Speciale Cena tra amici

Pasta per la pizza

Lievitati
Pasta per la pizza
1.7k Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 15 min
  • Dosi per: 4 pezzi
  • Costo: molto basso
  • Nota: + il tempo di lievitazione (1,5-3 ore)

Presentazione

Pasta per la pizza

La pizza è un prodotto gastronomico tipico della cucina napoletana. Potrebbe essere addirittura definito come il simbolo della tradizione italiana nel mondo. La pizza di certo è un piatto antico nata come focaccia di pane e arricchita da diversi ingredienti che si è evoluta col passare degli anni. L'impasto per la pizza è una preparazione povera, a base di farina, acqua,lievito, sale e olio con cui si possono realizzare molte varianti, sottili come in pizzeria o più alte come quelle al taglio. Benchè si tratti ormai di un prodotto diffuso in tutto il mondo, l'unica originale pizza è quella verace napoletana. Utilizzando la nostra pasta per la pizza otterrete una base croccante che aspetta solo di essere farcita con del pomodoro fresco, della mozzarella filante e del basilico profumato. 

Ingredienti per 4 pizze del diametro di 30 cm
Farina del tipo 0 1 kg
Acqua 600 g
Lievito di birra disidratato 7 g
Olio di oliva extravergine 60 g
Sale fino 20 g

Preparazione

Pasta per la pizza

Per preparare la pasta per la pizza iniziate versando la farina nella ciotola della planetaria (1). Aggiungete il lievito (2) e 100 grammi d’acqua, quindi azionate la planetaria con il gancio montato a velocità medio bassa (3).

Pasta per la pizza

Procedete aggiungendo l’acqua poco per volta, avendo cura di aspettare che la dose precedente sia stata ben assorbita dalla farina (4). Una volta versati circa i 3/4 dell'acqua aggiungete il sale (5) e continuate ad impastare. Aggiungete il resto dell’acqua sempre a filo e lasciate lavorare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo (6).

Pasta per la pizza

A questo punto aggiungete l’olio gradatamente (come avete fatto con l’acqua) (7). Quando l’olio è stato completamente assorbito, estraete l’impasto dalla planetaria e modellatelo con le mani fino ad ottenere una palla (8). Inseritelo in una ciotola capiente leggermente unta (9),

Pasta per la pizza

coprite con pellicola o con un canovaccio pulito e mettete a lievitare nel forno con la luce accesa (10). Attendete che l’impasto abbia almeno raddoppiato il suo volume (1,5 h), meglio triplicato (2,5/3 h) e procedete alla stesura delle pizze (11). Una volta che l’impasto sarà lievitato, trasferitelo sulla spianatoia aiutandovi con un tarocco (12).     

Pasta per la pizza

Quindi dividetelo in 4 parti uguali (13) e con le mani formate delle palline (14). Una volta terminato, coprite con un canovaccio pulito e lasciate riposare per 30 minuti (15), prima di utilizzarle per realizzare le vostre pizze. 

Conservazione

Conservate l'impasto per la pizza avanzato in frigorifero per un giorno al massimo, chiuso in un contenitore ermetico.

Come fare la pizza margherita

Leggi la scheda completa: Come fare la pizza margherita

Il consiglio di Sonia

Per ottenere un buon impasto è importante aggiungere i liquidi pochi per volta in modo da permettere alla farina di idratarsi il più possibile e formare una maglia glutinica stabile e ben elastica. Con lo stesso impasto si possono realizzare pagnottelle o panini e, naturalmente, calzoni (formando dischi di pasta, che farcirete al centro, a piacere, e richiuderete conferendo la classica forma a mezzaluna, bagnando i bordi per sigillarli).

Altre ricette

I commenti (1710)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • maria ha scritto: venerdì 28 agosto 2015

    Ciao Sonia. Volevo sapere se posso usare la semola rimacinata di grano duro per fare la pizza ? Grazie

  • Giulia ha scritto: venerdì 28 agosto 2015

    Ciao Sonia! Si può mettere l'impasto avanzato in freezer oppure è meglio di no? Grazie

  • Lia ha scritto: giovedì 27 agosto 2015

    Ho dimezzato la dose per una pizza piu' piccola ed e' venuta benissimo seguendo scrupolosamente i passaggi indicati!Per la prima volta posso dire che e' venuta proprio come piace a me con una base bella croccante!non so se dipende dalla lievitazione...dall'olio o dalla precottura (prima di mettere il condimento)...ma e' assolutamente da riprovare ...c'e' chi non mette l'olio nell'impasto...sarebbe piu' leggera o inficia il risultato?vorrei tentare anche cosi'...vi faro' sapere! Grazie, trovo sempre tante buone ricette!

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 27 agosto 2015

    @Lia: Ciao Lia, grazie all'olio la pasta risulterà più elastica puoi ometterlo se preferisci smiley un saluto!

  • Valentina ha scritto: lunedì 24 agosto 2015

    Da quando seguo gz questa è la terza ricetta che cambia...mi piace molto il sapore e l'impasto risulta molto elastico e facile da stendere solo che a mio parere è fin troppo croccante..quasi dura..???? ...forse 60g di olio sono abbondanti...

  • Aba Peradotto ha scritto: domenica 23 agosto 2015

    Se uno la planetaria non c'è l'ha?

  • Sonia Peronaci ha scritto: domenica 23 agosto 2015

    @Aba Peradotto: Ciao Ada! Puoi impastare a mano, solo ci vorrà molta pazienza smiley

  • Daniele ha scritto: domenica 16 agosto 2015

    In molti blog per cucina leggo queste quantità : 25 g di lievito di birra fresco e 500 g di farina . E esatto ? Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: domenica 16 agosto 2015

    @Daniele : Ciao, con meno lievito e tempi di lievitazione più lunghi si ottiene un impasto più leggero!

  • francesca ha scritto: venerdì 14 agosto 2015

    Ciao Sonia, Io scrivo dal Canada e uso spesso questo sito. Nel mio impasto, io non ho mai messo l'olio e cmq viene bene. Volevo sapere perche si aggiunge l'olio? Grazie.

  • Sonia Peronaci ha scritto: domenica 16 agosto 2015

    @francesca: Ciao, serve per dare fragranza all'impasto! smiley

  • Sara ha scritto: sabato 08 agosto 2015

    Io ho la farina di semola di grano duro rimacinata va bene lo stesso? E il lievito di birra fresco è lo stesso?

  • Sonia Peronaci ha scritto: domenica 09 agosto 2015

    @Sara : ciao Sara per quanto riguarda il lievito di birra fresco dovrai utilizzarne 21 grammi! Mentre per quanto riguarda la farina di semola non è la stessa cosa, se vuoi utilizzarla prova a miscelarla con della farina 0! 

  • enri ha scritto: sabato 08 agosto 2015

    Anch'io preferisco il lievito fresco e lo zucchero non deve mancare!

  • Renzo Paolo Vedova ha scritto: lunedì 03 agosto 2015

    Gent.ma Sonia, ho letto la tua ricetta per la pasta della pizza. Ti chiedo cortesemente una precisazione in quanto tu dici che una bustina di lievito disidratato è sufficiente per un Kg. di farina, mentre sulle bustine Paneangeli c'è scritto che una bustina da 7 gr. servono per 1/2 Kg. Vorresti gentilmente svelarmi l'arcano? Ti ringrazio molto e ti auguro una buona giornata. Renzo

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 13 agosto 2015

    @Renzo Paolo Vedova: Ciao Renzo, si può anche utilizzare più lievito e ridurre il tempo di lievitazione ma si tende ad usarne meno per tot g di farina, per evitare che l'impasto risulti troppo pesante!

10 di 1710 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento