Impepata di cozze

Secondi piatti
Impepata di cozze
123 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 10 min
  • Cottura: 10 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso
  • Nota: + il tempo per la pulizia delle cozze

Presentazione

Impepata di cozze

A ‘mpepata e cozze, come viene chiamata a Napoli l'impepata di cozze, è uno dei piatti della cucina italiana più semplici da preparare ma allo stesso tempo uno dei più gustosi e graditi, grazie anche alla sua versatilità: può essere, infatti, servito sia come antipasto che come secondo di pesce.
Uno spicchio di aglio, del prezzemolo tritato e una spolverata di pepe nero sono tutto ciò che serve per insaporire le cozze  che in cottura rilasceranno un profumato sughetto da gustare con dei croccanti crostoni di pane tostato.
Portate in tavola i sapori mediterranei con questo piatto rustico e genuino.

Ingredienti
Pepe in abbondanza
Cozze 2 kg
Aglio 1 spicchio
Olio di oliva q.b.
Prezzemolo tritato 1 mazzetto
per i crostoni
Pane tipo pugliese 8 fette
Olio di oliva q.b.
Sale q.b.
Origano 1 rametto
Aglio 1 spicchio

Preparazione

Impepata di cozze

Per realizzare l’impepata di cozze iniziate dalla pulizia delle cozze: eliminate quelle con il guscio rotto o aperto poi sciacquatele sotto l’acqua corrente (1), poi pulitele una alla volta, raschiate il guscio con la lama di un coltellino per eliminare le incrostazioni (2), poi staccate la barbetta e passata una paglietta di metallo per eliminare le ultime impurità (3). Ponete le cozze in una ciotola con acqua fredda oppure copritele con un panno inumidito e conservatele in frigorifero ( non più di 8-10 ore).

Impepata di cozze

Intanto occupatevi dei crostoni: tagliate a fette la pagnotta (4), in un ciotolina versate dell’olio e aromatizzatelo con un spicchio di aglio il sale , pepe e l’origano (5). Distribuite le fette di pane su una leccarda rivestita con carta da forno, spennellatele con l’emulsione di olio aromatizzato (6) e tostatele in forno statico a 200° per qualche minuto , il tempo necessario per renderle dorate.

Impepata di cozze

Ponete un filo di olio in una pentola capiente, aggiungete l’aglio (7) e fatelo rosolare a fuoco l’aglio, poi versate le cozze pulite scolate dall’acqua (8), coprite con coperchio (9) e proseguite la cottura finché non saranno dischiuse.

Impepata di cozze

Non mescolate con il mestolo ma ruotate la pentola per mescolare. Quando tutte le cozze saranno aperte spegnete il fuoco e condite con prezzemolo tritato (10) e abbondante pepe nero macinato (11), rimettete il coperchio e agitate la pentola per insaporire le cozze. Gustate l’impepata di cozze ben calda accompagnandola con i crostoni di pane (12).

Conservazione

Consigliamo di consumare l'impepata di cozze appena fatta!

Consiglio

Potete accompagnare l'impepata con qualche fetta di limone, che verrà apprezzata da coloro che lo amano sul pesce. Per rendere ancora più ricco il piatto potete preparare l'impepata mista con cozze e vongole.

Curiosità

Secondo la tradizione popolare napoletana, le cozze sono più buone da mangiare nei mesi senza "R", mesi in cui sarebbero più piene e gustose.

Come pulire le cozze

Leggi la scheda completa: Come pulire le cozze

Altre ricette

I commenti (123)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.

  • Nadia ha scritto: domenica 12 giugno 2016

    Conosco da poco questo blog ma ho già realizzato qualcuna delle tue deliziose ricette,ora ad esempio sto facendo le cozze alla tarantina,invece dei crostoni io col sugo ci condisco i troccoli tipica pasta lunga pugliese.Grazie e buon appetito a tutti!

  • Ugolino ha scritto: mercoledì 18 maggio 2016

    E come si fa a farla per sei ?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 18 maggio 2016

    @Ugolino: Ciao, ti basterà aumentare gli ingredienti di mezza dose!

  • Alberto ha scritto: mercoledì 20 aprile 2016

    Io l'impepata la faccio spesso, ma oltre agli ingredienti descritti nella ricetta, aggiungo (durante la cottura) un bel bicchiere di vino secco bianco. Una volta sfumato il vino, spolvero con un pugno di pane grattugiato fino fino. Il sugo risulterà più saporito e un po' più denso

  • Maria ha scritto: venerdì 04 marzo 2016

    Ho seguito per filo e per segno la tua ricetta .....una favola grazie mille ciao

  • Adelino manzato ha scritto: domenica 21 febbraio 2016

    Si può fare l'impepata con cozze a mezzo guscio e surgelate?se si aiutatemi.grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 23 febbraio 2016

    @Adelino manzato:Ciao Adelino, questa ricetta esalta il gusto di questi frutti di mare ed è quindi preferibile realizzarla con cozze fresche, ne vale veramente la pena! prova e vedrai smiley

  • Simone ha scritto: domenica 21 febbraio 2016

    @ Barbara: No. Nella maniera più assoluta. Se ti fai pulire le cozze le devi mangiare in giornata. Altrimenti muoiono e rischi di stare male. So di essere in ritardo.

  • gaetano ha scritto: domenica 06 dicembre 2015

    Complimenti, davvero brava e competente.

  • sonia ha scritto: mercoledì 11 novembre 2015

    Ciao, volevo chiedere se il vino bianco e necessario nelle cozze! Grazie

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: giovedì 12 novembre 2015

    @sonia: ciao Sonia se preferisci puoi ometterlo ma donerà una nota piacevole al piatto! 

  • Barbara ha scritto: sabato 07 novembre 2015

    Salve ho acquistato delle cozze pulite stamattina posso cucinarle domani a pranzo conservandole in frigo

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: mercoledì 27 gennaio 2016

    @ Barbara: Ciao Barbara, puoi conservare le cozze avvolgendole in un canovaccio pulito, bagnato e successivamente strizzato, infine stringi come fosse un fagotto. Riponi il tutto in frigorifero adagiando su un vassoietto e prosegui con la ricetta. Un saluto!

  • Eva ha scritto: martedì 29 settembre 2015

    Carissima Sonia, grazie per tutti i consigli che ci dai sia per ricette semplici sia per quelle più complicate. Grazie a te anche piatti più complicati si realizzano senza difficoltà. Mia figlia Simona sin da piccola ha sempre adorato cucinare, e spesso realizza le tue ricette, soprattutto di dolci. Si percepisce la tua passione per la cucina e riesci a trasmetterla. Mai sbagliato niente in cucina da quando sei entrata in cucina con noi. Con la massima stima, Eva

10 di 123 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento

I commenti inviati verranno moderati dalla redazione prima di essere pubblicati.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI