Fregola con arselle

Primi piatti
Fregola con arselle
66 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 130 min
  • Cottura: 20 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio
  • Nota: per lo spurgo delle vongole

Presentazione

La fregola con le arselle, in sardo fregula con cocciula, è una ricetta tipica della Sardegna molto gustosa. Questo particolare formato di pasta di semola di grano duro ha la forma di piccole palline che vengono lavorate a mano e che sposano perfettamente minestre leggere e delicate. La fregola con le arselle può essere servita sia come primo piatto che come piatto unico magari accompagnato con altri frutti di mare e qualche totano tagliato ad anelli. Trattandosi di un prodotto tipico della Sardegna, probabilmente non sarà semplicissimo da reperire, ma non impossibile!

Ingredienti
Pasta di semola di grano duro - fregola 250 g
Vongole 1 kg
Pomodori pelati (o passata) 200 g
Aglio 2 spicchi
Sale q.b.
Pepe a piacere
Prezzemolo tritato 2 cucchiai
Vino bianco 100 g
Olio di oliva extravergine 100 g
Pane carasau 100 g

Preparazione

Fregola con arselle

La prima cosa da fare per preparare la fregola con le arselle è quella di occuparsi proprio delle vongole, che devono essere freschissime e controllate una per una scartando quelle rotte e successivamente lasciate in ammollo per qualche ora a spurgare. In una padella versate dell’olio e gli spicchi d’aglio (1), aspettate qualche istante che si insaporiscano e poi toglieteli (2) prima di versare le vongole (3) che avrete scolato.

Fregola con arselle

Alzate la fiamma e versate il vino (4) coprite con il coperchio (5) e lasciate cuocere qualche minuto agitando la padella, continuate fin quando tutte le arselle non saranno aperte (6).

Fregola con arselle

In un altro tegame più grande, lasciate dorare uno spicchio d’aglio insieme all’olio (7), aggiungete il prezzemolo dopo aver tolto l’aglio (8) e lasciate insaporire giusto qualche istante (9)

Fregola con arselle

prima di versare il pomodoro (10) e di aggiustare di sale (11) e di pepe (12).

Fregola con arselle

Scolate le vongole (13) tenendo da parte il liquido di cottura e sgusciatele (14) avendo cura di conservarne qualcuna per la decorazione finale (15).

Fregola con arselle

Stendete un canovaccio pulito, o della garza sterile, in un colino e filtrate il liquido di cottura delle vongole (16), se fosse necessario ripetete l’operazione (17) per assicurarvi un sugo senza sabbia ed eventuali residui di gusci. Nel tegame con il sugo ed il prezzemolo versate la fregola (18)

Fregola con arselle

e poi, mano a mano, versate il sugo delle vongole come fosse un brodo (19), aggiustate di sale (20) e di pepe (21)

Fregola con arselle

e continuate la cottura mescolando di tanto in tanto (22). Verso la fine della cottura aggiungete le vongole sgusciate in precedenza (23) e ancora un po’ di prezzemolo (24).

Fregola con arselle

Sistemate il pane carasau sul fondo di un piatto (25), versate la fregola con le arselle in superficie (26) e infine guarnite con le vongole messe da parte e del prezzemolo (27) e servite subito!

Conservazione

Vista la presenza delle vongole è consigliato il consumo entro le 24 ore.

Il consiglio di Sonia

L’aggiunta del pane carasau è un tocco originale che richiama tutto il sapore e la tradizione della Sardegna ma non è indispensabile. Per rendere ancora più gustoso il piatto si possono aggiungere delle cozze.

Curiosità

il termine fregola deriva dalla parola fregare, che letteralmente è l’atto di procreazione che avviene tra i pesci che si fregano tra i sassi quando depongono le uova. La fregola con le arselle non conosce stagioni, è infatti un primo piatto che si può gustare sempre, specialmente d’estate.

Altre ricette

I commenti (66)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • marisa ha scritto: venerdì 23 gennaio 2015

    salve, la fregola con arselle preparata dal giorno precedente conserva tutta la sua bontà oppure riscaldandola perde un po' di gusto? grazie mille

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 23 gennaio 2015

    @marisa:Ciao, puoi provare a scaldarla leggermente!

  • attilio ha scritto: martedì 09 settembre 2014

    voglio fare la fregola per una festa ma siamo in otto persone.Mi puoi consigliare le quantita degli ingredienti?.Grazie tanti saluti!!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 10 settembre 2014

    @attilio: Ciao! ti consiglio di raddoppiare le dosi indicate nella ricetta! smiley

  • valter ha scritto: giovedì 03 luglio 2014

    @Cristina : ciao Cristina, fare la fregola non è complicato, vai su YouTube e guarda attentamente come si fa, vedrai che sarà di una semplicità unica!

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 07 marzo 2014

    @sara: Ciao, il fumetto di pesce è il brodo realizzato con teste dei pesci e carapaci dei crostacei per dare sapore alle pietanze a base du pesce. Le vongole veraci sono la qualità più pregiata che vive in profondità, mentre le arselle si trovano più in superficie e generalmente hanno un guscio di colorazione più chiaro. In alcune zone d'Italia però si tende ad usare vongole o arselle indifferentemente per indicare i molluschi e in alcune parti della Toscana e della Liguria vengono definite arselle anche i tartufi di mare.

  • sara ha scritto: giovedì 06 marzo 2014

    Scusate l'ignoranza ma cos'è il fumetto?e che differenza c'è tra le arselle e le vongole?

  • furlani jessica ha scritto: lunedì 03 marzo 2014

    ciaooo!!! io frequento una scuola di ristorazione e i ragazzi di terza hanno fatto la fregola con le arselle e ci avevano messo il peperoncino perche era molto piccante, posso metterci il peperoncino anche io??

  • Goppai sardu mera ha scritto: mercoledì 08 gennaio 2014

    In Sardegna cheguà se si mangia bene ! Suggerisco anche il brodo di pecora con la fregola , una bomba per chi ama la cucina rustica ..

  • Claudia ha scritto: martedì 27 agosto 2013

    Io la faccio a mano. Mia nonna me l'ha insegnato. Uso semola grossa, un pizzico di sale, qualche cucchiaio d' acqua e lo zafferano. Una volta terminata bisogna farla tostare in forno. Ogni volta che la faccio mi viene da pensare alle donne del Magreb e mi vengono in mente le mani di mia nonna e la sua voce...

  • PIERPAOLO PIRAS ha scritto: lunedì 12 agosto 2013

    In questa ricetta sono indicati 200 grammi do pomodoro. Quest'ultimo va coprire la delicatezza e la finezza del sapore delle arselle. Qui in Sardegna ne mettiamo meno o per niente. Anche il fumetto va fatto evitando pesci troppo saporiti come il muggine. Il motivo è lo stesso Insomma, nella fregola con le arselle vogliamo sentire bene anche le arselle...!

  • Carlo ha scritto: martedì 16 luglio 2013

    Da Cagliaritano vi dico che la ricetta è precisa ma vi indico alcune piccole varianti a seconda dei gusti: - in inverno si preferisce lasciarla un pò più acquosa, come una minestra ricca; - moltissimi, ritenendola la più originale o per gusto, la preferiscono in bianco o al massimo con un pochino di concentrato di pomodoro; - è tipica anche fatta con carne e funghi porcini o meglio coi cordolinu de pezza (funghi cordolino). Una fameeee!!!

10 di 66 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento