Lingue di gatto

Dolci e Desserts
Lingue di gatto
232 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: bassa
  • Preparazione: 15 min
  • Cottura: 12 min
  • Dosi per: 30 pezzi
  • Costo: basso

Presentazione

Le lingue di gatto sono dei biscotti golosi molto sottili, un classico della pasticceria, il cui nome deriva dalla loro particolare forma stretta e allungata. Questi dolcetti, preparati con un delicato impasto a base di burro, zucchero, farina e albumi, sono davvero ideali da servire per la merenda insieme a della piccola pasticceria, poiché si abbinano perfettamente al tè, oppure possono essere servite con il gelato, con dolci al cucchiaiocreme golose e macedonie di frutta. Le lingue di gatto si possono inoltre utilizzare anche per guarnire torte, aggiungendo un tocco di eleganza e golosità in più!

Ingredienti per 30 lingue di gatto
Farina tipo 00 100 g
Zucchero a velo 100 g
Burro a temperatura ambiente 100 g
Uova albumi 100 g

Preparazione

Lingue di gatto

Per preparare le lingue di gatto ponete il burro a temperatura ambiente in una ciotola (1) insieme allo zucchero a velo (2) e lavorate il tutto con le fruste (3)

Lingue di gatto

fino ad ottenere una crema liscia (4). Separate i tuorli dagli albumi (con i tuorli potrete preparare della crema pasticcera o una golosa una crostata alla crema di limoni), aggiungete metà dose di albume (5), mescolate (6),

Lingue di gatto

e versate metà dose di farina setacciata poco alla volta (7), continuando sempre con le fruste. Unite anche l’altra metà degli albumi e mischiate (8), quindi il resto della farina (9)

Lingue di gatto

fino ad ottenere un composto omogeneo (10). Trasferite il composto che avete ottenuto in un sac-à-posche munita di una bocchetta liscia da 10 mm (11) e ponete in frigorifero per 10 minuti a riposare. Trascorso il tempo necessario, su una leccarda foderata con un foglio di carta da forno, tenendo la sac-à-poche leggermente sollevata, formate delle strisce della lunghezza di 6,5-7 cm e 1,5 cm di larghezza (12), lasciando qualche centimetro tra un bastoncino e l’altro in modo che non si tocchino durante la cottura: con le nostre dosi dovrete ottenere 30 lingue di gatto.

Lingue di gatto

Una volta terminato (13), fate cuocere in forno statico preriscaldato a 200° per 10-12 minuti (o a 180° per 8 minuti se in forno ventilato): quando saranno leggermente dorate ai lati (14), sfornate, staccatele subito dalla teglia con l’aiuto di una spatola e lasciate raffreddare. Potrete utilizzare le lingue di gatto come accompagnamento di dessert, macedonie, torte oppure potrete gustarle semplicemente al naturale (15).

Conservazione

Potete conservare le lingue di gatto in una scatola di latta al riparo dall’umidità per 4-5 giorni al massimo.

Consiglio

Le lingue di gatto appena sfornate e ancora calde sono molto malleabili e possono essere lavorate per dargli la forma che si desidera come, ad esempio, quella di un ricciolo o di una spirale. Che ne dite di aromatizzare le vostre lingue di gatto? Basterà aggiungere all’impasto la buccia grattugiata di un limone oppure i semi di una bacca di vaniglia: sentirete che bontà!

Altre ricette

I commenti (232)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • Margherita ha scritto: sabato 21 maggio 2016

    Vorrei utilizzarle per accompagnare una panna cotta, facendo più strati alternando biscotti e panna, rischio che le lingue di gatto così diventino molli e perdano la croccantezza?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 24 maggio 2016

    @Margherita: Ciao Margherita, versando la panna cotta calda sopra le lingue di gatto purtroppo perderanno la loro croccantezza! 

  • Patrizia ha scritto: martedì 17 maggio 2016

    Buonissimo

  • sabina ha scritto: lunedì 16 maggio 2016

    Ciao giallo zafferano ho provato la vostra ricetta e non mi sono venuti

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 17 maggio 2016

    @sabina: Ciao Sabina, ci dispiace. C'è stato un momento preciso in cui il risultato ti sembrava diverso dal nostro?

  • Francesca ha scritto: venerdì 06 maggio 2016

    Ottime, facili e veloci! Ho solo ridotto le dosi dello zucchero per gusto personale.. finalmente smetterò di buttare gli albumi rimasti dopo aver fatto la crema pasticciera!

  • Claudia ha scritto: lunedì 25 aprile 2016

    Ottime. Solo che deve distanziarle. Grazie.

  • Roberta ha scritto: lunedì 11 aprile 2016

    Buone eh, fatte mille volte con le vostre dosi e i vostri tempi, strepitose ma...con la sac a poche sono negata!!!! 

  • miki ha scritto: martedì 29 marzo 2016

    @Redazione Giallozafferano: ok grazie ci proverò... Ero piuttosto imbranata........ Comunque strabuonissime! Apprezzatissime anche dalle mie bimbe.. Insomma mangiate tutte non hanno nemmeno fatto in tempo a raffreddarsi!!!

  • miki ha scritto: domenica 27 marzo 2016

    @Romina: ho seguito il tuo consiglio e ho diminuito anch'io a 80 e 80.... Le ho appena assaggiate.. Non molto dolci ma meglio... È una versione più light smiley) cmq buonissime... Era poi la mia prima volta con la sac a poche... Domanda: come fa uno da solo a riempirla???

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: martedì 29 marzo 2016

    @miki: Ciao Miki puoi posizionare il sac a poche all'interno di un bicchiere dosatore /dai bordi alti) e riempirlo! 

  • Claudia ha scritto: domenica 13 marzo 2016

    Ciao! Se uso lo zucchero di canna, magari passato un po' nel mixer, vengono buone lo stesso?

  • Rachele ha scritto: venerdì 11 marzo 2016

    Ciao Sonia, ho seguito alla lettera la ricetta, rispettando le quantità, ma durante la cottura le lingue hanno cominciato a rilasciare il grasso del burro sciolto e a "friggere".... secondo te come mai? grazie mille!!

10 di 232 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento