Fave dei morti

Dolci e Desserts
Fave dei morti
78 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 15 min
  • Costo: basso
  • Nota: Dosi per circa 50 biscottini di 1 cm

Presentazione

Le fave dei morti sono piccoli e morbidi biscottini tipici di tante regioni italiane dove vengono preparati in occasione delle festività di Ognissanti: a cavallo tra l’uno e il due Novembre la leggenda vuole che i defunti vengano a visitare il mondo dei vivi, i quali per allietarli preparano dei dolcetti, da qui il nome.
Ci sono numerose ricette delle fave dei morti ma l’ingrediente principale è per tutte la mandorla : la versione che vi proponiamo è fatta con mandorle e pinoli tritati finemente, che vengono impastati con zucchero, uova e farina e aromatizzata con cannella, scorza di limone e un cucchiaio di grappa.
Come le ricette numerose sono anche le forme che questi biscotti che possono essere tondeggianti o ovali, piccoli o grandi e addirittura di colori diversi: noi abbiamo preferito una versione piccola e tondeggiante.
Le fave dei morti sono biscotti semplici ma dal sapore unico e immortale!

Ingredienti
Mandorle 300 g
Pinoli 50 g
Farina 150 g
Zucchero a velo 150 gr
Limoni scorza grattugiata di 1
Cannella 5 g
Uova 2 tuorli più 1 intero
Grappa 15 ml (1 cucchiaio)

Preparazione

Fave dei morti

Per preparare le fave dei morti, iniziate col tritare in un mixer molto finemente prima le mandorle (1) (attenzione a non farle riscaldare troppo altrimenti rilasceranno olio) e poi i pinoli (2). In una ciotola sbattete l’uovo e i tuorli con la grappa (3).

Fave dei morti

Su di una spianatoia infarinata disponete la farina (4), le mandorle tritate (4) e setacciate lo zucchero a velo (5). Unite anche i pinoli ridotti in farina (6) e mescolate le polveri con le mani, formando al centro una fontana.

Fave dei morti

In ultimo unite la scorza grattugiata di un limone non trattato (7) e la cannella (8). Una volta esauriti tutti gli ingredienti, al centro delle fontana versate le uova sbattute con la grappa (9) e

Fave dei morti

iniziate ad impastare con le mani (10) fino ad ottenere un impasto compatto e modellabile (11). Tagliate un pezzo di impasto alla volta e ricavate un salsicciotto del diametro di 1 cm, quindi dividetelo in tocchetti larghi anch'essi 1 cm (12).

Fave dei morti

Modellate i tocchetti con le mani dando loro una forma rotonda (13) e procedete così  fino ad esaurire l'impasto. Disponete le palline ottenute su di una leccarda foderata con carta da forno (14) e infornateli a 180° per 15 minuti: dovranno appena appena essere dorate in superficie ma non troppo colorate (15). Sfornate i biscottini e lasciateli raffreddare: non vi resta che servire le vostre fave dei morti ai vostri ospiti, anche a quelli che non vedete!

Conservazione

Le fave dei morti si conservano in una scatola di latta o sotto una campana di vetro per 4 giorni.

Consiglio

Al posto delle mandorle tritate potete usare direttamente la farina di mandorle nella stessa quantità.

I commenti (78)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Daniela ha scritto: martedì 11 novembre 2014

    @Maria: Ciao Maria io sono di Ravenna e da me si fanno infatti con i semi di anice e non la mandorla e sono tutti colorati!

  • Annachiara ha scritto: lunedì 10 novembre 2014

    Favolose!!

  • Lindsay ha scritto: martedì 04 novembre 2014

    Per me, hanno bruciato dopo 15 min. Sono perfetti dopo 8-10 min. Sono buonissimi!!!! Ho usato il succo del limone invece di usare grappa perché non la avevo.

  • Maria ha scritto: domenica 02 novembre 2014

    ma nelle fave dei morti ci va anche l'Anice???

  • Karen ha scritto: sabato 01 novembre 2014

    Per realizzare le fave colorate posso aggiungere alchermes in quelle rosa e cacao in quelle marroni? Grazie

  • Rossella ha scritto: venerdì 31 ottobre 2014

    Non mi è chiaro se devo accendere il forno prima o se al momento in cui le inforno. Grazie. smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 03 novembre 2014

    @Rossella: Ciao! il forno deve essere preriscaldato.

  • Cristina ha scritto: giovedì 30 ottobre 2014

    Ma non ci va l. Amoniaca o lievito? E poi io ho il forno a gas va bene uguale?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 30 ottobre 2014

    @Cristina:Ciao, si con il forno a gas puoi lasciare invariata la temperatura e il tempo indicati ma ti consiglierei di cuocerne poche come prima infornata  per regolarti meglio.

  • Martina ha scritto: domenica 12 ottobre 2014

    A qnt devo cuocerle??!forno ventilato o stagico?!??

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 13 ottobre 2014

    @Martina:Ciao, puoi usare il forno statico.

  • Lolla ha scritto: martedì 30 settembre 2014

    Ciao Sonia, vorrei anzitutto sapere con cosa posso sostituire sia la cannella che la grappa, in casa non li amiamo molto. Inoltre, posso aggiungere un po' di cacao all'impasto giusto per conferire un colore più scuro? Attendo una tua risposta e tanti saluti pieni di stima!

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 07 gennaio 2014

    @Elena: Ciao, si puoi ometterla.

10 di 78 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento