Speciale Pic-nic

Felafel (Falafel)

Antipasti
Felafel (Falafel)
272 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 15 pezzi
  • Costo: basso
  • Nota: + 24 ore di ammollo per i ceci

Presentazione

I felafel sono uno dei piatti più gustosi della tradizione araba: piccole polpette fritte a base di legumi come fave o ceci, aromatizzati con cipolla, aglio e prezzemolo fresco come nella versione qui proposta. In Italia i felafel hanno avuto un grande successo di recente come finger food sfizioso: sono un piatto molto versatile da preparare, come secondo o come antipasto per una cena a tema in compagnia. Potreste decidere di servire dopo queste fragranti polpettine, anche gli shish oppure una favolosa tajine!
Assaggiando i felafel sarete catapultati in Medioriente, dove dominano aromi e spezie come quelli protagonisti in questa pietanza!

Ingredienti per 15 felafel (falafel)
Ceci secchi 500 g
Cipolle piccola 1
Aglio 2 spicchi
Cumino in polvere 2 g
Prezzemolo fresco 1 mazzetto
Sale 2 g
Pepe 1 g
Per la frittura
Olio di semi 200 g

Preparazione

Felafel (Falafel)

Per preparare i felafel, ponete in ammollo i ceci secchi in una bacinella riempita di acqua fredda, per 24 ore (1). Trascorso il tempo necessario, scolate i legumi su un panno e asciugateli per bene (2). Tagliate a metà la cipolla e privatela del rivestimento esterno (3),

Felafel (Falafel)

quindi tagliatela grossolanamente (4). Pulite ora lo spicchio di aglio: sbucciatelo e rimuovete l’anima, ovvero il cuore interno (5). Tritate infine il prezzemolo fresco (6).

Felafel (Falafel)

Procedete con l’impasto dei felafel. In un mixer versate i ceci asciugati accuratamente, la cipolla, l’aglio (7), il cumino (8) e azionate le lame. Quando gli ingredienti si saranno amalgamati aggiungete il trito di prezzemolo (9) e infine aggiustate di sale e pepe a piacere. Azionate nuovamente il mixer per ottenere un composto liscio e omogeneo.

Felafel (Falafel)

Una volta pronto potrete travasare il composto in una pirofila bassa e larga, che dovete coprire con pellicola trasparente (10) e lasciar riposare in frigorifero. Dopo 20-30 minuti potrete lavorare il composto per formare i felafel: prelevate con un cucchiaio una porzione da 50 g (11) e modellatela nel palmo della mano (11),

Felafel (Falafel)

in modo da conferirle una forma rotonda, leggermente schiacciata (13). Proseguite in questo modo fino a terminare l'impasto: otterrete 15 felafel. Nel frattempo scaldate l’olio in una pentola capiente, portandolo ad una temperatura di 165°C e facendo attenzione che non superi mai i 180° (potete misurare con un termometro da cucina). Friggete pochi felafel alla volta, girandoli spesso sottosopra con l’aiuto di una paletta da cucina o di una forchetta (14). Quando saranno di un bel colore dorato, scolateli e trasferiteli su un vassoio rivestito con carta assorbente (15). I vostri felafel sono pronti, serviteli ancora caldi.

Conservazione

Potete aromatizzare i vostri felafel come più vi piace. Ad esempio, oltre al cumino potete aggiungere della curcuma.

Curiosità

Potete conservare i felafel in frigorifero per 2-3 giorni, posti in un contenitore ermetico. Potete congelare l’impasto crudo, sempre in un contenitore con chiusura ermetica se avete utilizzato tutti ingredienti freschi,

Il consiglio di Sonia

Per aromatizzare i felafel oltre al cumino potreste aggiungere altre spezie, come la curcuma!

Altre ricette

I commenti (272)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • andrea ha scritto: mercoledì 26 agosto 2015

    Se segui la ricetta si sfaldano in padella e devi buttare tutto... Ci vuole un uovo, o Farina, o tutti e due.

  • MariM ha scritto: mercoledì 19 agosto 2015

    Li ho preparati questa sera, ma ho aggiunto un uovo all'impasto e prima di buttarli nell'olio li ho passati in semi di sesamo e pan grattato... buoni!

  • adriana volpi ha scritto: mercoledì 19 agosto 2015

    ho visto che i ceci che ho messo in ammollo hanno una pellicina,bisogna toglierla ?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 31 agosto 2015

    @adriana volpi: Ciao Adriana, non è necessario!

  • Laura ha scritto: mercoledì 12 agosto 2015

    li ho appena fatti, sono venuti benissimo! li ho fatti coi ceci secchi, ammollati 24 ore , fritti in mezzo di d'olio . sono venuti coloriti e croccanti . Ora provo a congelare quelli avanzati , così quando voglio li ho pronti.

  • Alessandro ha scritto: martedì 11 agosto 2015

    @Nicol: nella ricetta secondo me manca una cosa fondamentale, il pangrattato!

  • Nicol ha scritto: lunedì 10 agosto 2015

    provato mille volte....mille ricette, anche con i ceci crudi! non mi sono mai venuti!!! si sciolgono irrimediabilente nell'olio!!! non li faro' mai più..... anche se mi piacciono tantissimo!!

  • Elena ha scritto: giovedì 06 agosto 2015

    Anche a me una parte si è sciolta ma dipende dal fatto che bisogna friggerli in poco olio... 3/4 cucchiai; non tanto come si friggessero le melanzane ad esempio.

  • Viola ha scritto: mercoledì 05 agosto 2015

    Fatte ieri sera con ceci non precotti,si sono sciolte completamente.

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 06 agosto 2015

    @Viola: Ciao Viola, mi dispiace che non siano riuscite bene! Hai seguito tutti i passaggi e le indicazioni? 

  • Mary ha scritto: giovedì 30 luglio 2015

    E se volessi usare la farina di ceci invece che i ceci? Verrebbero lo stesso? La quantità come la calcolo? Grazie!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 30 luglio 2015

    @Mary: Ciao, anche in questa ricetta servono i legumi. La farina può essere utilizzata quando deve fare da addensante come ingrediente.

  • Paola ha scritto: martedì 14 luglio 2015

    fatti questa sera e sono venuti buonissimi. Ho lasciato il preparato parecchio tempo in frigo ma sono venuti ottimi .

10 di 272 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento