Focaccia con pomodorini e origano

Lievitati
Focaccia con pomodorini e origano
211 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 45 min
  • Dosi per: 6 persone
  • Costo: molto basso
  • Nota: + 2 ore e mezza di lievitazione

Presentazione

La focaccia con pomodorini e origano è molto popolare nell'Italia meridionale, in particolar modo in Puglia, Campania e Sicilia. La focaccia viene realizzata con un semplice impasto all'olio d'oliva e viene arricchita con pomodorini e origano. Proprio per la sua semplicità è una delle preparazioni più ricercate, ideale anche per arricchire il cestino del pane. Il profumo dell'origano, il sapore dei pomodorini e la morbidezza della focaccia ne fanno inoltre un aperitivo molto appetitoso. Servite la focaccia con pomodorini tagliata a pezzi anche per uno spuntino tra amici o preparatela per la merenda dei vostri bambini!

per l'impasto
Farina 00 300 g
Farina manitoba 200 g
Acqua 300 g
Sale 20 g
Lievito di birra disidratato 5 g
Olio di oliva extravergine 25 g
Miele 8 g
per condire
Pomodori ciliegino 500 g
Olio di oliva extravergine 40 g
Origano secco 3 g
Sale grosso 3 g

Preparazione

Focaccia con pomodorini e origano

Per preparare la focaccia con pomodorini e origano iniziate a preparare l'impasto di base. Setacciate le farine nella ciotola di una planetaria (1). Unite il lievito disidratato (2) e azionate la planetaria con il gancio montato. Lasciate mischiare le farine con il lievito e aggiungete anche il miele (3).

Focaccia con pomodorini e origano

A questo punto unite circa i 3/4 dell'acqua, versandola poco per volta (4). Una volta che il composto avrà preso forma aggiungete il sale (5) e unite anche l'acqua rimasta sempre lentamente (6).

Focaccia con pomodorini e origano

Quando l'impasto avrà assorbito tutta l'acqua aggiungete l'olio a filo a poco a poco (come per l'acqua) in modo da permettere alla massa di assorbirlo gradualmente, così da favorire lo sviluppo della maglia glutinica (7). Lavorate il composto nella planetaria per circa 15 minuti (8), quindi passatelo su un banco spolverizzato di farina (9).

Focaccia con pomodorini e origano

Procedete facendo delle pieghe all'impasto, prendendo le estremità e ripiegandole al suo interno (10). Dopo di chè formate una palla (11) e mettetela in una bacinella precentemente oleata (12). Quindi lasciate lievitare per un paio d'ore coprendo la ciotola con della pellicola trasparente.

Focaccia con pomodorini e origano

Nel frattempo tagliate i pomodorini a metà (13) e premeteli per fagli perdere i semi e il loro liquido (14) . Quindi sbriciolate l'origano e tenete tutto da parte (15).

Focaccia con pomodorini e origano

Passate le due ore di lievitazione l'impasto avrà raddoppiato il suo volume (16). A questo punto oleate una teglia da 35X28 cm e versatevi l'impasto (17); procedete stendendolo con le mani molto delicatamente (18).

Focaccia con pomodorini e origano

Una volta ricoperta tutta la superficie della teglia (19) cospargete la focaccia con i pomodorini e irrorate con un filo d'olio (20), quindi spargete anche il sale grosso (21).

Focaccia con pomodorini e origano

Per ultimo spolverate con l'origano (22) e lasciate lievitare per altri 30 minuti (23). Passato questo tempo cuocete la focaccia con pomodorini e origano in forno preriscaldato a 190° per 45 minuti (24).

Conservazione

Sarebbe meglio consumare la focaccia con pomodorini e origano appena sfornata; altrimenti si può congelare l'impasto non mettendo la farcitura. Una volta scongelata, farcirla e lasciarla lievitare per poi cuocerla!

Consiglio

Cuocete la focaccia con pomodorini e origano nel ripiano basso del forno in modo da dare maggior croccantezza alla base!

Altre ricette

I commenti (211)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Veronica ha scritto: venerdì 10 giugno 2016

    Buon giorno ho fatto la facaccia ma mi è venuta un po croccante come mai? Può essere il forno??

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 10 giugno 2016

    @Veronica : Ciao Veronica! il fatto che ti sia rimasta un po' troppo croccante dipende da molti fattori, come il ripiano del forno in cui l'hai cotta (ti consigliamo di posizionare la teglia nel ripiano basso, in modo che diventi croccante la base e non la parte superiore), il tipo di forno in cui l'hai cotta e i tempi di cottura. Se ti sembra che secchi troppo puoi diminuire i tempi di cottura di 5-10 minuti. Un saluto!

  • Anna ha scritto: giovedì 09 giugno 2016

    ciao ma se volessi farla rotonda nella teglia dove di solito si fanno le torte, quella di 28 o 24 cm quali sono le dosi?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 09 giugno 2016

    @Anna: Ciao Anna! Puoi realizzare mezza dose smiley 

  • isabella ha scritto: mercoledì 01 giugno 2016

    Ciao carissima Sonia complimenti per il tuo lavoro. Solo una domanda....se non avessi la planetaria? Grazie e un buon lavoro

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 01 giugno 2016

    @isabella:Ciao Isabella, puoi impastare anche a mano se non disponi della planetaria, ci vorrà un pò più di tempo e di fatica ma otterrai lo stesso risultato smiley

  • Selenia ha scritto: venerdì 13 maggio 2016

    Ciao Sonia =) io ho a casa della farina 0, quanta ne devo mettere al posto della farina 00? Grazie =)

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 13 maggio 2016

    @Selenia:Ciao Selenia, se vuoi usare la farina 0 mantieni invariate le dosi smiley

  • silvia ha scritto: sabato 02 aprile 2016

    nel posto piu caldo della casa ossia la cucina smiley comunque grazie mille smiley)))

  • silvia ha scritto: giovedì 31 marzo 2016

    ciao a tuttismiley ho fatto questa splendida focaccia ma non é venita :/ inizialmentw ha lievitato meravigliosamente e una volta stesa sulla teglia e condita é rimasta piatta e non ha lievitato insomma una disgrazia... comd mai??smiley

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 01 aprile 2016

    @silvia:Ciao Silvia, dove ha messo a lievitare la teglia? Considera che per un risultato ottimale consigliamo di lasciare lievitare in forno spento con la luce accesa smiley

  • Valeria ha scritto: venerdì 25 marzo 2016

    Ciao, io vorrei iniziare a fare la focaccia stasera e ultimarla domani mattina. Posso lasciare l'impasto in frigo tutta la notte? Se si, lo metto dopo la prima lievitazione? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 25 marzo 2016

    @Valeria: Ciao Valeria, certamente! Dopo la prima lievitazione riponilo in frigorifero ben coperto, domani sarà sufficiente lasciarla rinvenire 2-3 ore prima di trasferirla nella teglia e proseguire come indicato nella ricetta! 

  • Giuliana ha scritto: giovedì 10 marzo 2016

    @Sonia Peronaci: Ciao, io vivo a Hong Kong e non è facile trovare la farina Manitoba. In più non ho un forno grande ma tipo uno Sfornatutto Delonghi. smiley Come posso fare? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 10 marzo 2016

    @Giuliana : Ciao Giuliana, per la farina non c'è problema. Puoi utilizzare una farina 0 o se preferisci anche una 00, facendo leggermente attenzione alla quantità d'acqua necessaria, poiché la farina 00 ha una capacità di assorbimento inferiore rispetto a quella 0. Per il forno non possiamo aiutarti perché non disponiamo del modello di cui parli, ti consigliamo perciò di fare una prova anche con un piccolo quantitativo, per non sprecare gli ingredienti smiley un saluto!

  • Khiara ha scritto: martedì 01 marzo 2016

    Le focacce è meglio farle nel forno ventilato come le pizze?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 01 marzo 2016

    @Khiara:Ciao Khiara, per questa ricetta noi abbiamo usato il forno statico smiley

  • barbara ha scritto: venerdì 29 gennaio 2016

    @Cristiana: mi potresti riscrivere la vecchia ricetta....la usavo ma ora è cambiata e non ricordo quanti cucchiai di olio e quanto di sale. 600 di farina, 350 di acqua 1 cubetto 2 cucchiaini di sale....

10 di 211 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI