Frittelle di bianchetti

Secondi piatti
Frittelle di bianchetti
35 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: molto bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 40 pezzi
  • Costo: medio
  • Nota: + 30 minuti di riposo della pastella

Presentazione

Con il nome di bianchetti, chiamati anche neonata, novellame, gianchetti, bianchino, ecc…, vengono generalmente indicati i piccoli delle sardine e delle acciughe.

Con questi minuti e deliziosi pesciolini, vengono preparate svariate pietanze, tra le quali delle ottime frittelle, perfette da servire come antipasto o secondo piatto, durante una pasto a base di pesce.

per circa 40 frittelle
Acciughe (alici) (o sarde) bianchetti 300 gr
Parmigiano reggiano grattugiato 6 cucchiai
Pepe macinato q.b.
Sale q.b.
Latte (o acqua) mezzo bicchiere
Farina 150 gr circa
Uova medio-grandi 3
Prezzemolo tritato 2 cucchiai
Lievito chimico in polvere mezzo cucchiaino
Aglio 1 spicchio
per friggere
Olio di oliva q.b.

Preparazione

Frittelle di bianchetti

Mettete i bianchetti in una ciotola e lavateli molto delicatamente con acqua fredda (1), eliminando le eventuali impurità, quindi fateli sgocciolare molto bene (2). In un contenitore sgusciate le uova (3), sbattetele e poi, sempre mescolando, aggiungete

Frittelle di bianchetti

la farina (4), il latte (5), il formaggio grattugiato (6),  il prezzemolo tritato (7), il sale, il pepe, l’aglio schiacciato (8), e infine il lievito in polvere (9).

Frittelle di bianchetti

Dovrete ottenere una pastella densa (come la colla vinilica, per intenderci), quindi  se l'impasto risulterà troppo liquido aggiungete un po' di farina, in caso contrario, un po' di latte o acqua.

Frittelle di bianchetti

Lasciate riposare l’impasto ottenuto per mezz’ora  a temperatura ambiente e poi unite i bianchetti ben sgocciolati (10), mischiando delicatamente con un mestolo di legno. Versate dell’olio in una padella e, quando sarà ben caldo, prendete l’impasto di bianchetti e versatelo a cucchiaiate nell’olio (11); fate dorare le frittelle da ambo i lati  (12) e poi mettetele a scolare su della carta assorbente da cucina. Servite le frittelle di bianchetti calde, ma sappiate che fredde, sono ancora più buone!!!

Consiglio

Volendo, potreste preparare delle frittelle di bianchetti molto semplici, unendo il novellame ad una pastella fatta con acqua , farina e un pizzico di sale.

Altre ricette

I commenti (35)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Rosalia Stefania Albertini ha scritto: sabato 21 marzo 2015

    bravi le fate come li facciamo noi qui in Sicilia

  • Ula ha scritto: venerdì 20 marzo 2015

    @Sonia-Gz: grazie mille !

  • Ula ha scritto: martedì 17 marzo 2015

    Un dubbio: posso usare il lievito per dolci? Grazie ancora!

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 19 marzo 2015

    @Ula: si!

  • Ula ha scritto: martedì 17 marzo 2015

    @Sonia-Gz: proverò , grazie mille ????!

  • Ula ha scritto: martedì 17 marzo 2015

    Salve, Vorrei sapere se è possibile usare le alici sott'olio. Grazie mille Ula

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 17 marzo 2015

    @Ula: Puoi provare smiley

  • Cinzia ha scritto: giovedì 26 febbraio 2015

    @francesca: anche io li faccio cosi

  • Cinzia ha scritto: giovedì 26 febbraio 2015

    @francesca: si è vero a Palermo si chiama neonata

  • mafalda ha scritto: venerdì 20 febbraio 2015

    Ottime!!!!

  • Steve ha scritto: giovedì 05 febbraio 2015

    Il BIANCHETTO è vietato dalla legge. Non esistono bianchetti di acqua dolce, quello si chiama pesce ghiaccio e viene si dall'acqua dolce, ma dei lacchi cinesi e vietnamiti.

  • laura micci ha scritto: venerdì 15 agosto 2014

    vorrei sapere se queste frittelle si possono fare anche con quei gamberetti bianchi minuscoli

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 21 ottobre 2014

    @laura micci: Ciao! certo!

10 di 35 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento