Speciale Pic-nic

Felafel (Falafel)

Antipasti
Felafel (Falafel)
264 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 15 pezzi
  • Costo: basso
  • Nota: + 24 ore di ammollo per i ceci

Presentazione

I felafel sono uno dei piatti più gustosi della tradizione araba: piccole polpette fritte a base di legumi come fave o ceci, aromatizzati con cipolla, aglio e prezzemolo fresco come nella versione qui proposta. In Italia i felafel hanno avuto un grande successo di recente come finger food sfizioso: sono un piatto molto versatile da preparare, come secondo o come antipasto per una cena a tema in compagnia. Potreste decidere di servire dopo queste fragranti polpettine, anche gli shish oppure una favolosa tajine!
Assaggiando i felafel sarete catapultati in Medioriente, dove dominano aromi e spezie come quelli protagonisti in questa pietanza!

Ingredienti per 15 felafel (falafel)
Ceci secchi 500 g
Cipolle piccola 1
Aglio 2 spicchi
Cumino in polvere 2 g
Prezzemolo fresco 1 mazzetto
Sale 2 g
Pepe 1 g
Per la frittura
Olio di semi 200 g

Preparazione

Felafel (Falafel)

Per preparare i felafel, ponete in ammollo i ceci secchi in una bacinella riempita di acqua fredda, per 24 ore (1). Trascorso il tempo necessario, scolate i legumi su un panno e asciugateli per bene (2). Tagliate a metà la cipolla e privatela del rivestimento esterno (3),

Felafel (Falafel)

quindi tagliatela grossolanamente (4). Pulite ora lo spicchio di aglio: sbucciatelo e rimuovete l’anima, ovvero il cuore interno (5). Tritate infine il prezzemolo fresco (6).

Felafel (Falafel)

Procedete con l’impasto dei felafel. In un mixer versate i ceci asciugati accuratamente, la cipolla, l’aglio (7), il cumino (8) e azionate le lame. Quando gli ingredienti si saranno amalgamati aggiungete il trito di prezzemolo (9) e infine aggiustate di sale e pepe a piacere. Azionate nuovamente il mixer per ottenere un composto liscio e omogeneo.

Felafel (Falafel)

Una volta pronto potrete travasare il composto in una pirofila bassa e larga, che dovete coprire con pellicola trasparente (10) e lasciar riposare in frigorifero. Dopo 20-30 minuti potrete lavorare il composto per formare i felafel: prelevate con un cucchiaio una porzione da 50 g (11) e modellatela nel palmo della mano (11),

Felafel (Falafel)

in modo da conferirle una forma rotonda, leggermente schiacciata (13). Proseguite in questo modo fino a terminare l'impasto: otterrete 15 felafel. Nel frattempo scaldate l’olio in una pentola capiente, portandolo ad una temperatura di 165°C e facendo attenzione che non superi mai i 180° (potete misurare con un termometro da cucina). Friggete pochi felafel alla volta, girandoli spesso sottosopra con l’aiuto di una paletta da cucina o di una forchetta (14). Quando saranno di un bel colore dorato, scolateli e trasferiteli su un vassoio rivestito con carta assorbente (15). I vostri felafel sono pronti, serviteli ancora caldi.

Conservazione

Potete aromatizzare i vostri felafel come più vi piace. Ad esempio, oltre al cumino potete aggiungere della curcuma.

Curiosità

Potete conservare i felafel in frigorifero per 2-3 giorni, posti in un contenitore ermetico. Potete congelare l’impasto crudo, sempre in un contenitore con chiusura ermetica se avete utilizzato tutti ingredienti freschi,

Il consiglio di Sonia

Per aromatizzare i felafel oltre al cumino potreste aggiungere altre spezie, come la curcuma!

Altre ricette

I commenti (264)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Mary ha scritto: giovedì 30 luglio 2015

    E se volessi usare la farina di ceci invece che i ceci? Verrebbero lo stesso? La quantità come la calcolo? Grazie!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 30 luglio 2015

    @Mary: Ciao, anche in questa ricetta servono i legumi. La farina può essere utilizzata quando deve fare da addensante come ingrediente.

  • Paola ha scritto: martedì 14 luglio 2015

    fatti questa sera e sono venuti buonissimi. Ho lasciato il preparato parecchio tempo in frigo ma sono venuti ottimi .

  • Jai ha scritto: sabato 11 luglio 2015

    Ciao! Mi piacerebbe molto fare i falafel, secondo voi posso cuocerli anche in forno o in padella con poco olio, tipo burger? Grazie smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 31 luglio 2015

    @Jai: Ciao, certo non saranno uguali, ma puoi cuocerli a 180° per 15 minuti, fai una prova perché ogni forno è diverso dall'altro smiley ciao!

  • Carlo ha scritto: venerdì 03 luglio 2015

    Ma i ceci secchi vanno lasciati in ammollo 24 ore in tutti i casi? Ossia anche quando nella confezione è riportato un tempo diverso (tipo 8 ore)?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 30 luglio 2015

    @Carlo: ciao Carlo, i ceci toccandoli devono risultare morbidi, meglio quindi lasciarli ammollo per almeno 20 ore! 

  • Letizia ha scritto: martedì 30 giugno 2015

    Ho eseguito questa ricetta più volte, e ho riscontrato che il problema dello "spappolamento" dei falafel nell'olio deriva dal fatto che sono stati adoperati ceci precotti, e non secchi come indicato nella ricetta. Se non avete altro che ceci precotti vi consiglio preferire una cottura in forno o in una padella antiaderente senza (o con pochissimo) olio. Vi consiglio inoltre di lasciare i ceci secchi per ALMENO 24 ore, non un'ora di meno, perché altrimenti i vostri falafel risulteranno secchi e farinosi. Un caro saluto

  • Alice ha scritto: lunedì 29 giugno 2015

    anch'io ho riscontrato problemi nella cottura. L'olio era in temperatura ma le felafel si sono completamente sciolte.

  • PALESTINA LIBERA ha scritto: giovedì 25 giugno 2015

    Perche' avete cancellato il commento in cui spiegavo come la Vs ricetta qui vada bene con le FAVE ma non coi CECI? Per favore rimettete la mia esperienza diretta

  • Serena ha scritto: giovedì 25 giugno 2015

    Ho seguito alla lettera la ricetta, ma durante la frittura si disfano tutte. Come è possibile? Non è che bisogna aggiungere una patata, o un uovo o la farina di ceci per mantenere legato il composto?

  • Manuela ha scritto: martedì 23 giugno 2015

    Ho provato a fare questa ricetta stasera e si sono sciolti nell'olio...ho letto poi altri commenti nei quali è successa la stessa cosa...mi dite come è possibile? Grazie

  • Mariolina ha scritto: domenica 14 giugno 2015

    Fatte e fritte benissimo, non si è spappolata nessuna polpetta. L'importante è farle "bollire"nell'olio

10 di 264 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento