Pasta per la pizza

Lievitati
Pasta per la pizza
1.6k Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Dosi per: 4 pezzi
  • Costo: molto basso
  • Nota: + il tempo di lievitazione (1,5-3 ore)

Presentazione

Pasta per la pizza

La pizza è un prodotto gastronomico tipico della cucina napoletana. Potrebbe essere addirittura definito come il simbolo della tradizione italiana nel mondo. La pizza di certo è un piatto antico nata come focaccia di pane e arricchita da diversi ingredienti che si è evoluta col passare degli anni. L'impasto per la pizza è una preparazione povera, a base di farina, acqua,lievito, sale e olio con cui si possono realizzare molte varianti, sottili come in pizzeria o più alte come quelle al taglio. Benchè si tratti ormai di un prodotto diffuso in tutto il mondo, l'unica originale pizza è quella verace napoletana. Utilizzando la nostra pasta per la pizza otterrete una base croccante che aspetta solo di essere farcita con del pomodoro fresco, della mozzarella filante e del basilico profumato. 

Ingredienti per 4 pizze del diametro di 30 cm
Farina 0 1 kg
Acqua 600 g
Lievito di birra disidratato 7 g
Olio di oliva extravergine 60 g
Sale fino 20 g

Preparazione

Pasta per la pizza

Per preparare la pasta per la pizza iniziate versando la farina nella ciotola della planetaria (1). Aggiungete il lievito (2) e 100 grammi d’acqua, quindi azionate la planetaria con il gancio montato a velocità medio bassa (3).

Pasta per la pizza

Procedete aggiungendo l’acqua poco per volta, avendo cura di aspettare che la dose precedente sia stata ben assorbita dalla farina (4). Una volta versati circa i 3/4 dell'acqua aggiungete il sale (5) e continuate ad impastare. Aggiungete il resto dell’acqua sempre a filo e lasciate lavorare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo (6).

Pasta per la pizza

A questo punto aggiungete l’olio gradatamente (come avete fatto con l’acqua) (7). Quando l’olio è stato completamente assorbito, estraete l’impasto dalla planetaria e modellatelo con le mani fino ad ottenere una palla (8). Inseritelo in una ciotola capiente leggermente unta (9),

Pasta per la pizza

coprite con pellicola o con un canovaccio pulito e mettete a lievitare nel forno con la luce spenta (10). Attendete che l’impasto abbia almeno raddoppiato il suo volume (1,5 h), meglio triplicato (2,5/3 h) e procedete alla stesura delle pizze (11). Una volta che l’impasto sarà lievitato, trasferitelo sulla spianatoia e dividetelo in 4 parti uguali con l'aiuto di un tarocco (12).

Pasta per la pizza

Con le mani formate delle palline (13). Una volta terminato, coprite con un canovaccio pulito e lasciate riposare per 30 minuti (14). Ungete leggermente con un filo d’olio 4 teglie da pizza di 30 cm di diametro. Posizionate al centro della teglia una pallina di impasto (15).

Pasta per la pizza

e cominciate a schiacciare dal centro verso l’esterno, tirando i leggermente i lati se necessario (16). Se la pasta risulta troppo elastica e tende a tornare alla forma che aveva prima, mettete da parte la pizza che state stendendo e procedete a stenderne un’altra, facendo così riposare la precedente. Stendete la pasta su tutta la superficie della teglia (17); farcite la vostra pizza secondo il vostro gusto (18) e lasciate lievitare ancora per una decina di minuti. Adesso siete pronti ad infornare: la temperatura del forno e il tempo di cottura variano in base a come farcirete la vostra pizza! Per una pizza margherita orientativamente circa 15 minuti a 250°.

Conservazione

Conservate l'impasto per la pizza avanzato in frigorifero per un giorno al massimo, chiuso in un contenitore ermetico.

Come fare la pizza margherita

Leggi la scheda completa: Come fare la pizza margherita

Il consiglio di Sonia

Per ottenere un buon impasto è importante aggiungere i liquidi pochi per volta in modo da permettere alla farina di idratarsi il più possibile e formare una maglia glutinica stabile e ben elastica. Con lo stesso impasto si possono realizzare pagnottelle o panini e, naturalmente, calzoni (formando dischi di pasta, che farcirete al centro, a piacere, e richiuderete conferendo la classica forma a mezzaluna, bagnando i bordi per sigillarli).

Altre ricette

I commenti (1634)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • enzo ha scritto: venerdì 17 aprile 2015

    @enzo quale lievito e meglio

  • enzo ha scritto: venerdì 17 aprile 2015

    @enzo quale lievito e meglio

  • matteo ha scritto: mercoledì 15 aprile 2015

    ciao Sonia esiste una regola per dimensionare l'impasto in base alla eventuale teglia usata ? grazie mille

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 16 aprile 2015

    @matteo: ciao Matteo, non esiste una regola esatta! Tieni presente che noi con queste dosi realizziamo 4 pizze da 30 cm potresti regolarti di conseguenza!! 

  • vincenzo ha scritto: sabato 11 aprile 2015

    io avevo visto una ricetta di giallo zafferano con un cucchiaino di zucchero nell acqua col lievito,nn la trovo,chiedo se e' giusto mettere un cucchiaino di zucchero

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 15 aprile 2015

    @vincenzo: Ciao Vincenzo, non ricordi che tipo di lievitato cercavi? Magari una pizza piuttosto che una focaccia? Fammi sapere! Per quanto riguarda lo zucchero serve ad attivare la lievitazione più in fretta, puoi utilizzarlo come no, l'importante è che se è specificato nella ricetta una particolare quantità allora va usata. Se hai altre perplessità scrivimi pure smiley

  • salvatore ha scritto: giovedì 09 aprile 2015

    ciao sono salvatore ho gia fatto 2 in una settimana questo impasto e sono rimasto molto soddisfatto. ho provato a fare anche tanti piccoli pezzettini tipo struffolie ci ho versato sopra gli stessi ingredienti delle pizzelle fritte comunque sono una favola. grazie . ciao alla prossima ricetta.

  • Mimmo ha scritto: mercoledì 08 aprile 2015

    Salve sono Mimmo che tipo di farina si deve usare per la pizza Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 09 aprile 2015

    @Mimmo: Ciao Mimmo! Per l'impasto che proponiamo suggeriamo la zero smiley

  • giusi ha scritto: martedì 07 aprile 2015

    aggiungo solo una o due patate bollite all'impasto

  • giusi ha scritto: martedì 07 aprile 2015

    io nn lo metto mai con il panetto fresco lo zucchero. come ti è venuta? smiley

  • Carmen ha scritto: sabato 04 aprile 2015

    Ciao Sonia, ho notato che la ricetta è cambiata. inserendo il lievito disidratato hai eliminato lo zucchero ma anche diminuito la dose di sale,ma utilizzando il panetto di lievito fresco bisogna far riferimento alle vecchie dosi? Grazie e un bacio!

  • Sonia Peronaci ha scritto: sabato 04 aprile 2015

    @Carmen: Ciao Carmen! Abbiamo rivisto al ricetta sulla base dei suggerimenti degli utenti. Segui pure l'attuale fotoricetta smiley

  • Anna ha scritto: mercoledì 01 aprile 2015

    Ciao, ho un dubbio - se per mezzo kg.di farina metto 25 gr.di lievito fresco, per 1 kg. posso mettere panetto di 42 gr. di lievito fresco, oppure devo sempre mettere 25 gr.lievito?. Ti ringrazio e complimenti.

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 01 aprile 2015

    @Anna: Ciao Anna, nella ricetta abbiamo suggerito 7 g di lievito disidratato che corrispondono ad un cubetto di lievito di birra fresco (25 grammi). Non ti consiglio di utilizzare due cubetti di lievito per 1 kg di farina, quindi uno è più che sufficiente smiley

10 di 1634 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento