Giardiniera sott'aceto

Marmellate e Conserve
Giardiniera sott'aceto
16 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 40 min

Presentazione

La giardiniera è sicuramente una delle conserve più conosciute ed allo stesso tempo classiche della tradizione gastronomica italiana.
Questa preparazione sott’aceto è una delle più saporite perché raccoglie i sapori ed i profumi delle verdure e degli ortaggi della nostra terra.
A seconda della stagione, si possono trovare giardiniere preparate con verdure diverse ma sempre molto saporite e delicate.
Non vi sarà difficile capire il perché del nome giardiniera quando le diverse verdure vi appariranno nel vasetto con un bellissimo effetto cromatico che vi ricorderà la primavera.

Ingredienti
Peperoni rossi 200 g
Peperoni gialli 200 g
Peperoni verdi 200 g
Cipolle bianche 200 g
Carote 200 g
Fagiolini 200 g
Sedano 200 g
Cetrioli 2
Piselli 100 g
Cavolfiore cime 200 g
Aceto 2 l
Zucchero 4 cucchiai
Sale grosso 4 cucchiai
Alloro 3 foglie
Acqua 1/2 litro
Pepe nero 1/2 cucchiaino

Preparazione

Per prima cosa pulite e lavate tutte le verdure: tuffate le cipolline in acqua bollente e mondatele, tagliate a pezzetti i fagiolini, il sedano e le carote, sgranate i piselli, dividete le cime di cavolfiore, affettate a rondelle i cetrioli e a striscioline i peperoni e scolate il tutto.
Mettete sul fuoco, in una capace pentola d’acciaio, l’aceto e l’acqua con le foglie d’alloro, il sale e lo zucchero.
Quando l’aceto bolle, buttateci dentro le carote, i fagiolini ed i piselli e lasciate sbollire tutto per almeno 10 minuti.
Aggiungete poi il cavolfiore, i peperoni, i cetrioli e continuate la cottura fino a quando tutte le verdure saranno pronte: dovranno risultare tenere ma non molli.
Togliete quindi la pentola dal fuoco, scolate per bene le verdure e lasciate raffreddare.
Poi mescolatele delicatamente e sistematele in barattoli asciutti, puliti e sterilizzati con l’imboccatura larga.
Coprite la giardiniera con l’aceto di cottura filtrato e chiudete i barattoli con della carta pellicola e con un tappo; quindi sterilizzate, facendoli bollire per mezz'ora in un tegame ricoperti di acqua.
A questo punto, estraete i barattoli solo quando l’acqua sarà fredda, quindi asciugateli, etichettateli e riponeteli in dispensa per 30 giorni prima di consumare la vostra giardiniera.

Consiglio

Nella nostra ricetta, abbiamo dato delle indicazioni di massima per la scelta degli ortaggi da utilizzare ma, è ovvio, che ognuno può scegliere la “compilation” di verdure ed ortaggi che più preferisce in base al gusto personale ed alla stagione.
La giardiniera può essere un ottimo accompagnamento a piatti come la grigliata di carne, oppure messa in mezzo ad un bel piatto di affettati e salumi, per dare una nota di colore alla vostra portata.

Curiosita'

Le conserve richiedono una certa cura nella preparazione e nella conservazione: proprio per evitare la formazione di microrganismi tossici, che amano l'ossigeno e l'ambiente umido, utilizziamo l'aceto che sviluppa un ambiente acido e blocca l'attività dell'acqua.

Altre ricette

I commenti (16)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Patrizia ha scritto: lunedì 19 maggio 2014

    Ciao..eccomi qui!!Dopo essere sopravvissuta alle esalazioni di aceto...la giardiniera e' pronta!Secondo me la cottura e' eccessiva,le verdure nn risultano croccanti.Vabbe' provo la prox. a cuocerle meno.Buona serata!

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 07 ottobre 2013

    @Antonella@: Ciao Antonella, mondare sta per pulire ovvero privare la cipolla in questo caso degli strati più esterni. Puoi farla bollire per una decina di minuti o fino a che non risulterà morbida ma non molle come per le altre verdure!

  • Antonella@ ha scritto: sabato 28 settembre 2013

    Ciao Sonia. Grazie delle stupende ricette che ci regali ogni giorno.. ora volevo provare a fare la giardiniera ma volevo sapere cosa intendi per mettere le cipolla in acqua bollente e mondarle .. ma mondarle non significa pulirle ?? e quanto devono restate nell'acqua bollente ?? grazie ancora di tutti i meravigliosi consigli che ci dai. ti farò sapere come è venuta. ciao!!!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 07 giugno 2013

    @angela: Ciao Angela, se la procedura del sotto vuoto è stata eseguita correttamente, sarà possibile consumare la giardiniera dopo un mese dal confezionamento. Si può conservare per circa 6 mesi/ 1 anno smiley

  • angela ha scritto: venerdì 07 giugno 2013

    quanto tempo si conserva la giardiniera?

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 10 ottobre 2012

    @gloria: l'aceto ideale è quello di vino bianco o quello di mele, più delicato!

  • gloria ha scritto: mercoledì 03 ottobre 2012

    che tipo di aceto si deve usare.. quello di vino rossi, rice vinegar, or apple cider vinegar?

  • Elio Crapun ha scritto: sabato 28 luglio 2012

    Vivo in una barca a vela in giro per il mondo. Le tue riccette mi aiutano molto, specie durante le lunghe traversate. Preparo prima di partire e poi ingrasso durante i viaggi! Grazie

  • Giusy ha scritto: mercoledì 05 ottobre 2011

    L'ho preparata già una volta ed era venuta buonissima ora l'ho rifatta...complimenti Sonia mi trovo bene con le tue ricette....un abbraccio

  • birba ha scritto: martedì 06 settembre 2011

    Ottima ricetta molto simile a quella che preparava mia zia e che mi piaceva tanto. Ho trovato valida anche questa....

10 di 16 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento