Fajitas

  • Difficoltà:
    Media
  • Cottura:
    20 min
  • Preparazione:
    30 min
  • Dosi per:
    4 persone
  • Costo:
    Medio
  • Nota Aggiuntiva: + il tempo di marinatura delle carni e la preparazione delle salse
Fajitas

Le fajitas sono una pietanza tex-mex piuttosto conosciuta: non sono altro che delle tortillas di grano che racchiudono piccoli bocconcini di carne di manzo e di pollo tagliati a striscioline, marinati nella birra (o tequila) e poi cotti assieme a cipolle, peperoni, spezie e aromi.
Le fajitas sono considerate un piatto unico poiché vengono servite con l’accompagnamento di formaggio Edamer tagliato alla julienne e svariate salse tra le quali la messicana, il guacamole, la panna acida e la crema di fagioli (frijole refritos).

Ingredienti per 8 fajitas
Carne bovina controfiletto di manzo 400 gr
Pollo petto 400 gr
Olio di oliva 3-4 cucchiai
Peperoni 1 giallo e 1 rosso
Cumino polvere 1 pizzico
Pepe macinato a piacere
Sale q.b.
Birra q.b. per marinare
Lime 2
Worcestershire sauce 2 cucchiaini
Coriandolo fresco o prezzemolo, 1 mazzetto
Cipolle 2 medie
Ingredienti per accompagnare
Edamer tagliato alla julienne 100 gr
Panna acida q.b.
Guacamole vedi ricetta
Salsa di pomodori messicana vedi ricetta
Crema di fagioli ( frijoles refritos) vedi ricetta
Tortillas di farina 8, vedi ricetta

Preparazione

Fajitas di carne e pollo
Per preparare le fajitas iniziate tagliando il controfiletto di manzo e il pollo a striscioline della larghezza di circa 1 cm (1-2), quindi ponete a marinare la carne in due contenitori distinti, che ricoprirete di birra (3),
Fajitas di carne e pollo
aggiungendo per ognuno di essi una manciata di coriandolo tritato e il succo di mezzo lime (4). Lasciate marinare le carni per almeno un’ora (5) (volendo potete aumentare il tempo di marinatura della carne ponendola in frigorifero anche per tutta la notte antecedente il giorno della preparazione. La marinatura può avvenire anche sostituendo la birra con della tequila). Nel frattempo mondate e tagliate a striscioline la cipolla (6)
Fajitas di carne e pollo
e i peperoni (7), poneteli in una padella antiaderente (o nella bistecchiera) assieme a un goccio d’olio e fate soffriggere a fuoco moderato (8) fino a quando le verdure saranno ammorbidite. Scolate per bene la carne e aggiungetela alle verdure (9);
Fajitas di carne e pollo
fatela cuocere 2-3 minuti mischiandola bene agli altri ingredienti quindi salate, pepate, aggiungete del succo di lime (10), la salsa Worchestershire (11) e un pizzico di cumino in polvere. Fate cuocere ancora per circa 5 minuti, in modo che i sapori si mischino tra loro, quindi portate a tavola la carne e ponete vicino ad ogni commensale 2-3 tortillas (per realizzarle seguite la nostra ricetta delle tortillas) e delle ciotoline contenenti salsa messicana, guacamole, panna acida, crema di fagioli (frijole refritos) e formaggio Edamer tagliato alla julienne. Ogni commensale potrà così comporre a piacimento la propria fajitas (12).

Conservazione

Consigliamo di consumare le fajitas appena pronte. Le salse di accompagnamento possono essere conservate in frigorifero, chiuse in un contenitore ermetico, per 2-3 giorni al massimo.

Consiglio di Sonia

In caso di desiderio improvviso di tex mex, se dovete risparmiare tempo su qualcosa potete comprare le tortillas già pronte: basta scaldarle al volo nel microonde e servirle, morbide e calde. Piuttosto, vale la pena che vi dedichiate alle salse, che potete preparare la sera prima, dopo aver messo la carne a marinare in frigorifero.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 105 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


105
Alessandro ha scritto: Mercoledì 16 Aprile 2014  |  Rispondi »
@anna: grazie e buona Pasqua anche a te!
104
Sonia-Gz ha scritto: Martedì 15 Aprile 2014  |  Rispondi »
@Pina: Ciao, si.
103
Pina ha scritto: Martedì 15 Aprile 2014  |  Rispondi »
Ciao a tutti, ma se il coriandolo è in polvere lo si può utilizzare lo stesso per la marinatura?
102
Sonia-Gz ha scritto: Martedì 15 Aprile 2014  |  Rispondi »
@kimal: Ciao, puoi aggiungere ancora peperoni e cipolle ed arricchire anche con le zucchine!
101
kimal ha scritto: Martedì 15 Aprile 2014  |  Rispondi »
@Sonia-Gz: non vorrei scatenare le ire dei puristi, ma in un locale nella mia zona le ho mangiate vegetariane, col seitan, fatte in maniera eccezionale. oltre k ad un po' di seitan mi suggerisci di mettere delle altre verdure o aggiungerne di più di quelle della ricetta ordinaria? Grazie e ciao.
100
mary79 ha scritto: Martedì 15 Aprile 2014  |  Rispondi »
@Barbaraeno: grazie del consiglio 😊
99
anna ha scritto: Lunedì 14 Aprile 2014  |  Rispondi »
Auguri di Buona Pasqua
98
Francesco ha scritto: Lunedì 14 Aprile 2014  |  Rispondi »
@Chiara

Lo so che sembra un'assurdità, ma con me funziona o.o
97
Chiara ha scritto: Domenica 13 Aprile 2014  |  Rispondi »
@Francesco: si va be...mica siamo nel medioevo
96
roberto truccolo ha scritto: Domenica 13 Aprile 2014  |  Rispondi »
Risposta a Gianluca, anche se in ritardo magari gli serve: Per fare le " tortillas de Harina " tpica del nord del messico puoi usare la farina 00 ( la farina di mais é un'altra storia piú complicata ) ma il segreto perché rimangano morbide quando le cucini é aggiungere " manteca de cerdo " ovvero strutto, altrimenti si seccano e non riesci a piegarle, attenzione nel cuocerle come fanno le bolle da una parte girale e toglile subito, poi prepara il ripieno e le torni a scaldare, la ricetta che ti suggerisco é questa.
500 grammo di farina
1 cucchiaino piccolo di sale
1 cucchiaino di bicarbonato
150 grammi di strutto
1 bicchiere di acqua calda: impasta il tutto e tira la pasta in dischi non troppo sottili, tipo una piadina.
saluti
10 di 105 commenti visualizzati

Lascia un Commento