Crostata con pesto misto e pancetta

Torte salate
Crostata con pesto misto e pancetta
41 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 50 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: basso
  • Nota: più il tempo di riposo per la basta brisè, circa 40 minuti

Presentazione

Avete in casa molte erbe aromatiche e frutta secca? Realizzate anche voi la crostata con pesto misto e pancetta che rilascerà in casa tutti i profumi dell’orto! Una croccante sfoglia di pasta brisè realizzata a mano avvolge un insieme di fragranze e di sapori. Per il ripieno abbiamo ideato questo pesto ricco di erbe aromatiche fresche, come il basilico, il prezzemolo e la maggiorana e lo abbiamo arricchito con frutta secca e ricotta per dargli la giusta consistenza. Questo piatto, si presta ad essere servito come antipasto o anche come secondo piatto… di grande effetto scenografico è ideale per arricchire i vostri buffet, tagliato a fette oppure in quadratini. Provate anche la crostata salata alla ricotta e fiori di zucca, oppure quella con crema di Gruyère e radicchio per stupire i vostri ospiti con un buffet di crostate diverse dal solito! 

 

Per la pasta brisè
Farina tipo 00 200 g
Burro freddo 100 g
Acqua ghiacciata 70 g
Sale 2 g
Per il pesto misto
Noci 30 g
Mandorle 30 g
Pistacchi 30 g
Erba cipollina 10 g
Basilico 40 g
Prezzemolo 10 g
Maggiorana 15 g
Aglio 8 g
Sale 3 g
Olio di oliva extravergine 230 g
Ricotta fresca 350 g
Uova 1 intero e 1 tuorlo
Pepe nero macinato 0,2 g
Pancetta affumicata in una sola fetta 200 g
per spennellare
Uova 1

Preparazione

Crostata con pesto misto e pancetta

Per preparare la crostata con pesto misto e pancetta iniziate con la preparazione della pasta brisè. Unite in un mixer la farina (1), il burro freddo di frigorifero e tagliato in pezzi (2), un pizzico di sale e frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso e farinoso (3).

Crostata con pesto misto e pancetta

A questo punto, disponete il composto ottenuto in una ciotola ed aggiungendo poco alla volta l'acqua fredda impastate il tutto velocemente (4), quindi passatelo su una spianatoia e continuate ad impastare fino ad ottenere un composto sodo ed abbastanza elastico (5). Una volta pronta, avvolgete la vostra pasta brisè nella pellicola (6) e lasciatela riposare in frigo per almeno 40 minuti.

Crostata con pesto misto e pancetta

Nel frattempo iniziate a preparare il pesto per il vostro ripieno. Versate in un mixer il basilico, il prezzemolo (7), la maggiorana (8), le noci e le mandorle (9).

Crostata con pesto misto e pancetta

Unite quindi anche i pistacchi, l'erba cipollina (10) e lo spicchio d'aglio (11), azionate quindi il mixer a più riprese, anzichè continuo, versando l'olio a filo (12).

Crostata con pesto misto e pancetta

Una volta ottenuto un pesto omogeneo (13), aggiungete la ricotta (14) e azionate il mixer ancora per pochi attimi in modo da amalgamare il tutto (15).

Crostata con pesto misto e pancetta

A parte in una ciotolina sbattete le uova (16) e versatele all'inerno del pesto appena preparato (17), aggiungete il sale ed il pepe quindi mescolate nuovamente con una spatolina (18).

Crostata con pesto misto e pancetta

A questo punto tagliate la pancetta a dadini (19) e saltatela in padella, senza aggiungere nulla, per circa 5 minuti, fino a renderla croccante (20). Lasciatela intiepidire, quindi versatela all'interno del composto al pesto (21).

Crostata con pesto misto e pancetta

Passati i 40 minuti, riprendete la pasta brisè, posizionatela su una spianatoia leggermente infarinata e iniziate a stenderla con il mattarello (22) fino ad ottenere uno spessore di circa 1 cm (23). Quindi spostate la sfoglia in una tortiera da 25 cm, precedentemente imburrata e infarinata, aiutandovi arrotolando la pasta intorno mattarello e srotolandola sulla teglia. Togliete l'eccesso di pasta, sempre aiutandovi con il mattarello, pressandolo bene sui bordi della teglia (24) e tenetelo da parte.

Crostata con pesto misto e pancetta

Versate il pesto preparato precedentemente all'interno della teglia (25) e livellatelo leggermente (26). Riprendete l'eccesso di pasta e stendetelo nuovamente, sempre ottenendo uno spessore di circa 1 cm e ricavatene delle losanghe (27).

Crostata con pesto misto e pancetta

Posizionate le losanghe al di sopra del composto (28) e spennellatele con l'uovo precedentemente sbattuto (29). Infornate in forno statico a 170° per 50 minuti (se utilizzate il forno ventilato infornate a 150° per circa 40 min). Sfornate (30) e lasciate intiepidire leggermente la crostata con pesto misto e pancetta prima di servirla.

Conservazione

La crostata con pesto misto e pancetta può essere conservata, una volta cotta, per un massimo di 3 giorni coperta con della pellicola trasparente e riposta in frigorifero, inoltre potreste anche scegliere di congelarla. 

Consiglio

Per insaporire maggiormente la vostra crostata aggiungete qualche cubetto di provola e del parmigiano una volta preparato il pesto!

Altre ricette

I commenti (41)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • giorgia ha scritto: sabato 23 aprile 2016

    Ho fatto un successone:mio marito ha spolverato 4 fette eppure non gli piace il pesto! Vi ringrazio ho conqistato perfino la suocera

  • Chiara ha scritto: giovedì 03 marzo 2016

    Cosa posso usare al posto della pancetta? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 03 marzo 2016

    @Chiara: Ciao Chiara, se preferisci puoi ometterla altrimenti puoi sostituirla con un altro salume, tipo speck o prosciutto cotto! 

  • Luciano ha scritto: martedì 23 febbraio 2016

    Ciao Sonia, ma sbaglio o questa ricetta è stata modificata? Ii l'avevo provata tre anni fa trovata qui su GZ ma non aveva le losanghe alla fine sopra ma una salsa di uova/panna e pancetta che sembrerebbe rispecchiare anche meglio la foto di presentazione. Come mai questo cambio? Molto strano...

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 24 febbraio 2016

    @Luciano: ciao Luciano! Questa ricetta non è cambiata, probabilmente ti confondi con la quiche lorainne

  • Laura ha scritto: lunedì 01 febbraio 2016

    fatta! ho usato peró il pesto classico ....buonissima!

  • RUSTICA ha scritto: martedì 29 settembre 2015

    ciao sonia,posso usare il pesto normale e la pancetta??

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 05 ottobre 2015

    @RUSTICA: Ciao, se preferisci puoi usare solo pesto classico al basilico ma ti consiglierei l'aggiunta di ricotta e uova come indicato per ottenere una crema della stessa consistenza!

  • aurora ha scritto: giovedì 02 luglio 2015

    fatta oggi! ottima idea! semplice e buonissima smiley

  • giorgia ha scritto: martedì 09 giugno 2015

    CHE TIPO DI PISTACCHI??????????????

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 02 luglio 2015

    @giorgia: Ciao Giorgia, puoi usare i pistacchi confezionati tostati che trovi nei supermercati, ovviamente vanno sgusciati! smiley

  • Marta ha scritto: giovedì 02 aprile 2015

    Ciao ho fatto questa torta oggi (giovedì) e verrà consumata domenica. Un consiglio...meglio cuocerla oggi e tenerla in frigor poi fino a domenica oppure congelarla e cuocerla domenica? grazie ciao Marta

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 02 aprile 2015

    @Marta: Ciao Marta! Ti consiglio in qeusto caso di congelarla (Solo se hai utilizzato unicamente ingredietni freschi!) smiley

  • cristina ha scritto: lunedì 15 dicembre 2014

    Posso anche congelarla?da cruda o da cotta?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    @cristina:Ciao Cristina! se usi tutti ingredienti freschi puoi congelarla sia cruda sia cotta smiley

  • martyna: ha scritto: venerdì 21 novembre 2014

    ma é uguale se non si mette la menta? TANTI COMPLIMENTI A TE SONIA E A TUTTI GLI /LE ALTRI/E

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 24 novembre 2014

    @martyna:: Ciao! grazie dei complimenti! se preferisci, puoi omettere la menta!

10 di 41 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI