Focaccia

Lievitati
Focaccia
181 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 35 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: molto basso
  • Nota: + il tempo di lievitazione

Presentazione

Focaccia

Chiamatela schiacciata, ciaccia, street food all’italiana o ricetta antica come il mondo ma sarà sempre lei, la sola ed inimitabile focaccia! Questo fragrante lievitato non appena sfornato riempirà la vostra casa con il suo profumino piacevole ed invitate. Persino i bambini amano portarne un pezzetto avvolto nella carta oleata, così poi possono fare la merendina della prima mattina. I più grandicelli invece la preferiscono come reintegratore di energie, quando in estate sono intenti a fare innumerevoli tuffi in acqua insieme agli amici. Infine diventa la più grande amica di chi sorseggia una bibita fresca alla fine del lavoro quando coi colleghi, coi cari o con la propria metà si fa un bell’aperitivo. La focaccia accompagna da sempre le fasi della nostra vita rendendola sempre migliore grazie alla sua semplicità!

Ingredienti per la focaccia
Farina 0 470 g
Lievito di birra secco 5 g
Zucchero 16 g
Acqua a temperatura ambiente 230 g
Latte 115 g
Olio di oliva extravergine 45 g
Sale 12 g
Per ungere e cospargere
Rosmarino q.b.
Sale in fiocchi q.b.
Olio di oliva extravergine 40 g

Preparazione

Focaccia

Per preparare la focaccia cominciate mescolando insieme in una ciotolina il lievito con lo zucchero (1) e andate a versarlo, insieme alla farina, nella tazza di una planetaria munita di foglia (2). Azionate la planetaria e versate a filo latte e acqua che avrete mescolato insieme (3).

Focaccia

Poi unite l’olio, anche questo a filo (4). Continuate ad impastare fino a quando non notate che l’impasto avrà preso un po’ di consistenza, perciò sostituite la foglia (5) con il gancio (6).

Focaccia

Versate il sale (7) e continuate ad impastare per circa 15 minuti (8) fin quando l’impasto non sarà ben incordato: l’impasto è molto idratato quindi aiutatevi con un tarocco per staccarlo dal gancio (9).

Focaccia

Trasferite il composto sul piano da lavoro leggermente infarinato sempre aiutandovi con il tarocco (10) e sempre con quest'ultimo date un paio di pieghe, cioè sollevate un lembo (11) e portatelo al centro (12). Poi sollevate l’altra estremità e portate anche questa nel mezzo e ripetete una volta ancora.

Focaccia

Trasferite il composto in una ciotola (13) e coprite con pellicola trasparente. Riponete la ciotola in forno spento con luce accesa e lasciate lievitare per 2 ore o comunque fine al raddoppio (14). Ungete una teglia (noi abbiamo usato una teglia rettangolare 35x28 cm) spennellando accuratamente tutta la superficie e lungo i bordi (15),

Focaccia

versate l’impasto all’interno e ungetevi le mani per non far attaccare la pasta (16). Cominciate a distenderla con le punte delle dita (17) per distribuirla fino a ricoprire interamente la superficie e i lati (18). Essendo un impasto molto idratato, se non riuscite subito a riempire l'intero stampo, lasciate riposare ancora per qualche minuto prima di continuare a distendere l'impasto.

Focaccia

Una volta terminato, coprite con pellicola trasparente (19) e lasciate lievitare per un’altra ora in forno spento ma con la luce accesa (20). Trascorso il tempo andate a creare delle fossette nell’impasto con le punte della dita unte d'olio (21).

Focaccia

Cospargete con l’olio (22), qualche fogliolina di rosmarino e dei fiocchi di sale (23). La vostra focaccia è pronta per essere cotta in forno statico a 180° per circa 35–40 minuti, nella parte bassa (controllate di tanto in tanto la cottura senza aprire il forno). Una volta cotta (24) non vi resta che sfornarla e gustarla al naturale o farcita!

Conservazione

Per essere sicuri di gustare al meglio la focaccia si consiglia di consumarla al momento. Tuttavia può essere conservata fino a 2 giorni tenendola chiusa in un sacchetto; in questo caso si consiglia di scaldare in forno la focaccia per qualche istante.
Potete anche congelare da cotta la focaccia, una volta scongelata riscaldatela prima di consumarla.

Consiglio

Coi tempi di lievitazione non ci state? Nessun problema! Lasciate riposare l’impasto in frigo, coprendo con pellicola trasparente fino a 12 ore, il giorno dopo lasciate acclimatare l’impasto e poi proseguite come da ricetta.
Se preferite la focaccia più scrocchiarella, una volta disteso l’impasto in teglia procedete pure con la cottura;
se invece volete ottenere una focaccia alta e soffice, arrivati all’ultima lievitazione, non formate le fossette ma infornate direttamente la focaccia semplicemente ungendola e cospargendola con sale e rosmarino. E se non trovate i fiocchi di sale, nessun problema andrà benissimo il sale grosso!

Altre ricette

I commenti (181)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • bianca ha scritto: sabato 25 giugno 2016

    ciao . voglio sapere per favore come si misura l'acqua ? in grammi ?sulla bilancia? o in ml?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 27 giugno 2016

    @bianca: Ciao Bianca, puoi utilizzare un bicchiere o una caraffa graduati, calcolando il peso in grammi. Un saluto!

  • stacy ha scritto: lunedì 13 giugno 2016

    scusa ma non ho il sale a fiocchi......... come faccio

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 14 giugno 2016

    @stacy: Ciao Stacy, utilizza pure il sale grosso!

  • Claudia ha scritto: sabato 11 giugno 2016

    Ottima ????

  • Edoardo ha scritto: giovedì 09 giugno 2016

    Ciao vorrei sapere se è possibile condire questa focaccia come una pizza, magari aggiungendo la mozzarella o la passata a metà cottura??

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 09 giugno 2016

    @Edoardo: Ciao Edoardo certamente! La passata puoi aggiungerla anche all'inizio mentre la mozzarella sarà meglio aggiungerla solo negli ultimi minuti di cottura! 

  • elisa ha scritto: giovedì 02 giugno 2016

    come ha detto mia figlia è TOP

  • Simona ha scritto: lunedì 30 maggio 2016

    Una domanda .. Se dovessi preparare l'impasto molte ore prima dove lo lascio a riposare ? Sempre a forno spento e già disteso ? Lo posso anche lasciare più ore a lievitare ? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 07 giugno 2016

    @Simona: Ciao Simona, in genere, quando si lascia riposare un impasto per una notte (circa 8-12 ore), basta coprire con pellicola e riporre in frigorifero la ciotola. Il giorno successivo bisogna far acclimatare l'impasto prima di continuare come da ricetta smiley un saluto!

  • Monica ha scritto: domenica 29 maggio 2016

    In sostituzione del lievito secco quanto lievito fresco devo usare grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: lunedì 30 maggio 2016

    @Monica: Ciao Monica, in sostituzione puoi utilizzare 17-18 grammi di lievito fresco di birra smiley un saluto!

  • Daniela ha scritto: domenica 15 maggio 2016

    Focaccia buonissima!! Ho usato il latte di soia. Non avevo la planetaria e quindi Ho impastato a mano. Ho modificato un po' le dosi: poco meno latte e acqua e molto meno sale. Farina di farro mischiata a saraceno. Ho impastato per un Ora finche' non ho sentiro l impasto bello morbido lievitare tra le mani. Risultato? Squisito. A casa vogliono Che la rifaccia!!! grazie a tutti

  • Edy ha scritto: sabato 16 aprile 2016

    @Redazione Giallozafferano: salve, si può impastare a mano? Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 18 maggio 2016

    @Edy: Ciao! Con un pò di pazienza riuscirai smiley

  • awa ha scritto: venerdì 08 aprile 2016

    provata questa sera.... ho rispettato la ricetta alla lettera ma, è uscito un vero mattone????.

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 15 aprile 2016

    @awa: Ciao, hai per caso aggiunto farina vedendo che l'impasto è molto idratato? Facci sapere come risultava l'impasto e se la focaccia ha lievitato senza problemi così cerchiamo di capire quale può essere stato il problema!

10 di 181 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI