Speciale Street food, cucina e gusto on the road!

Frico con patate e cipolle

Secondi piatti
Frico con patate e cipolle
160 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 20 min
  • Cottura: 40 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Il frico è una ricetta friulana servita come secondo piatto o piatto unico, a base di formaggio ed originaria dei monti della Carnia. Si tratta principalmente di una pietanza composta da patate (tagliate a dadini o grattugiate), cipolle e formaggio Montasio fuso, fatti cuocere insieme in padella per creare un'unica amalgama; una volta insaporiti e cotti lentamente tutti gli ingredienti, il frico viene trasferito su una padella antiaderente e rigirato da ambo i lati fino a raggiungere una bella doratura esterna. Potrete scegliere di usare del Montasio (o Latteria) semi stagionato (6 mesi) o stagionato (oltre 10 mesi) in base alle vostre preferenze; la ricetta originale prevede l'uso di formaggi di stagionatura, per rendere il frico ancora pià morbido all'interno e per  consumare i formaggi avanzati. Potete servire il frico con la polenta!

Ingredienti
Pepe macinato q.b.
Montasio stagionato o semistagionato 500 gr
Patate 500 gr pulite
Cipolle 200 gr mondate
Sale fino q.b
Olio di oliva extravergine 50 gr

Preparazione

Frico con patate e cipolle

Per preparare il frico con patate e cipolle, sbucciate le cipolle (1) e affettatele finemente a rondelle (2); poi sbucciate anche le patate con un pelaverdure (2) o un coltello

Frico con patate e cipolle

e grattugiatele con una grattugia a fori grossi (4). Eliminate la scorza del formaggio Montasio (5) e grattugiatelo sempre con la grattugia a fori grossi (6).

Frico con patate e cipolle

Ora che gli ingredienti sono pronti, in un tegame capiente versate 40 gr di olio (7), e la cipolla (8). Fate soffriggere qualche minuto a fuoco dolce mescolando spesso con un cucchiaio di legno per evitare che la cipolla si attacchi al fondo della padella o si bruci. Dopodiché unite anche le patate grattugiate (9) e fate cuocere per circa 10 minuti.

Frico con patate e cipolle

A questo punto unite anche il formaggio Montasio grattugiato (10), salate e pepate a piacere (11-12) e fate cuocere il frico per circa 20 minuti a fuoco medio, mescolando per far sciogliere il formaggio completamente.

Frico con patate e cipolle

Quando avrete terminato la cottura e avrete ottenuto un impasto omogeneo (13), spegnete il fuoco. In una padella antiaderente a bordo basso versate un filo d'olio (14), fatelo scaldare leggermente e versatel'amalgama di patate, cipolle e Montasio nella padella (15), cercando di eliminare il grasso superfluo.

Frico con patate e cipolle

Distribuite e compattate il frico nella padella (16) e cuocetelo a fiamma alta senza mescolare, a mo' di frittata (17). Appena si sarà formata la crosticina, giratelo dall'altro lato (18). Se ancora presente, eliminate il grasso in eccesso prima di trasferire il frico con patate e cipolle su un piatto da portata. Poi tagliatelo in porzioni e accompagnatelo con la polenta!

Conservazione

E' preferibile consumare il frico con patate e cipolle appena fatto! Potete conservarlo per 1 giorno in frigorifero, poi scaldarlo all'occorrenza in padella o al forno.
Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Se una volta cotto il frico presenta ancora molto grasso, prima di porlo sul piatto da portata e di tagliarlo, scolatelo bene, in modo che non risulti eccessivamente untuoso. Per questa ricetta potete utilizzare metà dose di Montasio fresco e metà stagionato. Se si ha difficoltà a reperire il Montasio, si può sostituire con un formaggio semi stagionato o stagionato che si preferisce.

Curiosità

Esistono due versioni del frico: una morbida, ed una croccante. La prima assomiglia più ad una frittata, mentre la seconda è invece molto sottile e friabile e viene preparata con formaggio Latteria o Montasio grattugiato e farina di mais; con questa preparazione così plasmabile, vengono spesso formati dei “cestini” per contenere ad esempio polenta o formaggio!

Altre ricette

I commenti (160)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • luisa ha scritto: mercoledì 03 febbraio 2016

    da friulana posso dire che la versione della sig.ra Silvia non l'ho mai sentita..... a proposito FRICO e non fricco.

  • silvia ha scritto: giovedì 28 gennaio 2016

    il fricco a me hanno insegnato a farlo diversamente ovvero tagli il formaggio a fette lo metti in padella come fondo una fetta vicino all'altr poi aggiungi le patate lessate e schiacciate il grana e ricopri confette di formaggio.Questo e fricco!!!!!

  • Monica ha scritto: domenica 03 gennaio 2016

    Questo non è frico.. a me hanno sempre insegnato a mettere metà formaggio di 4 mesi e metà di 6 mesi mai solo fresco.. poi le patate NON devono vedere l'acqua e NON devono essere grattugiate, ma tagliate a cubetti e fatte cuocere con olio e cipolla. quando le patate sono cotte, si scola l'olio, poi le patate vengono schiacciate e salate e aggiunto il formaggio. l'olio che rilascia il formaggio poi deve essere scolato e alla fine fate la crosta da entrambi i lati. le proporzioni sono 700gr di formaggio per 1kg di patate! ah il frico al forno NON ESISTE! Buon appetito smiley

  • silvia ha scritto: lunedì 07 dicembre 2015

    questo non e un vero fricco!!!!!!!!

  • iggiova ha scritto: giovedì 26 novembre 2015

    vorrei usare la polenta al posto delle patate,oppure entrambi...come posso procedere??

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 26 novembre 2015

    @iggiova: Ciao! La polenta non è indicata per questo tipo di preparazione smiley però potresti servirla di accompagnamento, clicca qui per vedere la nostra ricetta smiley

  • nonnonereo ha scritto: mercoledì 18 novembre 2015

    anni sessanta in carnia,allora mi chiamavano "fantat" confermo patate a fettate cipolla rossa e il formaggio che si era fatto in casa.Mia zia Rosa la chiamava frittata e mi cavava la fame così

  • luisa ha scritto: giovedì 01 ottobre 2015

    Sig. Giorgio faccio il frico da 40 anni e mi rendo conto adesso che non esistono dosi. Si insegna il metodo per le dosi si va ''a voli'' (a occhio). Comunque questa sera ho pesato: 1 kg di patate sbucciate e 400 gr di formaggio. Per la cipolla dipende dai suoi gusti ma non ne metta tanta. Con queste dosi si ottiene un frico croccante fuori e morbido dentro. Mandi.

  • Discardi giorgio ha scritto: sabato 19 settembre 2015

    Volevo sapere le quantita di cipolla di patate rosse il formaggio quanto? Grazie attendo

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 03 novembre 2015

    @Discardi giorgio: ciao! Anche se utilizzi una varietà diversa le dosi restano invariate! 

  • luisa ha scritto: venerdì 04 settembre 2015

    .....dimenticavo: usate patate dalla buccia rossa sono le migliori per fare il frico.

  • luisa ha scritto: venerdì 04 settembre 2015

    un vero friulano non aggiunge acqua alle patate. Si tagliano sottile(mai grattugiarle), si fanno rosolare lentamente e poi si salano. Si copre la pentola, devono cuocere con l'acqua che trasudano dopo la salatura. Poi si schiacciano con una paletta di legno e si aggiunge il Montasio 4 o 6 mesi tagliato a fettine sottili. Si completa la cottura fino ad ottenere la crosticina croccante. Per un buon frico ci vuole un'ora di tempo. Saluti dalle montagne friulane.

10 di 160 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento