Funghi porcini trifolati

Funghi porcini trifolati
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Cottura:
    10 min
  • Preparazione:
    15 min
  • Dosi per:
    4 persone
  • Costo:
    Elevato

Terrina di porcini

Funghi porcini trifolati

I funghi porcini trifolati sono un contorno adatto ad affiancare svariati tipi di pietanze, specialmente quelle a base di carne come arrosti di maiale, di manzo o agnello, filetti, costate, scaloppine.

I funghi porcini sono tra i più pregiati e ricercati nel nostro paese grazie al loro naturale aroma e ottimo sapore e alle carni bianche che non mutano aspetto e colore dopo il taglio.

I funghi porcini trifolati sono ottimi anche per accompagnare la polenta o da aggiungere alle zuppe, ai condimenti di pasta e riso come anche nelle crespelle.

Ingredienti
Porcini 800 gr
Olio di oliva extravergine 5 cucchiai
Prezzemolo tritato 2 cucchiai
Pepe macinato a piacere
Sale q.b.
Aglio 2 spicchi

Preparazione

Funghi porcini trifolati
Per preparare i funghi porcini trifolati iniziate a pulire i funghi: con un coltello raschiate delicatamente i gambi e anche la parte inferiore e superiore delle cappelle, asportando tutta la terra (1). Con un movimento rotatorio separate le cappelle dei funghi dai gambi (2) (se vi accorgete che i funghi contengono piccoli parassiti, eseguite questa operazione tenendo i funghi a testa in giù, in modo che i parassiti, tenderanno a salire verso la punta estrema del gambo; a quel punto potrete eliminarli tagliando via l’estremità assieme alla terra). Passate ora un panno umido sulla superficie dei funghi eliminando il terriccio ancora rimasto (3).
Funghi porcini trifolati
Tagliate a fette le cappelle dei funghi (4) e a bastoncicni i gambi (5), quindi raccoglieteli tutti insieme in una ciotola capiente (6).
Funghi porcini trifolati
Ponete in una padella l’olio e aggiungete l’aglio schiacciato (o tagliato a metà) (7) che farete dorare: aggiungete i funghi affettati (8) e cuoceteli a fiamma dolce per non più di 10 minuti (9).
Funghi porcini trifolati
Un paio di minuti prima della fine della cottura, aggiungete il sale e il pepe (10), quindi il prezzemolo tritato (11). Mescolate bene con un cucchiaio di legno (12) e servite i funghi porcini trifolati immediatamente.

Conservazione

Conservate i funghi porcini trifolati in un contenitore ermetico, in firgorifero, per 2-3 giorni al massimo.

Consiglio

I funghi non andrebbero mai lavati sotto l’acqua (perché si inzupperebbero e perderebbero sia il sapore che i principi nutritivi), ma piuttosto puliti con l’ausilio di un coltello e di un panno umido. Se però i vostri funghi sono davvero molto sporchi di terra, lavateli il più velocemente possibile sotto un getto piuttosto forte di acqua fredda e poi asciugateli.

Altre ricette:

 
 

I vostri commenti ( 14 Commenti )

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
Prova anche a chiedere consigli alla nostra numerosa comunità nel Forum

I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.


14
Melinda ha scritto: Domenica 24 Febbraio 2013  |  Rispondi »
oggi li ho fatti e alla fine sono venuti buoni ma durante la cottura hanno buttato fuori troppa acqua
13
Melinda ha scritto: Venerdì 22 Febbraio 2013  |  Rispondi »
Sonia ti ho visto oggi a mattino cinque, complimenti.
12
Sonia-Gz ha scritto: Lunedì 28 Gennaio 2013  |  Rispondi »
@Melinda : sarebbe meglio utilizzare i funghi freschi quando sono di stagione, quando non lo sono ti consiglio di utilizzare quelli surgelati smiley
11
Melinda ha scritto: Domenica 27 Gennaio 2013  |  Rispondi »
posso usare i funghi porcini precotti nei barattoli?
10
Silvestro ha scritto: Lunedì 24 Settembre 2012  |  Rispondi »
Volendo, si possono fare anche col burro, e al posto (o insieme) all'aglio, si può mettere cipolla o scalogno. Sempre pochi, però, perché altrimenti prevaricherebbero il sapore dei funghi. Una variante francese prevede di usare i funghi più sciupati per tritarli finemente (con gli stessi ingredienti), e poi nell'intingolo così ottenuto, mettere i pezzi di quelli migliori.
In ogni caso,qui in Toscana è molto usata la nepitella, ma io la sconsiglio nel modo più assoluto, perché copre tutto il sapore.
9
claudio togni ha scritto: Mercoledì 17 Agosto 2011  |  Rispondi »
Per i funghi trifolati consiglierei, di sfumarli leggermente con un pò di vino bianco , una bontà
8
Mariucia ha scritto: Domenica 22 Novembre 2009  |  Rispondi »

Li ho preparati, messi nei vasetti e fatti sterilizzare.Questa sarà una delle gioie di mio figlio quando verrà a Natale!!Ciao a tutti.
7
lucy 60 ha scritto: Sabato 21 Novembre 2009  |  Rispondi »
sono molto buoni!io al posto del prezemolo metto la nepitella ,è un erba aromatica che cresce spontanea nei campi,devo dire che lega molto bene.
6
MARIAMINO ha scritto: Venerdì 20 Novembre 2009  |  Rispondi »
BUONISSIMO QUESTO PIATTOOOOOOOOOOOOOO
SICURAMENTE PROVERO' A FARLO
5
Bruna ha scritto: Venerdì 20 Novembre 2009  |  Rispondi »

Noi trentini mangiamo spesso i funghi, fatti così poi sono una prelibatezza. Si possono fare con i funghi secchi quando non è stagione di funghi freschi di bosco?
10 di 14 commenti visualizzati

Lascia un Commento