Speciale Ricette dal mondo

Fegato alla veneziana

Piatti Unici
Fegato alla veneziana
53 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso

Presentazione

Il fegato alla Veneziana fa parte delle molte ricette tipiche della tradizione gastronomica veneta.
Tra i vari piatti tipici, questo è sicuramente uno dei più conosciuti in tutto il mondo per il suo sapore inconfondibile e particolare che accosta il sapore deciso del fegato all'aroma della cipolla.
Le origini di questo piatto, chiamato in veneto figà àea Venessiana, risalgono addirittura al tempo dei Romani che usavano cucinare il fegato insieme ai fichi per coprirne l'odore un pò forte.
I Veneziani col passare del tempo sostituirono i fichi con le cipolle e fecero diventare questa ricetta una delle più apprezzate della cucina Veneta.

Ingredienti
Carne bovina fegato di vitello 500 g
Cipolle bianche 2
Olio di oliva 50 g
Burro 15 g
Aceto o succo di limone 10 g
Pepe q.b.
Sale q.b.

Preparazione

Fegato alla veneziana

Per realizzare il fegato alla veneziana, iniziate sbucciando la cipolla, poi affettatela (1), lavate, asciugate e tritate anche la salvia (2). In una padella sciogliete il burro (3) con l’olio,

Fegato alla veneziana

poi unite le cipolle affettate (4) e aggiungete l’acqua (5) e proseguite la cottura a fuoco dolce per 5 minuti, poi unite la salvia tritata (6)

Fegato alla veneziana

e l’aceto di vino bianco (7) , proseguite la cottura per altri 5 minuti o fino a quando le cipolle non saranno appassite. Intanto sciacquate sotto l’acqua correte le fette di fegato (8),asciugatele con un panno carta e poi adagiatele nella padella con le cipolle (9),

Fegato alla veneziana

cuocete a fuoco alto per 5 minuti avendo cura di girarle a metà cottura (10). Quando il fegato alla veneziana sarà pronto (11), trasferitelo su un piatto di portata, salate e servitelo subito (12).

Conservazione

Si consiglia di consumare subito il fegato alla veneziana e si sconsiglia la congelazione.

Il consiglio di Sonia

Se vogliamo parlare di variazioni, qui il tema è: come alleggerire. Be’, usare solo l’olio per cuocere è un buon inizio. Anche perché il fegato non va mai riscaldato (diventa duro), quindi una volta pronto andrà anche finito!

Curiosità

Sembra che il nome del fegato derivi dalla antica ricetta del fegato "ficatum", preparata dai Romani con il fegato ed i fichi.

Altre ricette

I commenti (53)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Elia ha scritto: giovedì 21 gennaio 2016

    ma l'aceto o succo di limone che fine fanno???

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 22 gennaio 2016

    @Elia: ciao! Abbiamo aggiunto l'aceto al passaggio 7!

  • otan ha scritto: martedì 15 dicembre 2015

    non vorrei sembrare criticone ma il fegato alla veneziana non va lasciato a fettine ma tagliato a strisce, non va lavato ed asciugato

  • Ilaria ha scritto: venerdì 13 novembre 2015

    Semplice, veloce da preparare e gustoso. Il mio bimbo di 5 anni ne va anche matto!

  • Alexis ha scritto: domenica 08 novembre 2015

    Posso fare il fegato a straccetti e infarinarli prima di metterli a cuocere?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 11 novembre 2015

    @Alexis: Ciao, se preferisci puoi farlo, ricorda che però verrà un po' più croccante in superficie! Un saluto!

  • chantal ha scritto: lunedì 19 ottobre 2015

    vi siete dimenticati di uno dei piatti tipici piú consumati a verona!!!!! la pearà!!!!!!! smiley

  • nonnoMario ha scritto: venerdì 16 ottobre 2015

    Quante trojae par fare el fegato ala venessiana: Fegato, Seòla e Òio bon!!!

  • Silvia ha scritto: lunedì 05 ottobre 2015

    Ciao Sonia, mi hanno detto che prima di adagiare il fegato sulla cipolla è consigliabile sbollentarlo un 2 minuti in acqua abbondante, tu che ne pensi?

  • Fabrizio ha scritto: mercoledì 16 settembre 2015

    Ciao Sonia. Io non amo il gusto forte del fegato e la cipolla mi provoca dissenteria. Posso sostituire il fegato con del salmone e le cipolle con gli spinaci che adoro?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 17 settembre 2015

    @Fabrizio: Ciao Fabrizio, magari puoi provare con questa ricetta smiley

  • pietro ha scritto: venerdì 21 agosto 2015

    posso aggiungere della marmellata di fragole diluita con poco aceto x dare un gusto agrodolce

  • Sonia Peronaci ha scritto: sabato 22 agosto 2015

    @pietro: Ciao Pietro! Potresti provare, magari utilizzando l'aceto balsamico.

  • Emilio Macchi Alfieri ha scritto: domenica 19 aprile 2015

    E' essenziale che la cipolla venga lasciata stufare a lungo (come si fa per il risotto), coperta per non farla arrostire, aggiungendo di quando in quando un po' di brodo o vino bianco. E il fegato deve essere tagliato a fette sottili, una cosa oggi non sempre semplice. E' un piatto delizioso.

10 di 53 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento