Speciale Benvenuta primavera!

Crostata alla frutta

Dolci e Desserts
Crostata alla frutta
396 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 25 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: medio
  • Nota: più il tempo di raffreddamento della crema pasticcera e il tempo di riposo della pasta frolla

Presentazione

La crostata alla frutta è un dolce classico ma intramontabile composto da uno scrigno di pasta frolla che raccoglie uno strato di crema pasticcera e tanta frutta. Una torta colorata, fresca e profumata, ideale da gustare per una merenda pomeridiana o al termine di una cena, perfetta da proporre per un compleanno estivo. Scegliete la frutta di stagione per decorare e arricchire il vostro dolce, realizzando ogni volta una crostata personalizzata in base al periodo e alle vostre esigenze! Giocate con la frutta e divertitevi a creare nuove composizioni, alternando gusti e colori sempre differenti… esprimete la vostra fantasia per dar vita alla vostra crostata alla frutta.

Per la pasta frolla ( per uno stampo da 24 cm)
Farina tipo 00 250 g
Uova medie , 2 tuorli
Vaniglia i semi di 1 bacca
Zucchero a velo 100 g
Burro 125 g
Per la crema pasticcera
Maizena 50 g
Limoni la scorza non trattata di mezzo
Zucchero semolato 120 g
Uova medie, 6 tuorli
Latte fresco, intero 500 g
Per la ricopertura
Banane 1
Fragole 50 g
Kiwi 1
Arance 1
Mirtilli 50 g
per lucidare
Confettura di albicocche 50 g
Acqua 50 g

Preparazione

Crostata alla frutta

Per preparare la crostata alla frutta iniziate a realizzare la pasta frolla mettendo nella tazza di un mixer munito di lame: la farina, lo zucchero a velo, i semini interni di una bacca di vaniglia (che avrete inciso con un coltellino raschiandone via il contenuto) (1) e il burro freddo di frigorifero tagliato a dadini (2) . Frullate fino a rendere il burro fine come la sabbia, poi unite i tuorli d’uovo (3)

Crostata alla frutta

e frullate nuovamente fino a che si formeranno delle grosse briciole (4). Trasferite il tutto su di un piano di lavoro e impastate velocemente (5) fino ad ottenere un composto omogeneo a cui darete la forma di un panetto (6). Avvolgetelo con la pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Crostata alla frutta

Nel frattempo preparate la crema pasticcera versando in un pentolino il latte e la scorza di mezzo limone (7). Portate il latte a sfiorare il bollore, poi spegnete e lasciate raffreddare; in questo modo la scorza rimarrà in infusione e aromatizzerà il latte. Estraete la scorza di limone, unite lo zucchero (8) e i tuorli (9).

Crostata alla frutta

Mescolate velocemente con una frusta (10) e aggiungete la maizena setacciata (11), quindi accendete il fuoco e continuate a cuocere fino ad addensare la crema, sempre mescolando (12).

Crostata alla frutta

Versate la crema in un contenitore basso e largo, copritela con della pellicola trasparente (13) e lasciatela raffreddare completamente a temperatura ambiente; poi mettetela in frigorifero a rassodare. Nel frattempo prendete la pasta frolla, stendetela su una spianatoia leggermente infarinata e ricavatene un cerchio dello spessore di 4 mm circa (14); con l’aiuto del matterello sollevate la frolla già stesa, e ponetela sulla tortiera circolare del diametro di 24 cm (15).

Crostata alla frutta

Fate aderire bene la frolla allo stampo e tagliate con un coltellino la pasta in eccesso che fuoriesce dai bordi (16). Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta (17) così che durante la cottura non si creino delle bolle. Procedete con la cottura in bianco, ovvero coprite la frolla con un disco di carta forno e poi rovesciateci dentro delle sfere di ceramica (18) (o dei ceci secchi) che terranno la pasta schiacciata e in forma durante la cottura.

Crostata alla frutta

Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per circa 20 minuti (se uitlizzate il forno ventilato cuocete a 160° per circa 15 minuti) durante i quali la pasta deve cuocersi senza colorarsi eccessivamente. Sfornate la base di frolla (19), eliminate le sfere e la carta e infornatela di nuovo per 5 minuti, in modo che si colorisca e si asciughi anche il fondo, dopodiché estraetela definitivamente (20) e lasciatela raffreddare su di una gratella. Prendete la crema pasticcera, ormai fredda, e rendetela di nuovo vellutata sbattendola con uno sbattitore per qualche minuto (21).

Crostata alla frutta

Ponetela dentro ad una tasca da pasticcere usa e getta (22) (o di tela) e utilizzatela per ricoprire il fondo della crostata (23), quindi livellate la crema (24), con una spatola.

Crostata alla frutta

Preparate quella che sarà la copertura della frutta, in modo da non farla ossidare e renderla più lucida. Ponete la confettura insieme all’acqua in un pentolino (25) e portate a bollore. Abbassate la fiamma e lasciate sobbollire per due minuti (26), quindi passate al setaccio (27) per rendere il composto liscio e lasciate raffreddare.

Crostata alla frutta

Nel frattempo dedicatevi al taglio della frutta, dopo averla lavata accuratamente. Tagliate le arance a fettine (28), sbucciate i kiwi e tagliate anche questi a fette (29). In ultimo tagliate a fettine anche le fragole (30) e le banane.

Crostata alla frutta

Disponete la frutta a raggera, iniziando a posizionare prima le fette di arance e poi quelle di kiwi (31). Completate la crostata con le fragole, le banane e i mirtilli posizionandoli secondo il vostro gusto (32). Con un pennello da cucina, spennellate la superficie della vostra crostata con la gelatina (33) e ponete la crostata di frutta in frigorifero per almeno 2 ore prima di servirla.

Conservazione

Conservate la vostra crostata alla frutta per 1-2 giorni al massimo in frigorifero, coperta da una campana di vetro.

Il consiglio di Sonia

Per aromatizzare la crema al posto della scorza del limone potete utilizzare la scorza di arancia, o una bacca di vaniglia.

Utilizzate la frutta che preferite alternando i diversi colori.

Altre ricette

I commenti (396)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Laura ha scritto: giovedì 11 febbraio 2016

    Peccato non si possano inviare foto..... È uscita bellissima smiley

  • giovanni ha scritto: martedì 09 febbraio 2016

    Buon giorno prossimo sabato è il compleanno di mio figlio riccardo pensavo di preparargli la torta alla frutta con crema pasticcera posso prepararla il giorno prima ? oppure preparo tutti i componenti e poi la compongo lo stesso giorno? grazie mille x aiuto

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 09 febbraio 2016

    @giovanni:Ciao Giovanni, puoi preparare la base di pasta frolla il giorno prima e poi il giorno stesso fare la crema pasticcera e decorare con la frutta. Buon compleanno da parte di tutta la redazione!

  • Martina ha scritto: martedì 09 febbraio 2016

    Non ho né legumi secchi né tantomeno sfere di ceramica...cosa posso utilizzare in alternativa per fare peso sulla frolla in cottura?! grazie.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 09 febbraio 2016

    @Martina: ciao Martina puoi utilizzare del riso! 

  • Laura ha scritto: lunedì 08 febbraio 2016

    Ma con lo stampo da 26/28 devo raddoppiare anche le dosi della crema??? Ho paura di esagerare

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 09 febbraio 2016

    @Laura: ciao Laura! Se utilizzi uno stampo da 26 cm è sufficiente 1 dose e mezza, per quello da 28 cm meglio andare sul sicuro e raddoppiare la dose! 

  • Veronica ha scritto: giovedì 04 febbraio 2016

    Ciao! Se invece di uno stampo circolare usassi uno stampo rettangolare 35x25, come posso fare per le dosi? Grazie mille

  • Daniela ha scritto: mercoledì 03 febbraio 2016

    Ciao Sonia, io ho uno stampo da 28 cm invece che 24... come mi consigli di procedere?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 03 febbraio 2016

    @Daniela: ciao Daniela, raddoppia tutte le dosi! 

  • giada ha scritto: mercoledì 03 febbraio 2016

    ciao! con quale crema posso sostituire la classica pasticcera per rendere la crostasta più originale?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 03 febbraio 2016

    @giada:Ciao Giada, prova il lemon curd !

  • daniele ha scritto: venerdì 29 gennaio 2016

    Salve..io ho fatto adesso il composto per la pasta frolla e lo messo in frigo però e biancastro invece li e quasi giallo come mai?forse perchè al posto dei semi di vaniglia o usato la vaniglia liquida?

  • brunella ha scritto: giovedì 28 gennaio 2016

    Ciao, un consiglio: cosa posso fare con gli albumi che mi restano. Le meringhe non piacciono a casa e non le mangia nessuno. Qualche altra idea perché proprio non mi va di buttarli via. Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 29 gennaio 2016

    @brunella: ciao! Puoi realizzare queste fragranti lingue di gatto

  • Chiara ha scritto: domenica 24 gennaio 2016

    Ciao Sonia! Volevo chiederti se al posto della crema pasticcera si puó utilizzare un'altra crema. Se si quale? la crema diplomatica potrebbe andare bene?smiley Grazie mille smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 25 gennaio 2016

    @Chiara: ciao Chiara, essendo più densa la crema pasticcera è maggiormente indicata per questa torta, ma se preferisci puoi utilizzare la crema diplomatica! Come gusto va benissimo ma potrai avere qualche difficoltà nel servire la crostata! 

10 di 396 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento