Fegato alla veneziana

Piatti Unici
Fegato alla veneziana
44 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso

Presentazione

Il fegato alla Veneziana fa parte delle molte ricette tipiche della tradizione gastronomica veneta.
Tra i vari piatti tipici, questo è sicuramente uno dei più conosciuti in tutto il mondo per il suo sapore inconfondibile e particolare che accosta il sapore deciso del fegato all'aroma della cipolla.
Le origini di questo piatto, chiamato in veneto figà àea Venessiana, risalgono addirittura al tempo dei Romani che usavano cucinare il fegato insieme ai fichi per coprirne l'odore un pò forte.
I Veneziani col passare del tempo sostituirono i fichi con le cipolle e fecero diventare questa ricetta una delle più apprezzate della cucina Veneta.

Ingredienti
Carne bovina fegato di vitello 500 g
Cipolle bianche 2
Olio di oliva 50 g
Burro 15 g
Aceto o succo di limone 10 g
Pepe q.b.
Sale q.b.

Preparazione

Fegato alla veneziana

Per realizzare il fegato alla veneziana, iniziate sbucciando la cipolla, poi affettatela (1), lavate, asciugate e tritate anche la salvia (2). In una padella sciogliete il burro (3) con l’olio,

Fegato alla veneziana

poi unite le cipolle affettate (4) e aggiungete l’acqua (5) e proseguite la cottura a fuoco dolce per 5 minuti, poi unite la salvia tritata (6)

Fegato alla veneziana

e l’aceto di vino bianco (7) , proseguite la cottura per altri 5 minuti o fino a quando le cipolle non saranno appassite. Intanto sciacquate sotto l’acqua correte le fette di fegato (8),asciugatele con un panno carta e poi adagiatele nella padella con le cipolle (9),

Fegato alla veneziana

cuocete a fuoco alto per 5 minuti avendo cura di girarle a metà cottura (10). Quando il fegato alla veneziana sarà pronto (11), trasferitelo su un piatto di portata, salate e servitelo subito (12).

Conservazione

Si consiglia di consumare subito il fegato alla veneziana e si sconsiglia la congelazione.

Il consiglio di Sonia

Se vogliamo parlare di variazioni, qui il tema è: come alleggerire. Be’, usare solo l’olio per cuocere è un buon inizio. Anche perché il fegato non va mai riscaldato (diventa duro), quindi una volta pronto andrà anche finito!

Curiosità

Sembra che il nome del fegato derivi dalla antica ricetta del fegato "ficatum", preparata dai Romani con il fegato ed i fichi.

Altre ricette

I commenti (44)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Emilio Macchi Alfieri ha scritto: domenica 19 aprile 2015

    E' essenziale che la cipolla venga lasciata stufare a lungo (come si fa per il risotto), coperta per non farla arrostire, aggiungendo di quando in quando un po' di brodo o vino bianco. E il fegato deve essere tagliato a fette sottili, una cosa oggi non sempre semplice. E' un piatto delizioso.

  • vittorio ha scritto: lunedì 23 marzo 2015

    sono veneziano ! Se questo è un fegato alla veneziana....hahahaha ! Principianti !

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 24 marzo 2015

    @vittorio: Ciao Vittorio, noi proponiamo una versione, spesso le versioni dei piatti tradizionali variano da località a località. Se ci suggerisci dei miglioramenti sono sempre bene accetti smiley

  • Sergio ha scritto: mercoledì 22 ottobre 2014

    Vorrei fare una precisazione a proposito della nota in calce sull'origine del nome "fegato". Sempre i Romani amtichi erano ghiotti del fegato grasso delle oche, che venivano ingrassate nutrendole con i fichi maturi e il cui fegato (jecur in latino ) era detto "jecur ficatum". Con il tmpo l'aggettivo e' diventato il sostantivo: fegato. Altro che il foi gras dei nostri cugini francesi!

  • Cuoco Gigi ha scritto: sabato 11 ottobre 2014

    Si usa mettere l'aceto nel fegato alla veneziana perche al tempo della serenissima non esistendo i frigoriferi e serviva a togliere quel odore di marcio che prendeva dopo poche ore dalla macellazione, le proporzioni di cipolle e fegato sono 1 a 1 altrimenti che fegato alla veneziana è con poca cipolla? Si serve con il limone perche non si cuoce al 100% altrimenti rilascia troppo liquido, se lo volete cotto al 100% passatelo in farina cosi assorbe

  • Enrico ha scritto: domenica 25 maggio 2014

    La ricetta è corretta e riflette la tradizione della cucina veneziana salvo che le cipolle vanno fatte appassire coperte per 12/15 minuti e l'aceto è assolutamente fuori luogo come il vino del resto

  • dario ha scritto: lunedì 10 marzo 2014

    io non uso vino ma un cucchiaio di aceto allungato in un pò d'acqua, quindi 4 chiodi di garofano, un pezzettino di stecca di cannella , 2 foglioline di alloro e del pepe nero macinato.

  • Livia ha scritto: mercoledì 19 febbraio 2014

    @enrico: Non risulta poi troppo dolce?

  • David ha scritto: sabato 08 febbraio 2014

    @giorgia: una questione aceto di vino bianco ?? O rosso cambia qualcosa ?? Ciao e grazie

  • Bruno ha scritto: domenica 02 febbraio 2014

    Ho aggiunto il fegato alle cipolle giusto un attimo per farlo scottare, poi ho aggiunto vino con limone (non avevo aceto). Non sarà tradizionale ma l'effetto non è male....

  • giorgia ha scritto: sabato 11 gennaio 2014

    Io son veneziana...provatelo come volete ma non chiamatelo fegato alla veneziana senza burro e aceto!!!!

10 di 44 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento