Gratin dauphinois

Piatti Unici
Gratin dauphinois
41 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 30 min
  • Cottura: 90 min
  • Dosi per: 8 persone
  • Costo: basso

Presentazione

Il gratin dauphinois è un piatto unico di origine francese preparato principalmente con patate e formaggio groviera.

Il gratin dauphinois è un piatto molto saporito e perfetto nel periodo invernale.

Il gratin dauphinois è una ricetta molto antica, orgoglio della cucina francese e in particolare del Delfinato, luogo di origine della ricetta.

Come ogni ricetta tradizionale anche per il gratin dauphinois è molto difficile reperire una versione unica. Ogni famiglia infatti prepara il gratin dauphinois a proprio modo.

Ingredienti
Latte 650 ml
Panna 350 ml
Uova medie 5
Groviera 350 g
Burro 1 noce
Aglio 1 spicchio
Sale q.b.
Pepe q.b.
Noce moscata in polvere mezzo cucchiaino
Patate 1,5 kg

Preparazione

Gratin dauphinois

Lavate le patate, sbucciatele (1) e tagliatele a fettine sottili (2) con una mandolina (dovranno avere uno spessore di 1 mm/1,5 mm). Grattugiate il groviera e mettetelo da parte. Fate scaldare il latte in un pentolino, quando sarà caldo aggiungete lo spicchio d’aglio tagliato a metà e la noce moscata (3), salate e pepate.

Gratin dauphinois

Togliete il latte aromatizzato dal fuoco, eliminate lo spicchio d’aglio e lasciatelo raffreddare. Nel frattempo sbattete le uova in un contenitore e aggiungetevi la panna (4). Infine aggiungete il composto al latte che avrete fatto raffreddare (5) e mescolate bene. Aggiustate eventualmente di sale e di pepe. Imburrate una pirofila da forno e iniziate a porvi uno strato di patate (6).

Gratin dauphinois

Cospargetele con una manciata di groviera grattugiato e infine imbevete il tutto con il composto liquido di latte, uova e panna (7). Aggiungete quindi un altro strato di patate (8), altro groviera e ricoprite nuovamente di liquido così fino ad esaurire tutti gli ingredienti. Componete l’ultimo strato con patate coperte di groviera grattugiato e fiocchetti di burro (9). Infornate il gratin dauphinois a 180° per 90 minuti circa, fino a quando le patate saranno tenere; il risultato finale sarà un gratin dauphinois morbido all’interno e dorato in superficie. Una volta estratto dal forno lasciatelo riposare per qualche minuto e servite il vostro gratin dauphinois ben caldo. Bon Appetit!!

Consiglio

Se non avete il groviera potete sostituire questo formaggio francese dal gusto deciso con un mix di 250 gr di parmigiano e 100 gr di emmental grattugiati. Se il gratin dauphinois dovesse asciugarsi troppo e bruciare in superficie ricopritelo con un foglio di carta stagnola e proseguite la cottura.

Altre ricette

I commenti (41)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Lucia ha scritto: venerdì 10 ottobre 2014

    Fabrizio ti ringrazio per l'informazione. Non sapevo che ce nella vicina Savoia il formaggio dello stesso nome. Saluti.

  • Fabrizio ha scritto: giovedì 09 ottobre 2014

    @Lucia: Da buon svizzerotto anch'io apprezzo il gruyère svizzero delle montagne friburghesi e vodesi, però nella vicina Savoia fanno un formaggio chiamato anche lui gruyère. Se non sbaglio tutti e due hanno una denominazione d'origine protetta: quello francese come gruyère, quello svizzero come gruyère(Suisse). Tra l'altro quello francese ha i buchi (chi si ricorda Topo Gigio?), mentre quello svizzero non deve averne. Scusate se sono andato OT. Un cordiale saluto

  • Lucia ha scritto: mercoledì 08 ottobre 2014

    Vorrei fare una piccola osservazione sul Gratin dauphinois. Il formaggio Groviera non è un formaggio francese ma un formaggio svizzero che viene proprio dal paese Gruyèr che si trova nella Svizzera francese. Da buona Svizzerotta ci tengo a precisare questo piccolo particolare. Complimenti per le vostre ricette

  • Fabrizio ha scritto: domenica 28 settembre 2014

    La ricetta del gratin dauphinois non prevede formaggio e uova. Esistono naturalmente un sacco di varianti di gratin dauphinois: au fromage (di solito gruyère), aux lardons (dadini di pancetta) aux oeufs (con le uova), e così via. Fatto con la ricetta originale in Francia e in Svizzera lo si utilizza generalmente come contorno per le carni, mentre le varianti sono spesso utilizzate come piatto unico Per cucinarlo bisogna prestare attenzione ad alcuni particolari: • utilizzare assolutamente delle patate a pasta farinosa • dopo averle sbucciate NON lavatele, affettatele a circa 3 mm, mettetele nel latte e crema con il sale, l’aglio schiacciato e la noce moscata (non mettete uova!) e cuocete per circa 7/8 minuti in padella, facendo attenzione che non attacchi sul fondo. Il fatto di non lavare le patate quando le affettate permette di aumentare notevolmente l’amido che viene rilasciato nel latte, e aiuta a creare un cremina (così niente farina e bechamelle, si usa direttamente l’amido delle patate) • a questo punto o fate la ricetta originale oppure aggiungete gli ingredienti che desiderate (fomaggio, dadini di pancetta abbrustoliti o altro a piacimento) e mescolate • Imburrate una pirofila e versateci direttamente le patate, lasciate riposare una mezzoretta per amalgamare i sapori quindi gratinate al forno Se lo fate per la prima volta io consiglierei di non metterci le uova, fate la ricetta di base e in seguito provate le varianti. Buon lavoro e buon appetito!

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 02 maggio 2014

    @cid90: Ciao, la cottura doveva essere più lunga.

  • cid90 ha scritto: venerdì 02 maggio 2014

    l'ho fatto, ma le patate sono rimaste crude... le dovrei cuocere prima? consigli????

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 28 marzo 2014

    @Cinzia : certo, puoi variare usando il grana e la besciamella.

  • Cinzia ha scritto: venerdì 28 marzo 2014

    vorrei fare un gratin di patate, ma posso usare il grana al posto del gruviera? E se al posto di latte, uova e panna uso la besciamella?

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 23 gennaio 2014

    @Beatrice: Ciao, strano forse hai fatto troppo spesse le fette di patate?

  • Ilaria ha scritto: mercoledì 15 gennaio 2014

    E un'altra cosa, scusa, se le faccio x due persone, quante uova mi consigli di mettere? Il resto posso semplicemente dividerlo dalle 8 persone della tua ricetta? Grazie!!!!

10 di 41 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento