Fegato alla veneziana

Secondi piatti
Fegato alla veneziana
68 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso

Presentazione

Il fegato alla Veneziana fa parte delle molte ricette tipiche della tradizione gastronomica veneta.
Tra i vari piatti tipici, questo è sicuramente uno dei più conosciuti in tutto il mondo per il suo sapore inconfondibile e particolare che accosta il sapore deciso del fegato all'aroma della cipolla.
Le origini di questo piatto, chiamato in veneto figà àea Venessiana, risalgono addirittura al tempo dei Romani che usavano cucinare il fegato insieme ai fichi per coprirne l'odore un pò forte.
I Veneziani col passare del tempo sostituirono i fichi con le cipolle e fecero diventare questa ricetta una delle più apprezzate della cucina Veneta.

Preparazione

Fegato alla veneziana

Per realizzare il fegato alla veneziana, iniziate sbucciando la cipolla, poi affettatela (1), lavate, asciugate e tritate anche la salvia (2). In una padella sciogliete il burro (3) con l’olio,

Fegato alla veneziana

poi unite le cipolle affettate (4) e aggiungete l’acqua (5) e proseguite la cottura a fuoco dolce per 5 minuti, poi unite la salvia tritata (6)

Fegato alla veneziana

e l’aceto di vino bianco (7) , proseguite la cottura per altri 5 minuti o fino a quando le cipolle non saranno appassite. Intanto sciacquate sotto l’acqua correte le fette di fegato (8),asciugatele con un panno carta e poi adagiatele nella padella con le cipolle (9),

Fegato alla veneziana

cuocete a fuoco alto per 5 minuti avendo cura di girarle a metà cottura (10). Quando il fegato alla veneziana sarà pronto (11), trasferitelo su un piatto di portata, salate e servitelo subito (12).

Conservazione

Si consiglia di consumare subito il fegato alla veneziana e si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Se vogliamo parlare di variazioni, qui il tema è: come alleggerire. Be’, usare solo l’olio per cuocere è un buon inizio. Anche perché il fegato non va mai riscaldato (diventa duro), quindi una volta pronto andrà anche finito!

Se preferite al posto dell'aceto potete usare il succo di limone.

Curiosità

Sembra che il nome del fegato derivi dalla antica ricetta del fegato "ficatum", preparata dai Romani con il fegato ed i fichi.

Altre ricette

I commenti (68)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • luigi ha scritto: lunedì 25 luglio 2016

    salve, forse a qualcuno gli ci vorra' del fegato, mangiarlo. Io lo cucino spesso e lo trovo buono ed economico. Ci si puo' sbizzarrire per la versatilita' nel cucinarlo.Cipolla, varie erbe aromatiche e cottura per 20m. a fuoco lento: alla fine visto che in sardegna abbiamo una buona vernaccia bagnamolo e fuoco vivacde per 5 m./// PS: il fegato nn deve essere di maiale grande

  • Alessandro ha scritto: mercoledì 13 luglio 2016

    Stasera vorrei provare questa ricetta del fegato alla veneziana. Purtroppo non ho aceto bianco..con l'aceto rosso va bene ugualmente?? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 13 luglio 2016

    @Alessandro: Ciao Alessandro, certo non ci sono problemi. Il colore potrebbe essere un po' più scuro ma a livello di esecuzione non ci sono problemi smiley un saluto!

  • Lali ha scritto: lunedì 27 giugno 2016

    Ciao a tutti, vi dirò da assaggiare, perché è veramente un piatto buonissimo.

  • Marco ha scritto: sabato 11 giugno 2016

    Acqua: quale? quanta? Salvia: quale? quanta? Perché aggiungete ingredienti non presenti nell'apposita sezione senza neanche specificarne le quantità???

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 13 giugno 2016

    @Marco: Ciao Marco, ti ringraziamo per la tua segnalazione: abbiamo provveduto ad aggiornare la lista degli ingredienti. Comunque si tratta di qualche fogliolina di salvia, circa cinque o sei, mentre l'acqua puoi utilizzarla al bisogno per stufare le cipolle in padella, per evitare che si brucino. Un saluto!

  • Felice ha scritto: lunedì 06 giugno 2016

    Io ho provato una alternativa usando il cuore al posto del fegato ed I semi di finocchio invece della salvia , ed ho usato la cipolla rossa . E' venuto veramente buono

  • Nanna87 ha scritto: giovedì 12 maggio 2016

    Buonissimo

  • alessia ha scritto: lunedì 18 aprile 2016

    anche a me viene bruciata la cipolla smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 23 giugno 2016

    @alessia: Basta solo aggiungere un po' di acqua se il soffritto di cipolla asciuga troppo! Un caro saluto!

  • alessia ha scritto: lunedì 18 aprile 2016

    non per essere criticona ma negli ingredienti non avete messo ne la salvia ne quale tipo di aceto ne la dose dell'acqua....

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 23 giugno 2016

    @alessia: Ciao Alessia, grazie a una precedente segnalazione abbiamo provveduto ad agiornare la lista degli ingredienti. Per quanto riguarda l'aceto puoi utilizzare del normale aceto di vino bianco, mentre l'acqua la utilizzi al bisogno per far stufare la cipolla senza farla bruciare... A presto!

  • il veneto ha scritto: mercoledì 06 aprile 2016

    a posto della salvia l'alloro

  • Patty ha scritto: giovedì 17 marzo 2016

    Ottima ricetta x fegato

10 di 68 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy