Fettuccine Alfredo

Primi piatti
Fettuccine Alfredo
45 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 5 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + 30 minuti di riposo dell'impasto

Presentazione

Fettuccine Alfredo

L'avreste mai detto che il piatto numero 1 dei ristoranti italiani negli Stati Uniti è una ricetta a noi sconosciuta? Stiamo parlando delle fettuccine Alfredo, così popolari in America da sembrare quasi un piatto della tradizione italo-americana! Eppure le fettuccine Alfredo sono un piatto italianissimo, una semplice e gustosa pasta all'uovo condita abbondantemente con burro e parmigiano. La ricetta fu inventata nel 1914 da Alfredo, appunto, proprietario di un ristorante in via della Scrofa a Roma, con l’intento di rimettere in forze la moglie, indebolita dalle fatiche della gravidanza e del parto: il piatto le piacque così tanto che suggerì al marito di inserirlo nel menù e da quel giorno divenne il punto di forza del ristorante! Ma la vera consacrazione delle fettuccine Alfredo avvenne quando Mary Pickford e Douglas Fairbanks, due famosi attori della vecchia Hollywood, assaggiarono questo piatto di pasta durante il loro viaggio di nozze a Roma e ne furono così entusiasti da donare ad Alfredo in segno di gratitudine due posate d’oro, cucchiaio e forchetta, con incisa la dedica “To Alfredo the King of Noodles”: da allora, il ristorante di Alfredo divenne una meta prediletta sia delle star americane dei ruggenti anni Venti che dei frequentatori della Dolce Vita romana, che contribuirono al successo del piatto anche oltreoceano! Cosa state aspettando? Mettete le mani in pasta e preparate le fettuccine Alfredo per i vostri amici, siamo certi che anche voi conquisterete il titolo di “re delle fettuccine”!

Ingredienti
Farina 00 400 g
Semola di grano duro rimacinata per spolverizzare q.b.
Uova medie 4
Burro 80 g
Parmigiano reggiano grattugiato 80 g
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Vai alle ricette con Farina 00

Farina 00

La Farina Barilla tipo 00 è indicata per ogni tua creazione in cucina che non richiede particolari modalità di impasto o lunghi tempi di lievitazione.
Ideale per pasta sfoglia, frolle, dolcetti, biscotti, besciamella, pastelle per fritture e creme.

Scopri tutte le ricette

Preparazione

Fettuccine Alfredo

Per preparare le fettuccine Alfredo, per prima cosa realizzate la pasta fresca all’uovo: setacciate la farina 00 in una ciotola (potete rimanere un po' indietro con la dose di farina in modo da aggiungerne al bisogno) (1) e aggiungete le uova (2). Lavorate con le mani fino a quando non avrete ottenuto un impasto omogeneo (3), poi trasferitelo su un piano di lavoro e finite di impastare; se l’impasto vi sembrerà troppo morbido potete aggiungere poca farina in più, se risultasse asciutto potete aggiungere pochissima acqua.

Fettuccine Alfredo

Quando l’impasto sarà liscio ed elastico, formate una palla, avvolgetela nella pellicola (4) e lasciatela riposare a temperatura ambiente per 30 minuti in modo che il glutine si rilassi e l’impasto sia più facile da stendere. Trascorsa mezz’ora, spolverizzate leggermente il piano di lavoro con la farina 00 e dividete l’impasto in 4 parti usando un tarocco (5): lavorate una parte per volta e lasciate il restante impasto coperto con pellicola per evitare che si asciughi. Infarinate leggermente la parte di impasto che andrete a stendere (6)

Fettuccine Alfredo

e cominciate a passarla nella macchina per fare la pasta, partendo dallo spessore più largo (7); aggiungete un pizzico di farina per evitare che l’impasto si stracci (8). Ripetete l’operazione più volte fino ad arrivare al penultimo numero (9). Se non possedete la macchina per fare la pasta, potete stendere l’impasto con il mattarello, arrotolando la sfoglia sul mattarello e srotolandola più volte fino a raggiungere uno spessore di pochi millimetri. Per ulteriori informazioni su come stendere l’impasto, potete consultare la nostra ricetta delle tagliatelle.

Fettuccine Alfredo

A questo punto dividete le sfoglie ottenute in 2 o 3 parti, a seconda della lunghezza (10) e passatele nuovamente nella macchinetta al penultimo numero per evitare che si ritirino (11). Spolverizzate le sfoglie con la semola (12) e lasciatele asciugare per un paio di minuti. Nel frattempo, potete mettere a bollire una pentola capiente di acqua salata che vi servirà per cuocere le fettuccine.

Fettuccine Alfredo

Una volta che la pasta si sarà asciugata, prendete una sfoglia e avvolgetela su se stessa dal lato più corto, facendo attenzione a non pressare per evitare che gli strati sovrapposti si incollino fra di loro (13). Quando avrete ottenuto un cilindro di forma regolare, tagliate delle rondelle di circa 4 mm di spessore con un coltello (14). Srotolate le rondelle afferrandole per un’estremità (15),

Fettuccine Alfredo

arrotolate le fettuccine ottenute intorno alla vostra mano per formare un nido (16) e lasciatelo a riposare sul piano di lavoro, mentre procedete nello stesso modo con il resto delle sfoglie. Quando le fettuccine saranno tutte pronte, potete cuocerle nell’acqua che sarà arrivata a bollore (17). Mentre la pasta cuoce, basteranno 2-3 minuti, preparate il condimento: in una padella capiente, fate sciogliere il burro a fuoco molto basso, facendo attenzione che non si bruci (18),

Fettuccine Alfredo

e aggiungete un mestolo di acqua di cottura della pasta: l’amido in essa contenuto contribuirà a dare cremosità al condimento (19). Scolate le fettuccine e aggiungetele direttamente nella padella con il burro (20), versate un altro mestolo di acqua di cottura (21) e saltate brevemente il tutto mescolando velocemente.

Fettuccine Alfredo

A questo punto spegnete il fuoco e aggiungete il Parmigiano grattugiato (22); in ultimo condite con un pizzico di sale (23) e un’abbondante macinata di pepe nero e mescolate ancora per amalgamare bene la pasta col condimento. Le vostre fettuccine Alfredo sono pronte per essere servite (24)!

Conservazione

Conservate le fettuccine Alfredo in frigorifero, in un contenitore chiuso ermeticamente, per 1-2 giorni. Si sconsiglia la congelazione del piatto finito.

Potete però congelare le fettuccine da crude. Per la congelazione riponete su un vassoio i nidi di pasta ben distanziati e poi metteteli in congelatore per farli indurire un paio d’ore. Quando saranno ben induriti, metteteli in sacchetti gelo e riponeteli nuovamente in congelatore. Quando li dovrete utilizzare lessateli direttamente da congelati in acqua bollente e procedete come da ricetta.

 

Consiglio

Negli Stati Uniti non troverete ristorante che non proponga le fettuccine Alfredo! Di solito, però, non saranno preparate seguendo la ricetta originale del ristorante Alfredo a Roma, ma con un'aggiunta di panna, che aiuta nella creazione della tipica salsina... non temete, se seguirete la nostra ricetta non ne avrete bisogno! Esiste negli USA anche un condimento già pronto, detto Alfredo Sauce con cui condire le fettuccine, molto lontano però dalla ricetta originale del ristoratore romano.

Curiosità

Alfredo di Lelio vendette il suo ristorante di via della Scrofa nel 1943 e ne aprì un altro nel 1950 con suo figlio, "Il vero Alfredo" in Piazza Augusto Imperatore 30, dove le fettuccine Alfredo vengono ancora fatte secondo la ricetta originaria, tramandata da padre in figlio, e servite con le posate d'oro donate da Mary Pickford e Douglas Fairbanks!

I commenti (45)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Maria Ines ha scritto: mercoledì 08 giugno 2016

    Vorrei precisare che il formaggio si chiama Parmigiano Reggiano !

  • Rugantino ha scritto: venerdì 03 giugno 2016

    Oggi sono chiamate fettuccine al doppio burro

  • BOB ha scritto: martedì 31 maggio 2016

    Sì tratta di una ricetta del 1914. Non sminuire la storia è importante. Era una pasta fatta a mano, il burro all'epoca era una rarità e anche il parmigiano non era da tutti. Nelle campagne romane nacquero la Cacio e Pepe e la Gricia, ancora oggi attualissime e venivano fatte con pochissimi ingredienti. In ogni caso la mano è importante, negli USA non riescono a fare nemmeno questa. Mettono la panna per fare la cremina...

  • giovanni ha scritto: giovedì 12 maggio 2016

    L'unica modifica possibile ortodossa e comprensibile è una bella impepata...per il resto e un burro e parmigiano con pasta all'uovo..

  • angela ha scritto: giovedì 03 dicembre 2015

    io non mangio formaggi stagionati. cosa potrei aggiungere al burro al posto del formaggio grattugiato?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 03 dicembre 2015

    @angela: ciao Angela! La ricetta originale prevede il formaggio grattugiato, ma se preferisci puoi aggiungere del pangrattato tostato! 

  • LorenzoNY ha scritto: martedì 14 luglio 2015

    Ciao Sonia. Le Fettuccine Alfredo che conosco io sono preparate con l'aggiunta di petti di polli. I petti vanno arrostiti in precedenza, mettendo delle spezie sopra e sotto, prima di versarli in padella. Successivamente vanno tagliati a pezzetti e messi nel mix della pasta.

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 14 luglio 2015

    @LorenzoNY: Ciao Lorenzo! Grazie per aver condiviso la tua esperienza che sicuramente potrà essere di aiuto ad altri utenti!

  • Giovanni ha scritto: giovedì 09 luglio 2015

    Sono d'accordo con la sig. Ines di tutto ciò che ha scritto, ma soprattutto ricordate che quelle che Voi imitate non saranno mai come quelle che fanno da "Alfredo" oggi "Alfredo 3".

  • Poli ha scritto: domenica 28 giugno 2015

    Alfredo

  • Emanuele ha scritto: mercoledì 24 giugno 2015

    Il piatto famosissimo negli States è semplicemente una pasta burro e Parmigiano, non è proprio sconosciuta in Italia, anzi, cosa c'è di diverso?

  • sabrina ha scritto: martedì 26 maggio 2015

    molto buono

10 di 45 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Ho preso atto dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy