Insalata di puntarelle alla romana

Contorni
Insalata di puntarelle alla romana
25 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 40 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: basso
  • Nota: più il tempo in ammollo delle puntarelle almeno un'ora

Presentazione

L’insalata di puntarelle alla romana è un contorno fresco e saporito, molto diffuso nel Lazio e in alcune zone della Campania, perché le puntarelle sono tipiche di questi territori, anche se ormai sono facilmente reperibili sui banchi di mercati e supermercati di tutta Italia, addirittura già pulite e pronte per essere condite dalla tipica emulsione che ne impreziosisce il gusto. Le puntarelle sono una verdura molto apprezzata, addirittura già i romani, noti buongustai, amavano questo ingrediente lievemente amarognolo e dall'aspetto simile agli asparagi anche se le puntarelle vengono raccolte in grandi cespi. L’aspetto delle puntarelle ricorda vagamente quello degli asparagi ma sono raccolte in grandi cespi, appartenendo infatti alla cicoria catalogna. La pulizia è sicuramente la parte più laboriosa ma potreste sempre farvi aiutare così, tra una chiacchiera e l’altra, l’insalata alle puntarelle è pronta.

Ingredienti
Puntarelle (germogli di cicoria catalogna) 800 g
Acciughe (alici) filetti sott'olio 4
Olio extravergine d'oliva 30 g
Aceto di vino bianco 10 g
Aglio spicchio 1
Pepe bianco macinato q.b.
Sale q.b.

Preparazione

Insalata di puntarelle alla romana

Per preparare l’insalata di puntarelle alla romana, iniziate pulendo accuratamente il cespo delle puntarelle facendo attenzione che non siano presenti residui di terreno (1) e separate le foglie più dure e fibrose dai germogli (le puntarelle) dal cespo (2-3)

Insalata di puntarelle alla romana

una volta che avrete privato della base, che è la parte più dura, potrete tagliare le puntarelle a metà (4) e successivamente in striscioline (5) ottenendone almeno 5 o 6 a seconda dello spessore. Orientativamente dovreste ottenere 8-10 fili da ciascun germoglio che poi tufferete in acqua e ghiaccio per almeno un’ora (6).

Insalata di puntarelle alla romana

Questa operazione servirà non solo a mitigare il sapore amarognolo ma anche a dare l’aspetto arricciato tipico delle puntarelle. (7) in un recipiente spremete lo spicchio d’aglio (altrimenti potrete sminuzzarlo al coltello) (8), poi i filetti di acciughe (9)

Insalata di puntarelle alla romana

infine l’aceto (10) ed emulsionate una prima volta con i rebbi di una forchetta (11), dopodiché aggiungete anche l’olio extravergine d’oliva (12)

Insalata di puntarelle alla romana

e continuate l’emulsione (13). Scolate le puntarelle (14) e dopo averle sistemate nel piatto di portata conditele con l’emulsione (15). La vostra insalata di puntarelle alla romana è pronta per essere servita come gustoso contorno!

Conservazione

Una volta pulite le puntarelle conditele e servitele subito altrimenti perderanno la loro croccantezza, se invece non potete servirle evitate di condirle con anticipo preparando il condimento al momento e tenendo le puntarelle in un luogo fresco o in frigo, coperte con pellicola trasparente.

Il consiglio di Sonia

Per una riuscita ottimale dell’insalata di puntarelle, e non solo, assicuratevi, al momento dell’acquisto, che i germogli siano sodi e turgidi. Non tutti amano il sapore amaro tipico delle puntarelle, per attenuarlo un po’ basta tenerle in ammollo un po’ più di quanto descritto, magari cambiando l’acqua di tanto in tanto!

Altre ricette

I commenti (25)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • ignazio ha scritto: lunedì 26 gennaio 2015

    ottime molto buone

  • onofrio ha scritto: mercoledì 14 gennaio 2015

    veamente squisito questo piatto; inoltre è disintossicante e depurativo ma anche economico. Grazie, proverò altre saporite ricette. onofrio

  • Sonia Peronaci ha scritto: mercoledì 14 gennaio 2015

    @onofrio:Grazie Onofrio, sono proprio contenta! Naviga sul nostro sito e tienici aggiornati sulle tue prossime imprese smiley

  • bresciano ha scritto: domenica 11 gennaio 2015

    Le ho fatte seguendo la ricetta. Davvero strepitose! Grazie

  • angela ha scritto: domenica 09 novembre 2014

    Le puntarelle li posso preparare e condire un tre quattro ore prima di mangiarli? Grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 20 febbraio 2015

    @angela:considerando che il condimento è rapido credo che si possa farlo al momento.

  • Danibaba ha scritto: venerdì 28 febbraio 2014

    A Terni per le puntarelle (mazzocchi) e per i raperonzoli (raponzoli) o le altre insalatine di campo, si usa far bollire un po' di aceto nel quale far sciogliere un paio di acciughe. poi si versa sulle verdure finendo di condire con sale e olio buono.

  • paola ha scritto: martedì 04 febbraio 2014

    @michela71: sono d'accordo il giorno dopo sono ancora piu' buone!!!

  • Sonia Peronaci ha scritto: lunedì 04 novembre 2013

    @Claudia : Ciao, come preferisci!

  • Claudia ha scritto: venerdì 01 novembre 2013

    Posso sostituire le alici con la pasta d'acciughe?

  • marco ha scritto: lunedì 04 marzo 2013

    Sono stato di recente a roma e ho mangiato in un bel ristorantino le puntarelle. Non mi pare che nel condimento ci fosse l'aglio pestato come indicato in questa ricetta...

  • stellina74 ha scritto: domenica 30 dicembre 2012

    ciao io le foglie esterne le faccio lessare e poi le condisco con olio extravergine ma di quello buono.

10 di 25 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento