Linguine al nero di seppia

Primi piatti
Giallozafferano - Barilla La qualità degli ingredienti fa la differenza in ogni ricetta
Linguine al nero di seppia
47 Aggiungi al tuo ricettario
  • Difficoltà: media
  • Preparazione: 40 min
  • Cottura: 15 min
  • Dosi per: 4 persone
  • Costo: medio

Presentazione

Le linguine al nero di seppia sono un classico primo piatto di pesce: la pasta, che si presenta di un colore nero marcato,  viene condita con un gustoso sugo di seppie e con il loro nero.

Le linguine al nero di seppia sono una ricetta dalle origini umili (infatti tradizionalmente non si volevano scartare parti della seppia), ma ora sono considerate una ricetta pregiata e dal forte sapore e profumo di mare.

Questo formato di pasta, le bavette (dette anche linguine o trenette) è perfetto per assorbire il condimento al nero di seppia, l'inchiostro nero che si trova all'interno di sottili sacchettini nelle viscere dell'animale e che vengono espulsi dalla seppia quando si sente minacciata da pericoli esterni.

Varianti di questa ricetta prevedono l'aggiunta di pomodorini ciliegino tagliati in quarti.

Ingredienti
Bavette 400 g
Seppie da pulire, con la sacca del nero 700 g
Aglio ( 1 spicchio) 5 g
Olio extravergine di oliva 40 g
Vino 80 g
Sale 2 g
Pepe macinato (o peperoncino) a piacere 2 g
Prezzemolo tritato ( 4 cucchiai ) 6 g
Vai alle ricette con Bavette

Bavette

Grazie alla sezione schiacciata e alla forma leggermente convessa, le Bavette Barilla sono perfette per esaltare il condimento: catturano il sugo e ne restituiscono tutta la varietà di sapori.

Scopri tutte le ricette

Preparazione

Linguine al nero di seppia

Per preparare le linguine al nero di seppia, come prima cosa pulite le seppie praticando un piccolo taglio ed estraendo l’osso dal dorso (1). Apritela a metà, quindi estraete delicatamente la sacca contenente il nero di seppia (2) e tenetela da parte in una ciotolina. Dividete la testa dal resto del corpo, spellatela (3) e tagliate via gli occhi assieme al dente centrale, tenendo invece la parte dei tentacoli.

Linguine al nero di seppia

Sciacquate tutte le seppie così pulite e tagliatele a listarelle (4), lasciando intera la parte dei tentacoli (5). In una padella capiente mettete l’olio e aggiungete l’aglio, quindi toglietelo appena sarà ben dorato (6).

Linguine al nero di seppia

Aggiungete in padella le seppie (7), mescolate per 5 minuti, sfumate con il vino bianco (8) e cuocete ancora qualche minuto (9).

Linguine al nero di seppia

Nel frattempo tritate il prezzemolo finemente (10). Una volta evaporata tutta la parte alcolica del vino unite la sacca con l’inchiostro (10), e con l’aiuto di un cucchiaio rompetela, facendo pressione con il dorso (12).

Linguine al nero di seppia

Aggiungete il prezzemolo tritato (13) e amalgamate il tutto (14). A parte cuocete le bavette in abbondante acqua bollente, salata a piacere (15).

Linguine al nero di seppia

Scolate le bavette al dente, unitele alle seppie (16) e saltate tutto insieme, aggiungete il pepe e lasciate insaporire (17) . Servite le linguine al nero di seppia ancora calde (18)!

Conservazione

Conservate le vostre linguine al nero di seppia per un giorno al massimo in frigorifero. Si sconsiglia la congelazione.

Consiglio

Se non siete molto esperti, acquistate le seppie già pulite e chiedete di darvi anche la sacca contenente il nero di seppia, altrimenti compratela a parte.

Pasta Lunga Barilla Pasta Lunga Barilla Scopri tutte le ricette

I commenti (47)

Se hai provato a realizzare questa ricetta aggiungi un tuo commento, se invece preferisci un consiglio prima di realizzarla richiedi qui un parere.
I commenti verranno aggiornati ogni 15 minuti circa.

  • rossella ha scritto: venerdì 22 aprile 2016

    Ho provato più di una volta a cucinare il nero di seppia ma con scarsi risultati: quando verso le sacche nella padella contenente olio (molto caldo) e aglio invece di sciogliersi il liquido nero si formano dei grumi duri inadatti a condire la pasta o a colorarla. Sono perciò costretta a buttare tutto. Qual è il procedimento corretto e in che cosa sbaglio?

  • Tanja ha scritto: venerdì 15 aprile 2016

    ma cuocere così poco le seppie non le rende ancora dure?

  • Redazione Giallozafferano ha scritto: venerdì 15 aprile 2016

    @Tanja:Cioa Tanja, la cottura rapida le mantiene morbide, una cottura eccessiva invece le renderebbe troppo gommose smiley

  • melina ha scritto: venerdì 01 aprile 2016

    penso che il passato di pomodoro arricchisca il piatto

  • Patrizia ha scritto: venerdì 18 marzo 2016

    Buonasera a tutti, la mia ricetta ha in aggiunta olive ,capperi , peperoncino e un pò di pomodoro

  • Rosangela ha scritto: domenica 29 novembre 2015

    Il nero di seppia si può preparare anche aggiungendo un pò di estratto di pomodoro. Il sugo non perderà il suo colore, ma sarà più saporito.

  • Valeria ha scritto: giovedì 10 settembre 2015

    Il sugo posso prepararlo al mattino e utilizzarlo alla sera senza alterare i sapori?

  • maria ha scritto: mercoledì 02 settembre 2015

    Slla fine mettere sopra la pasta la mollica tostata

  • giu ha scritto: mercoledì 17 dicembre 2014

    se il nero di seppia lo acquisto (due bustine da 4gr cad. ) quanto ne serve per 250 gr di pasta? grazie

  • Sonia Peronaci ha scritto: giovedì 18 dicembre 2014

    @giu:Ciao Giu! Dipende dai gusti ma due potrebbero bastare smiley

  • Cindy 98 ha scritto: sabato 15 novembre 2014

    Salve a tutti, oggi ho provato questa ricetta ,ma la seppia non era morbida anzi un po gigomma, perché vorrei tanto sapere il motivo ,grazie .

  • Sonia Peronaci ha scritto: venerdì 13 marzo 2015

    @Cindy 98: ciao smiley o le seppie non erano fresche o le hai cotte troppo! 

  • Luca ha scritto: giovedì 06 novembre 2014

    Il pomodoro appena appena con una punta di peperoncino è fondamentale in questa ricetta

10 di 47 commenti visualizzati Mostra altri commenti »

Lascia un Commento