Speciale Street food, cucina e gusto on the road!

Fritto misto di pesce

Secondi piatti
Fritto misto di pesce
27 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Il fritto misto di pesce, preparato con gamberetti, totani e pesciolini misti, è un piatto unico di mare apprezzato da grandi e piccini.

Il pesce, che deve essere ben asciutto e infarinato con farina di semola di grano duro, dopo la frittura risulterà  croccante e dorato esternamente e morbido all'interno.

Abbiamo accompagnato questo fritto di pesce con un misto di verdure ridotte in listarelle e fritte!

Ingredienti per la frittura:
Gamberi 500 g
Totani già puliti, 500 gr
Pesce di mare piccole alici o latterini, 300 gr
Farina di semola di grano duro, q.b.
Sale q.b.
Zucchine 2
Carote 1
Melanzane 1
...per friggere:
Olio di semi di arachide, q.b.

Preparazione

Fritto misto di pesce

Per preparare il fritto misto iniziate pulendo pesce e verdure: lavate le carote, pelatele, eliminate le estremità e con una mandolina tagliatele a fette oblique piuttosto lunghe (1) (o se preferite a bastoncino). Lavate le zucchine, privatele delle estremità e tagliatele a bastoncini eliminando quelli interni interamente bianchi (2). Pulite le melanzane, eliminate la parte interna e tagliatele a spicchi (3). Ponete tutte le verdure tra due strofinacci da cucina per asciugarle bene.
Sciacquate bene i gamberetti e i pesciolini e asciugateli con della carta assorbente, se i totani che avete acquistato non sono puliti potete procedere alla pulizia seguendo le indicazioni della nostra Scuola di Cucina (clicca qui!). Mettete da parte i tentacoli e riducete le sacche ad anelli con un coltello affilato.

Fritto misto di pesce

Scaldate l’olio che dovrà raggiungere la temperatura di 175°C gradi in una pentola molto capiente (oppure utilizzate una friggitrice) e passate le verdure e il pesce (tutto separatamente) in una ciotola contenente la farina di semola (4-5), eliminando con un setaccio gli eccessi di farina.
Friggete il pesce e le verdure separatamente, facendo attenzione che l’olio non si abbassi o non si alzi eccessivamente di temperatura, non dovrete mai immergere troppo pesce alla volta nell'olio caldo, altrimenti si abbasserà la temperatura dell'olio. 
Quando verdure e pesce saranno ben dorati (per i gamberetti e i pesciolini ci vorranno circa 2 minuti, 3 minuti invece per verdure e totani), scolateli per bene con una schiumarola e poi posateli su un foglio di carta assorbente affinchè perdano l’olio in eccesso (6).
Ricordate di salare il fritto misto subito dopo la cottura (mai prima di friggere), altrimenti perderà di croccantezza!

Consiglio

Servite il fritto misto di pesce con del limone o accompagnandolo con della maionese fatta in casa!

Altre ricette

I commenti (27)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Simone ha scritto: giovedì 29 gennaio 2015

    Ciao io il pesce prima di passarlo nella farina lo bagno nella birra.... Risulta più croccante....

  • anna ha scritto: mercoledì 24 dicembre 2014

    posso friggerla ore prima ?

  • Sonia Peronaci ha scritto: martedì 20 gennaio 2015

    @anna: Ciao Anna, non te lo consiglio, perchè il fritto perderà la sua consistenza.

  • simo ha scritto: lunedì 27 ottobre 2014

    Ciao Sonia ma quando devo infarinare devo mettere solo farina o devo guardare la ricetta PASTELLA PER FRITTI? qual è la differenza?

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 01 dicembre 2014

    @simo: Ciao Simo! puoi tranquillamente seguire il procedimento indicato in questa ricetta.

  • mihail ha scritto: mercoledì 17 settembre 2014

    Salve...scussate ma io non ho kapito unna cossa...la.farina...semola di grano duro...rimacinata??o quella grossa?fatemi sapere per favore prima posibile..grazzie

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 18 settembre 2014

    @mihail:Ciao, usa pure quella rimacinata!

  • umbi ha scritto: venerdì 22 agosto 2014

    @gino: il punto di fumo è l'indice più semplice: quando l'olio (meglio di semi d'arachide) fuma è in temperatura. Meglio friggere prima gli anelli di calamaro che sono più ricchi d'acqua e abbassano di più la temperatura dell'olio. Se li friggi dopo non verranno mai croccanti.

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 25 luglio 2014

    @Federica: Ciao! sono per 4 persone! smiley

  • anna ha scritto: venerdì 27 giugno 2014

    grazie : usavo sempre la farina 00 e il fritto non era eccellente, proverò la semola.

  • Federica ha scritto: mercoledì 25 giugno 2014

    @Sonia-Gz: ciao vorrei sapere una cosa ma le dosi di questa ricetta per quante persone sono? Grazie in anticipo!smiley

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 18 novembre 2013

    @MER: Ciao, sarebbe meglio pesce fresco oppure pesce fresco che tu hai congelato.

  • MER ha scritto: lunedì 18 novembre 2013

    Ciao a tutti, avrei bisogno di un aiutino, scusate mio italiano, un buon fritto di pesce come si riesce, posso utilizare anche surgelati . Vi ringrazio tanto l aiuto.

10 di 27 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento