

Dedicatevi al taglio della frutta, dopo averla lavata accuratamente. Tagliate le arance a fettine (25), sbucciate i kiwi e tagliate anche questi a fette (26). In ultimo tagliate a fettine anche le fragole (27)

Crostata alla frutta

e la carambola (28). Disponete la frutta a raggera, iniziando a posizionare prima le fette di arance (29) e poi quelle di kiwi (30).

Crostata alla frutta

Completate la crostata con i mirtilli, le fragole (31) e le carambole (32) posizionandoli secondo il vostro gusto. Stemperate la confettura di albicocca con l'acqua e con un pennello da cucina, spennellate la superficie della vostra crostata con il composto ottenuto (33), ponete la crostata di frutta in frigorifero per almeno 2 ore prima di servirla.

Conservazione

Conservate la vostra crostata alla frutta per 1-2 giorni al massimo in frigorifero, coperta da una campana di vetro. La sola pasta frolla può essere congelata da cruda, mentre si sconsiglia la congelazione della crostata finita.

Consiglio

Per aromatizzare la crema al posto della scorza del limone potete utilizzare la scorza di arancia, o una bacca di vaniglia. Utilizzate la frutta che preferite alternando i diversi colori.

Per realizzare la crema pasticcera potete utilizzare al posto dell'amido di riso la maizena nelle stesse quantità!

Altre ricette

I commenti (418)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • lina ha scritto: sabato 25 giugno 2016

    lo fatta! è vero tutta rotta anche picchiettando con il mattarello niente...ormai il danno era fatto e lo messa sul fondo della tortiera tutta sbriciolata picchiettando il fondo per farla aderire. al momento la cottura pare sia riuscita e così anche la crema. la sistemo domani mattina presto sperando non si roma quando si a a servire. Forse si dovrebbe al momento di formare il panetto impastare con acqua ghiacciata.... dovreste dirlo però.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 27 giugno 2016

    @lina: Ciao Lina, ci dispiace. Sfortunatamente il caldo è nemico della frolla, che invece deve essere lavorata in un luogo fresco e soprattutto il meno possibile proprio per evitare questi inconvenienti. Non abbiamo consigliato di aggiungere acqua fredda all'impasto perché non è un ingrediente da utilizzare per la preparazione smiley un saluto!

  • Carla ha scritto: sabato 25 giugno 2016

    Buonissima io ho auto fragole lamponi mirtilli

  • Lina ha scritto: venerdì 24 giugno 2016

    Salve a tutti voglio prepararla per domenica: per chi l'ha già realizzata volevo chidere una cosa. Siccome ne ho provate tante in passato questa pasta frolla (una volta terminata e decorata la crostata) al momento di sevirla come viene? dura (che non si può mangiare?)o troppo friabile che si rompe? una volta ne assaggiai una buonissima che non si rompeva ma non era per niente dura

  • Erika ha scritto: giovedì 23 giugno 2016

    @Argheric: perché tu la scorza delle arance non la mangi??? È commestibile...

  • Argheric ha scritto: domenica 19 giugno 2016

    Ciao a tutte, Una domanda: ma quando si prepara un dolce o un piatto in generale, non dovrebbe essere tutto edibile? Nella foto invece vedo che le arance sono ancora con la scorza. Ciao e grazie

  • Sabi ha scritto: sabato 18 giugno 2016

    Ottima mio marito e i miei figli la adorano ????

  • maddalena ha scritto: sabato 18 giugno 2016

    Ciao Sonia. La dovrei fare per domani e vorrei sapere se metto le uova intere viene uguale la crostata ? Una volta provai a farla solo con i tuorli ma non venne.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 22 giugno 2016

    @maddalena: Ciao Maddalena, non c'è bisogno di aggiungere le uova intere, segui tranquillamente questa versione, aggiornata poco tempo fa, per ottenere una buonissima crostata alla frutta smiley un saluto!

  • Mariantonietta ha scritto: giovedì 16 giugno 2016

    Mi consigliate un metodo alternativo alla sabbiatura nel robot, visto che non ce l'ho??? Grazie... perché ogni volta che provo le vostre ricette della pasta frolla impastando a mano anziché in un robot alla fine mi si sgretola sempre tutta!! E non mi viene assolutamente bene! smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 16 giugno 2016

    @Mariantonietta: Ciao! Puoi provare a realizzare questa ricetta della pasta frolla, senza robot! 

  • Giada ha scritto: mercoledì 15 giugno 2016

    Secondo me dovreste fare un articolo con dei consigli per la pasta frolla. Anche io quando utilizzo il metodo della sabbiatura ho problemi a stendere la pasta, senza saperne il perché...

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 15 giugno 2016

    @Giada:Ciao Giada, leggi la nostra scheda dedicata alla pasta frolla, troverai tanti suggerimenti utili!

  • Valentina ha scritto: sabato 04 giugno 2016

    Complimenti per la pastafrolla!! Pessima...si sgretola e non si stende!!! Molto meglio la vecchia ricetta di mia nonna!!!

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 06 giugno 2016

    @Valentina: Ciao Valentina, ci dispiace per il tuo risultato. Hai battuto con il mattarello la frolla dopo averla ritirata dal frigo? Ci sono degli accorgimenti che bisogna sempre rispettare affinché il tutto funzioni smiley un saluto!

10 di 418 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI